Alberto Martini – Bolle in pentola

Pisa - 08/09/2012 : 23/09/2012

Dodici opere realizzate dall'artista e ideate in collaborazione con un gruppo di aiutanti, come se fossero ricette con tanto di ingredienti, dosaggi e procedimenti, troveranno spazio fino al 23 settembre nell'ottocentesca cucina del Royal Hotel Victoria.

Informazioni

Comunicato stampa

A Pisa con il progetto BOLLE in PENTOLA l'arte entra in cucina. A partire dall'8 settembre le "Non Cucine" del Royal Victoria Hotel ospiteranno BOLLE in PENTOLA, mostra personale di Alberto Martini a cura di Elena Lazzarini e Silvia Scaravaggi.

Dodici opere realizzate dall'artista e ideate in collaborazione con un gruppo di aiutanti, come se fossero ricette con tanto di ingredienti, dosaggi e procedimenti, troveranno spazio fino al 23 settembre nell'ottocentesca cucina del Royal Hotel Victoria



Tra queste si potranno ammirare Mangia&Bevi, Buio Pesto, Mostro Marino e Cappesante lavori site specific realizzati appositamente per questo luogo che il pubblico potrà mangiare con gli occhi assieme ai restanti otto piatti di non-cibo.

Le opere, costruite e disposte in modo puntuale, tratto distintivo dell'arte di Alberto Martini, nascono dal pensiero, dal gioco di parole della lingua italiana per giungere a soluzioni di singolare impatto visivo condite da un umorismo sincretico.

Un ricettario che fa della traslazione metaforica il suo tratto distintivo: bicchieri, vassoi, legumi secchi, fotografie, legno, carta, ma anche pillole, collant, souvenir tutti sapientemente riempiti, adagiati, conditi e portati in tavola da mani artigiane. Come Faraone al cartoccio con pomodorini dove un faraone in pietra di piccole dimensioni viene preparato con dei pomodorini di plastica e presentato in una scatola di legno su uno strato di carta alluminio.

Ad accompagnare la presentazione dei lavori la sonorizzazione creata da dj Herrera, giovane promessa dell'hip-hop, elaborata con un campionatore AKAI MPC 3000 ed un giradischi, destrutturando e ricostrunedo vecchi dischi secondo lo stesso procedimento che l'artista ha seguito per produrre i suoi piatti di non-cibo.
Un insieme di brani dalle atmosfere cupe, cariche di suspence e sospese come a voler lasciare spazi liberi dove l'ascoltatore possa trovare una propria dimensione.

Alberto Martini
Alberto Martini nasce a Pisa il 9 settembre 1975. Compie studi scientifici e storici. Fin da adolescente si interessa alla pittura, alla fotografia, al collage ed al libro-oggetto d'artista.
Dal 1999 si specializza, a Milano, come fotografo e partecipa a mostre e collettive di arte contemporanea, (fotocomposizione, video sperimentale, installazioni, oggetti d'arte).
Dal 2002 al 2011 lavora come fotografo e grafico freelance e creativo puro partecipando a mostre collettive di arte contemporanea, tra la Lombardia, il Piemonte, la Liguria e la Toscana.
Attualmente vive e lavora a Pisa.
www.albertomartini.com