Aleandro Roncarà

Forte dei Marmi - 01/09/2013 : 12/09/2013

Dopo l’ottimo successo della mostra personale di Palazzo Leti Sansi a Spoleto, dove erano esposte oltre settanta tra sculture e quadri di grande formato, Aleandro Roncarà porta i suoi personaggi ed il suo poliedrico mondo in Versilia.

Informazioni

Comunicato stampa

Mondorondo sbarca a Forte dei Marmi.
Dopo l’ottimo successo della mostra personale di Palazzo Leti Sansi a Spoleto, dove erano esposte oltre settanta tra sculture e quadri di grande formato, Aleandro Roncarà porta i suoi personaggi ed il suo poliedrico mondo in Versilia.

Il Museo Ugo Guidi e l’ Hotel Logos presentano “Mondorondo”, mostra personale di Aleandro Roncarà, artista a tutto tondo attivo sia nel campo dell’arte che in quello di abbigliamento e design

Pittore, grafico e pasticcere Aleandro è una figura curiosamente poliedrica e fuori dagli schemi, che fonde nelle proprie opere accostamenti cromatici estremi alla pulizia e perfezione del tratto. Un tratto nero ormai segno distintivo della sua produzione, un tratto nero utile a dividere campiture tanto “impossibili” da accostare quanto perfette alla convivenza una volta sulla stessa tela.
L‘arte di Roncarà è in effetti un crescendo di tecnica e una ricerca continua di accostamenti cromatici che ai più sembrerebbero impensabili. Nelle sue tele si trovano personaggi inventati per i racconti serali dei figli o i protagonisti delle notti montecatinesi tutti vestiti di cromatismi “inadatti” o addirittura “sbagliati”.
Riempimenti accesi si accostano a fondi spenti a volte, rigati o punteggiati altre. Animali ed oggetti della vita quotidiana (”elettro-selvatici” come lui ama chiamarli) si nascondono in bella vista. Stelle, cuori e fili elettrici si intrecciano e spuntano all’improvviso da situazioni e prospettive impossibili.
Ad implementare l’ultima collezione sono adesso arrivati i “Close-up”, gigantografie dei personaggi stessi

La mostra, a cura di Giammarco Puntelli, comprende una selezione di dipinti realizzati con acrilico su tela e smalto ed una selezione di sculture in resina epossidica del “Centòmini”, il personaggio principe della narrativa di Roncarà.



Aleandro Roncarà è nato nel 1967 a Orbetello ma vive e lavora a Montecatini Terme, unica vera “città eterna”.
Numerose le sue mostre personali e collettive in spazi pubblici e privati e in manifestazioni fieristiche d’arte contemporanea.

La mostra al Museo Ugo Guidi, nel quale rimarrà in permanenza un’opera di Roncarà, vuole essere un omaggio dell'Artista alla Versilia ed al Maestro Guidi prima dei nuovi appuntamenti che lo porteranno prima a Firenze, ed in seguito con mostre ed eventi in Italia ed all'Estero.