Adriano Di Giacomo – Pandora Container ed altre Storie

Roma - 11/10/2014 : 17/10/2014

“Pandora Container e altre Storie” è una nuova ricognizione tematica all’interno della ricerca condotta da Adriano Di Giacomo, ricostruita attraverso una selezione di opere, rielaborazioni fotografiche, slide, video, cataloghi e materiali a stampa, provenienti dall’Archivio privato.

Informazioni

  • Luogo: STORIE CONTEMPORANEE
  • Indirizzo: Via Alessandro Poerio, 16/B 00152 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 11/10/2014 - al 17/10/2014
  • Vernissage: 11/10/2014 dalle h.11.00 alle h.14.00; dalle 17.00 alle 19.30
  • Autori: Adriano Di Giacomo
  • Curatori: Emidio De Albentiis
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lun. - Mart. - Merc. - Giov. - Ven. : h. 17.00 / 20.00 a.m: per appuntamento

Comunicato stampa

In occasione della Giornata del Contemporaneo 10, organizzata da AMACI, per il secondo anno consecutivo all’indomani della prematura scomparsa dell’artista (Roma,13 Giugno 2013), il Progetto STORIECONTEMPORANEE, a cura di Anna Cochetti, ospita con “Pandora Container e altre Storie”, una nuova ricognizione tematica all’interno della ricerca condotta da Adriano Di Giacomo, ricostruita attraverso una selezione di opere, rielaborazioni fotografiche, slide, video, cataloghi e materiali a stampa, provenienti dall’Archivio privato



A cura di Emidio de Albentiis, “Pandora Container e altre Storie” muove intanto dall’importante installazione omonima (“Pandora Container”), poco nota anche ai conoscitori delle opere dell’artista e che viene qui presentata per la seconda volta a Roma, per il suo significato densamente simbolico di un esercizio strenuo della coscienza critica e dell’impegno culturale, politico e civile, nodi fondanti l’esperienza artistica ed umana e la personalità di Adriano Di Giacomo. Realizzata nel 1997 come testimonianza sociale e ambientale per il recupero urbanistico della Stazione dismessa Mondiali ’90 e la lotta all’AIDS in occasione della Manifestazione “FARNETO ‘90”, organizzata dall’Ass. Positif, “Pandora Container” è stata successivamente inserita nel contesto del Museo Civico di Cascia, nell’ambito della prima edizione della Manifestazione VerSantiSibillini, 2003.

Intorno a quest’opera si dispiegano, nella ricostruzione in Studio e nel testo critico, le fila di una visione, di un progetto di ricerca, di un work in progress, cui Adriano Di Giacomo stava lavorando nel corso del 2012/2013, per un articolato e complesso itinerario espositivo, che, a partire proprio da Cascia, avrebbe visto le opere dialogare con le parole dello storico dell’arte Emidio de Albentiis. Nel testo” Il volo verso lo spazio infinito di Adriano Di Giacomo” Emidio de Albentiis sottolinea la valenza di un “progetto multidirezionale…in una sorta di triangolazione concettuale tra tre artisti, uniti non soltanto da elementi tangenti di riflessione, ma da una sorta di singolare, quanto per più versi sorprendente, genius loci, avente come perno il quartiere romano di Monteverde Vecchio. I tre artisti sono, in ordine di nascita, Maurits Cornelis Escher (noto anche al grande pubblico per i suoi stupefacenti paradossi visivi), Attilio Pierelli (impegnato con notevoli risultati nella coniugazione tra l'arte e il complesso mondo delle geometrie non euclidee) e Adriano Di Giacomo che ha fatto del superamento dell'hic et nunc legato all'apparenza immediata uno dei perni della sua ispirazione.” Quaderno/Catalogo in Mostra.