108 – Larva

Catania - 26/01/2018 : 26/01/2018

Un appuntamento dedicato alla natura, all’inverno, alle forme e ai suoni che caratterizzano il lavoro di un artista.

Informazioni

Comunicato stampa

Parcheggiata l’auto, pochi passi separano la strada dall’inizio del sentiero. Le scarpe lasciano impronte sulla neve e sulla sabbia nera; a sinistra, poi a destra, il percorso procede fino ai fuochi del primo rifugio, ai piedi del Monte Nero degli Zappini.

Un appuntamento dedicato alla natura, all’inverno, alle forme e ai suoni che caratterizzano il lavoro di un artista



La ricerca di Guido Bisagni, in arte 108 (Alessandria 1978) si esprime mediante l’alternarsi di diversi linguaggi: pittura, muralismo, scultura, suono; espedienti e tecniche che l’artista adopera per esplorare una profondità ignota, dove la forma assume valore di identità primigenia, cercando nel mondo della spiritualità naturale, nei culti e nelle mitologie ancestrali, le proprie suggestioni e affinità.

L’evento si propone come un’esperienza audio visiva, attraverso un live set che miscela sonorità noise e campionamenti, affiancato da un ciclo di lavori realizzato sul posto mediante l’esclusivo utilizzo di elementi naturali.

Il progetto Larva, pseudonimo con il quale l'artista firma le sue produzioni musicali, verrà presentato insieme alle pubblicazioni di Inverno Edizioni, etichetta creata dall’artista per accogliere il contributo di diversi musicisti, accomunati dall’interesse per il minimalismo, la dissonanza, il rumore e l’atonalità.

Una suggestiva immersione negli aspri scenari del versante sud, un omaggio al vulcano, alla sua voce e al suo respiro.
- en -

Leave the car, a few steps before the beginning of the trail. The shoes leave imprints on the snow and the black sand; on the left, then on the right, the trail goes up to the fires of the first shelter, at the foot of Monte Nero degli Zappini.

An exhibition dedicated to nature, winter, shapes and sounds that characterize the work of the artist.

The research of Guido Bisagni, in art 108 (Alessandria 1978) is expressed through different languages: painting, muralism, sculpture, sound; expedients and techniques that the artist uses to explore an unknown depth, where the form assumes the value of primigenial identity, seeking the world of natural spirituality, the cults and ancestral mythologies, its own suggestions and affinities.



The event is a visual audio experience, through a live set that mixes noise and samples, a cycle of works made on site through the exclusive use of natural elements.



The Larva project, a pseudonym to sign his musical productions, will be showed by Inverno Edizioni, a label created by the artist to receive the contribution of different musicians, who share a common interest in minimalism and dissonance, noise and atonality.



A immersion in the harsh sceneries of the southern side of the Mountain, a tribute to the volcano, its voice and its breath.