A first step towards coincidences & meetings – Part III

Firenze - 24/11/2012 : 08/12/2012

L’intervento performativo di Pierfabrizio Paradiso Ascoltare e Ascoltarsi, così un monologo può assumere l'impronta di un colloquio e l'alter ego è l'io sepolto che affiora aggredito dai ricordi che però non riescono ad annullare il suo grido è la terza tappa di A first step towards coincidences & meetings.

Informazioni

  • Luogo: SOMETHING LIKE THIS
  • Indirizzo: Via Giuseppe Giusti 16 - 50121 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 24/11/2012 - al 08/12/2012
  • Vernissage: 24/11/2012 ore 13
  • Autori: Pierfabrizio Paradiso
  • Generi: performance – happening
  • Orari: su appuntamento

Comunicato stampa

’intervento performativo
di Pierfabrizio Paradiso Ascoltare e Ascoltarsi,
così un monologo può assumere l'impronta di un
colloquio e l'alter ego è l'io sepolto che affiora
aggredito dai ricordi che però non riescono ad
annullare il suo grido è la terza tappa di A
first step towards coincidences & meetings,
un progetto work in progress che intende svilupparsi
in più incontri per investigare e sensibilizzare
intorno a certe tematiche connesse a una rilettura
possibilista dell’uomo che, nella propria vita, può
raggiungere l’ideale di serenità attraverso la
semplicità, l’espressività, la spiritualità e la
condivisione.
Gli artisti invitati
presso SLT sentono vicine queste tematiche e hanno
un’attitudine a prediligere nella pratica artistica
le componenti processuali e le interazioni che
metteno in relazione il soggetto, di volta in volta,
con l’alterità, l’habitat sociologico, l’ecosistema,
il paesaggio. Tale reciprocità con il “fuori”,
diventa lo strumento per scoprire un’inedita, forse
inconfessabile, dimensione di sé.

Il terzo incontro è con Pierfabrizio

Paradiso che, invitato ad ipotizzare un
intervento per SLT, ha colto l'occasione per
introdurre, "Il Limo di Eva", un romanzo di
Anna Vincitorio.
Il lavoro affronta la
tematica della ricerca della propria identità, non
solo come coscienza di essa, ma anche come
rappresentazione e rioccupazione del proprio corpo.

L’artista pone in
relazione, come in una trama intrecciata, il romanzo
di Anna Vincitorio con dei passi del "Tonio
Kröger" di Thomas Mann che continuano a
rilanciarsi rimandi sulla questione dell'esule dalla
società, sulla posizione dell'artista e su coloro
che hanno uno sguardo trasversale sull'ordine del
mondo, congliendone l'essenza, e ripensando il
dispositivo corpo come ulteriore spazio possibile di
discorso.


Regia e
Drammaturgia: Pierfabrizio Paradiso
Con Vito Montesano,
Silvia Pennazzi, Roberto Scanu, Emanuela
Stanganelli
Fotografia: Nicolò
Burgassi
In collaborazione
con: Lisa Batacchi, Daniele Franchi e Bianca Pinzi
Si ringraziano:
Diego Bertelli, Lucilla Del Picchia, Antonello
Sanna, Martina Santoro, Anna Vincitorio

Il titolo del
lavoro è una citazione tratta da “Il Limo di
Eva” di Anna Vincitorio


---


SomethingLikeThis (SLT)
è un progetto work in progress nato dall’idea di
trasformare uno studio d’artista in spazio di lavoro
aperto all’incontro, alla condivisione, alla ricerca
di affinità, alla libertà di espressione, alle nuove
soluzioni espositive e a una riflessione più vasta
sul fare arte oggi.
SLT si propone insieme
come luogo fisico e mentale, con l'obiettivo di
realizzare iniziative culturali sia dentro che fuori
dal proprio territorio, così da trovare nuovi
“compagni di viaggio”.



Short track of A
first step towards coincidences & meetings

Gli artisti invitati a
prendere parte a questo progetto, come ad una
“tavola rotonda”, hanno la possibilità di
relazionarsi, confrontarsi ed entrare in sintonia
l’uno con l’altro, proponendo idee e soluzioni
condivisibili.

Il primo incontro ha preso
forma in una mostra collettiva tenutasi presso SLT a
Firenze, dove ero presente come "artista-trait
d’union” con i lavori di Simone Ialongo, Tony
Fiorentino, Virginia Zanetti, dando così inizio ad
un dialogo fra gli artisti coinvolti.
Il secondo incontro ha
preso forma di un lavoro a sei mani fra me, Simone
Ialongo e Virginia Zanetti per Indipendents-Art
Verona, diventando così A first step
towards coincidences & meetings Part II.
Insieme abbiamo dato vita ad un salotto artistico,
un ambiente informale ed accogliente, esito di un
movimento nomade e della necessità di apertura verso
l’altro, dove si sono tenuti dei talks che hanno
aperto così ulteriori possibilità di incontri e di
coincidenze tra: Egle Prati TalkingArt,
Maria Pecchioli Fosca, Radical Intention e Corniolo
Art Platform, Ermanno Cristini Riss(e)
in dialogo con Alessandro Castiglioni, collettivo Lu
cafausu (Emilio Fantin, Luigi Negro, Giancarlo
Norese, Cesare Pietroiusti, Luigi Presicce) La
festa dei vivi che riflettono sulla morte, e
il pubblico presente ai talks.
Il terzo incontro con
Pierfabrizio Paradiso rappresenta un ulteriore
"step" per mostrare e far conoscere la sua ricerca e
la sua personalità,in modo da ampliare le
possibilità che questo processo può innescare tra
tutti coloro che vi hanno preso parte, e non solo.
Gli esiti di A first step towards coincidence and
meetings saranno raccolti nel corso del progetto in
una pubblicazione/libro d'artista che, come un fil
rouge, lega tutte le personalità coinvolte.


Lisa Batacchi