59. Biennale – Gerardo Goldwasser

Venezia - 21/04/2022 : 27/11/2022

Il progetto Persona dell’artista Gerardo Goldwasser rappresenta l'Uruguay alla 59. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia dal titolo Il latte dei sogni (The Milk of Dreams).

Informazioni

Comunicato stampa

PADIGLIONE URUGUAY



59. Esposizione Internazionale d’Arte

della Biennale di Venezia
23 aprile – 27 novembre 2022
Giardini della Biennale, Venezia



Persona

Gerardo Goldwasser



Curatori: Laura Malosetti Costa e Pablo Uribe

Commissario: Silvana Bergson


Opening: 21 aprile, ore 10.45

con Mariana Wainsten, Direttore Generale della Cultura
Silvana Bergson, Commissario
Gerardo Goldwasser, artista
Laura Malosetti Costa e Pablo Uribe, curatori



RSVP: [email protected]


Il progetto Persona dell’artista Gerardo Goldwasser rappresenta l'Uruguay alla 59

Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia dal titolo Il latte dei sogni (The Milk of Dreams).



Persona, a cura di Laura Malosetti Costa e Pablo Uribe, è stato selezionato dalla Commissione Nazionale delle Arti Visive, attraverso una convocazione pubblica promossa dall'Istituto Nazionale delle Arti Visive, con il supporto del Dipartimento di Internazionalizzazione della Cultura della Direzione Nazionale della Cultura dell'Uruguay. Persona approfondisce il tema proposto da Cecilia Alemani, curatrice della Biennale Arte 2022, a partire dal seguente estratto dal libro di Leonora Carrington:

La storia nera della Donna Bianca

Una donna bianca si vestiva di nero.
Nero su nero.

Neri i pigiami e pure il sapone.
Aveva tutto nero.
Nero come la notte.

Nero come il carbone.

Ma quando piangeva, le scendevano lacrime

blu e Verdi come pappagallini.

Quando suonava il flauto piangeva molto.

La
donna
bianca
vestita di
nero
che piange
e
suona
il flauto.


The Milk of Dreams. Leonora Carrington


Prendendo come riferimento questo estratto, Laura Malosetti Costa e Pablo Uribe nel loro testo curatoriale La cultura del vestire spiegano: “A Venezia, dall'Uruguay e per il mondo intero, il lavoro di Gerardo Goldwasser propone una riflessione critica che mette in scena un aspetto tanto essenziale quanto complesso delle società umane: i modi di coprire ed esporre i corpi, di disciplinarli e anche di distinguerli. La questione che solleva si riferisce alle forme con cui ogni essere umano si percepisce come persona costruendo il suo aspetto, il suo modo di entrare in scena ogni giorno della sua vita. L'etimologia del concetto si riferisce al teatro classico: il suo primo significato è stato «maschera d’attore». Quella maschera è all’origine della cultura del vestire."


UFFICIO STAMPA

Lara Facco P&C

viale Papiniano 42 | 20123 Milano | [email protected]
Lara Facco | M. +39 349 2529989 | E. [email protected]
Camilla Capponi | M. +39 366 3947098 | E. [email protected]
Giulia Notarpietro | M. +39 348 5464089 | E. [email protected]


URUGUAY PAVILION



59th International Art Exhibition

of La Biennale di Venezia

23 April – 27 November 2022

Giardini, Venice



Persona

Gerardo Goldwasser



Curators: Laura Malosetti Costa and Pablo Uribe

Commissioner: Silvana Bergson


Opening: April 21, at 10.45am

with Mariana Wainsten, General Director of Culture
Silvana Bergson, Commissioner
Gerardo Goldwasser, artist
Laura Malosetti Costa and Pablo Uribe, curators



RSVP: [email protected]


The project Persona by artist Gerardo Goldwasser represents Uruguay at the 59th International Art Exhibition of La Biennale di Venezia presented under the title The Milk of Dreams.

The proposal, curated by Laura Malosetti Costa and Pablo Uribe, was selected by the National Commission of Visual Arts, through a public convocation made by the National Institute of Visual Arts, with the support of the Department of Internationalization of Culture of the National Directorate of Culture of Uruguay. Persona dialogues and considers the theme proposed by Cecilia Alemani, Artistic Director of the Biennale Arte 2022, through the following excerpt from Leonora Carrington's book:


The Black Story of the White Woman

A white woman wore black.

Black with black. She had black pijamas
and black soap.

All her things were black
Black as night. Black as coal.

But
When the woman cried,
her tears were blue
and green
like little parrots.

The woman cried
a lot and she played the flute.

The
White
Woman
Dressed in
Black
Crying
and
playing
her
flute.

The Milk of Dreams. Leonora Carrington


Taking this fragment as a reference, Laura Malosetti Costa and Pablo Uribe, express in the curatorial text, The culture of dressing, which accompanies the proposal: “In Venice, from Uruguay and for the whole world, Gerardo Goldwasser´s work proposes a critical reflection that puts an aspect that is both basic and complex of human societies on stage: the ways of covering and exhibiting bodies, of disciplining them, and of differentiating them. The issue presented refers to the ways in which human beings perceive themselves as persons by constructing their appearance, the way of entering the stage every day of their life. The etymology of the concept refers to the classical theater. “Actor´s mask was its first meaning. That mask can be found at the origin of the culture of dress.”