Acqua è. 100 artisti per un solo pianeta

Marghera - 17/09/2015 : 31/10/2015

Un viaggio attraverso le opere di oltre 100 artisti italiani e internazionali. In mostra un capolavoro di Schifano, un’installazione di Plessi, foto di Kiarostami e opere inedite di grandi artisti.

Informazioni

Comunicato stampa

(Venezia – 28.08.2015) – “Acqua è” è la mostra d’arte internazionale che sarà ospitata dal 17 settembre al 31 ottobre 2015 al Padiglione EXPO VENICE AQUAE (unico collaterale ufficiale di Expo Milano 2015), in posizione invidiabile a due passi dalla più bella città sull’acqua al mondo.

Nata da un progetto di Willy Montini e Giampaolo Prearo, "Acqua è - 100 artisti per un solo pianeta” metterà in esposizione le creazioni ispirate e dedicate all’acqua di oltre 100 artisti italiani e internazionali


I nomi di prestigio non si contano: tra le punte di diamante, una grande tela circolare rappresentante il globo terracqueo, capolavoro di Mario Schifano; un’installazione museale di 5 x 4 metri e disegni di Fabrizio Plessi; opere fotografiche del pluripremiato regista iraniano Abbas Kiarostami; un enorme e sorprendente lavoro di Omar Galliani; un video inedito di Giuseppe Chiari; gli scatti del celebre fotografo cinese Li Wei; una tela emulsionata di Elio Mariani.
Grandi maestri e giovani talenti, uno a fianco all’altro, in un percorso espositivo esclusivo, molto articolato e dal forte impatto visivo ed emotivo, ospitato in una location inedita per l’arte ma unita da un tema unico: l’acqua.
Attraverso dipinti, sculture, foto, video e installazioni, lo spettatore verrà accompagnato in un viaggio che attraversa diverse creatività e visioni legate dal comune denominatore dell’acqua, elemento vitale per eccellenza.

Oltre agli artisti già citati, si segnalano, tra gli altri, opere di Sandro Chia, Piero Gilardi, Ugo Nespolo, Fernando De Filippi, Chiara Dynys, Aldo Spoldi. E ancora, lavori di Luca Pignatelli, Gianni Asdrubali, Franco Mazzucchelli, Davide Orler, Fabio Aguzzi, dell'artista italo-albanese Helidon Xhixha, protagonista anche alla Biennale di Venezia 2015.
In occasione della mostra sarà edito inoltre un catalogo monografico.

VENERDÌ 28 AGOSTO L’ALLESTIMENTO DELLA MOSTRA È STATO PRESENTATO IN ANTEPRIMA ESCLUSIVA ALLA STAMPA.
Per l’occasione sono state esposte la grande tela di Mario Schifano, disegni di Fabrizio Plessi, opere fotografiche di Li Wei e Abbas Kiarostami, una tela emulsionata di Elio Mariani, tele di Davide Orler e Fabio Aguzzi.

Con questa esposizione il padiglione EXPO VENICE AQUAE si pone come nuovo spazio polifunzionale internazionale di riferimento nel territorio veneziano. Unico collaterale ufficiale di Expo Milano 2015 (da cui è patrocinato) AQUAE è una grande esposizione universale dedicata all’acqua, dal mondo degli abissi al food, dall’arte alla ricerca, fino alla congressualità. Il padiglione, con uno spazio espositivo netto di 10.000 mq, è stato realizzato a Marghera (a ridosso del Parco Scientifico Tecnologico di Venezia VEGA) da Condotte Immobiliare S.p.A. su progetto dell’archistar Michele De Lucchi.
Grazie alla modularità degli spazi espositivi e congressuali consente di ospitare più eventi in contemporanea.

“Acqua è è una mostra unica nel suo genere, che per la prima volta mette a confronto, fianco a fianco, le diverse espressioni del mondo dell’arte unite sotto un unico denominatore, quello dell’acqua – spiegano i curatori -. Il livello assoluto degli artisti che abbiamo riunito e la bellezza delle opere in esposizione ne fanno una mostra di grande spessore, che trova nel padiglione Aquae il suo ‘habitat’ naturale”.

I prezzi e gli orari di accesso alla mostra osservano le modalità di quelli del padiglione Expo Venice Aquae
Per informazioni > http://www.aquae2015.org/ticket/



________________________________

La Giampaolo Prearo Editore nasce a Milano nel 1968, dedicandosi alla realizzazione di cataloghi e pubblicazioni d’arte. Le prime pubblicazioni sono la monografia su Gianni Bertini e il catalogo di Giulio Turcato. Le successive pubblicazioni sono il trattato concettuale Tesi di Vincenzo Agnetti (1972) e il catalogo generale di Piero Manzoni (1973) a cura di Germano Celant. Nello stesso anno esce il volume monografico su Eugenio Carmi con testo di Umberto Eco. Fondamentali il libro teorico Musica madre di Giuseppe Chiari che collega frasi, composizioni musicali inedite e poesia visiva e il celebre testo Body art e storie simili (1974) di Lea Vergine. Nel 1973 nasce la collana dedicata al libro d'arte, composta da edizioni speciali, accompagnate da opere originali, realizzate dagli artisti in stretta collaborazione con l'editore. Degni di nota il volume su William Xerra (1985) a cura di Gillo Dorfles, quello su André Masson (1991) con testi di Achille Bonito Oliva, il catalogo di Christo (1974) che documenta l'installazione realizzata nella Curtain Valley nel 1970; e ancora le monografie di artisti quali Joe
Tilson (1977) e Andrè Masson (1991). Nel 2011 viene inaugurata la collana di libri dedicata alla Transavanguardia italiana, curata da Achille Bonito Oliva, con volumi che rappresentano i cataloghi delle mostre di Sandro Chia, Enzo Cucchi, Nicola De Maria, Francesco Clemente e Mimmo Paladino. Nel 2012 viene pubblicato il corposo volume Corpo Elettronico (Videoarte Italiana tra materia, segno e sogno) e nel 2015 Giampaolo Prearo pubblica un nuovo volume, La Rivoluzione Privata 2, di Fernando De Filippi, con testo critico di Angela Madesani, seguito ideale della prima edizione pubblicata nel 1972 con Enrico Crispolti.
La casa editrice conta, ad oggi, più di 300 titoli suddivisi in diverse collane.