Alan Marcheselli – Solve et Coagula

Bologna - 24/01/2020 : 09/02/2020

Solve et Coagula personale di Alan Marcheselli, Polaroider e filosofo dell’istantanea.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO PAOLETTI
  • Indirizzo: Strada Maggiore, 14 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 24/01/2020 - al 09/02/2020
  • Vernissage: 24/01/2020 ore 18,30
  • Autori: Alan Marcheselli
  • Curatori: Laura Frasca
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Aperture Speciali Venerdì 24 Gennaio 18 -22 Sabato 25 Gennaio 10 - 24 orario continuato Domenica 26 Gennaio 10 - 20 orario continuato Orari di Apertura lunedì 17–19:30 martedì 10–12:30, 17–19:30 mercoledì 10–12:30, 17–19:30 giovedì 10–12:30 venerdì 10–12:30, 17–19:30 sabato 10–12:30, 17–19:30
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: Curatela: Antonio Rossi Galleria Paoletti e Laura Frasca Promosso da: Foto Paoletti - Nital - Polaroid Originals_it - Myinstantlife studio In collaborazione con: Foto Paoletti - Nital - Polaroid Originals_it - Myinstantlife studio

Comunicato stampa

PAOLETTI GALLERIA FOTOGRAFICA, spazio situato nel cuore di Bologna dedicato alla fotografia, alle mostre fotografiche e ad eventi, è lieta di presentare Solve et Coagula personale di Alan Marcheselli, Polaroider e filosofo dell’istantanea.

‘Solve et Coagula’ è il processo di trasformazione alchemico che si basa sulla pratica dello ‘sciogli e riunisci’, ovvero quel processo che parte dalla distruzione della forma e della materia per liberare quest’ultima da tutte le impurità, fino a ridurla all’elemento che l’aveva generata, per essere poi ricostruita in altro, differente, aspetto



Così Alan Marcheselli scompone la Polaroid, la scioglie e la libera da tutto ciò che non è immagine, fino a ottenere un'emulsione, un semisolido di pochi micron di spessore, che plasma in nuova veste su una superficie nobile come la carta cotone sino a farla solidificare e a rendervi l'immagine iniziale trasmutata.

Solve et Coagula nasce tra le afose vie di Arles (Francia) dove, complici un piccolo rigattiere e alcuni libri ottocenteschi, è maturata l'idea di ricreare un mondo perduto trasformando l'immagine con l’intento di riportarla indietro nel tempo. Ispirandosi agli albori della fotografia, Marcheselli realizza ritratti semplici e immediati, allegorie di arti e di mestieri rappresentate da giovani fanciulle che posano dinnanzi alla fotocamera in modo ironico e talvolta sensuale.

In esposizione un’ulteriore selezione di 8 immagini corali, elaborate e dipinte a mano, sempre con la tecnica del solve et coagula, ma realizzate per essere presentate oltre che in originale anche in stampa fine art in formato 80X80 cm.

Il progetto espositivo inaugura venerdì 24 Gennaio alle ore 18.30 e rientra nel programma Art City Segnala. In occasione di Art City White Night - Sabato 25 Gennaio - la Galleria Paoletti sarà inoltre animata dalle Incursioni Teatrali dell’attrice Martina Sacchetti che, accompagnata da una ballerina mescolata al pubblico della galleria, interpreterà personaggi e brani ispirati alle opere in mostra amalgamando così fotografia, teatro, danza, immagini e parole.