Agostino Arrivabene – Theoin

Roma - 22/11/2012 : 19/12/2012

Nelle ultime opere di Agostino Arrivabene continua la sua ricerca sui miti e sul senso del sacro a cui aggiunge una nuova dimensione barocca, adorna di oro e di luce, simbolo di una rivelazione conciliatrice con l'universo.

Informazioni

  • Luogo: FIRST GALLERY
  • Indirizzo: Via Margutta 14 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 22/11/2012 - al 19/12/2012
  • Vernissage: 22/11/2012 ore 18.30
  • Autori: Agostino Arrivabene
  • Curatori: Carolina Lio
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato h. 11-19

Comunicato stampa

Il mito antico e le suggestive atmosfere arcane che popolano i lavori di Agostino Arrivabene vengono presentati per la prima volta al pubblico romano alla First Gallery. Nelle ultime opere di Agostino Arrivabene continua la sua ricerca sui miti e sul senso del sacro a cui aggiunge una nuova dimensione barocca, adorna di oro e di luce, simbolo di una rivelazione conciliatrice con l'universo

IlTheoin è, infatt,la manifestazione del divino, ovviamente intesa nel senso metaforico di una crescita spirituale che permette di trascendere il dolore di vivere e la paura della morte, lasciando il posto a un senso di meraviglia davanti al tutto. In mostra circa venti opere che documentano attraverso dipinti e vari studi questo percorso intimo e personale oltre che artistico. Con il superamento del suo più forte limite/limen interiore, infatti, Arrivabene sviluppa parallelamente una nuova fase della sua pittura. Resta la mitologia, il forte legame con la cultura dell'Antica Grecia, la sacralità, restano le anamorfosi e le atmosfere cupe, ma stavolta emerge soprattutto un legame uomo dio e una conoscenza misterica che consente all'uomo di liberarsi ed emanciparsi dai suoi lati più deboli. Come scrive il curatore della mostra, Carolina Lio: “Agostino Arrivabene ora non si identifica più nel ratto forzato di una Persefone angustiata e impaurita dal suo viaggio nell'Ade, ma pensa invece a un Ganimede rapito dalla passione di Zeus che, sotto forma di aquila, lo porta via dal mondo per dargli un posto nell'Olimpo. Il Ganimede di Agostino Arrivabene viene attratto verso l'alto e si stacca da terra restando sospeso a mezz'aria grazie a una forza soprannaturale. Sopra di lui una nube di luce e di materia, una fonte sfolgorante di energia, si impossessa del corpo che, abbandonato a questa manifestazione divina, si lascia trasportare verso una nuova dimensione trascendente e di verità. Qui non esiste la paura della morte e il morbo è finalmente vinto”.

The exhibition will remain in the gallery until December 19, 2012, from Tuesday to Saturday from 11am to 7pm. Catalogue available with text by Agostino Arrivabene and Carolina Lio.