Fantagraphic. Fumetti sotto l’ombrellone (I)

Estate uguale ombrellone, ombrellone uguale libri. Alex Urso ci accompagna in fumetteria, suggerendoci una buona scorta di libri da portare in spiaggia. Ecco una prima lista di suggerimenti.

1. GROENING PRIMA DEI SIMPSON

Matt Groening – Il grande libro dell’Inferno (Coconino Press, 2019)

Matt Groening lo conoscono un po’ tutti: i ragazzini che negli Anni Zero tornavano a casa da scuola e dopo pranzo si fiondavano sul divano per vedere i Simpson; le loro madri, costrette a subire le urla di Homer in sottofondo mentre lavavano i piatti in cucina; e con loro milioni di appassionati di cultura pop e cartoni animati. Con la sua famiglia di personaggi gialli, Matt Groening è diventato certamente uno degli autori più amati del nostro tempo; ma cos’era Groening, prima di diventare Groening?
Il creatore dei Simpson è da poco nelle librerie italiane con un’antologia ghiottissima, che raccoglie decine di strisce a fumetti ripescate dalle fasi iniziali della sua carriera.
Il libro ‒ una bella edizione targata Coconino e curata dallo stesso autore ‒ presenta le tragicomiche avventure di Binky, Sheba, Bongo, Akbar e Jeff. Personaggi comici, costantemente in bilico tra ansie, goffaggini e dubbi esistenziali.
Come voi, mi preoccupo dell’amore e del sesso e del lavoro e del soffrire e delle ingiustizie e della morte, ma mi piace anche disegnare coniglietti dagli occhi gonfi e una tragica retrusione mandibolare”. In questa dichiarazione del fumettista c’è già la definizione di questo Grande libro dell’Inferno, una dissacrante serie di fumetti di self-help: se la vita è un inferno, non ci resta che farci sopra una bella risata.

Matt Groening – Il grande libro dell’Inferno
Coconino Press, Bologna 2019
Pagg. 176, € 20
ISBN 9788876184284
www.fandangoeditore.it

2. L’ULISSE IN SALSA PSICHEDELICA

Jacques Lob & George Pichard – Ulysse (Rizzoli Lizard, 2019)

Altro che eroico e valoroso: per Jacques Lob e Georges Pichard Ulisse non è come ce lo hanno raccontato i nostri professori di letteratura. L’uomo mitologico cantato da Omero viene rivisto in questa pietra miliare del fumetto francese, realizzata del 1974 e ripresa ora da Rizzoli Lizard, che ne ripubblica tutta la sua bellezza in una nuova edizione da poco in libreria.
Più che un impavido eroe, quello tratteggiato dai due fumettisti francesi è un uomo governato dal desiderio e divorato dalla curiosità. Nelle sue disavventure c’è di certo lo zampino degli dei che, annoiati sull’Olimpo, si divertono a complicare la vita del protagonista; eppure, a cacciare Ulisse nei guai è soprattutto il suo irreprimibile bisogno di mettere a rischio la pelle pur di sapere cosa gli riserverà la prossima avventura.
Ecco allora i personaggi narrati da Omero, ripresi nel fumetto e trasposti in versione fantascientifica: la maga Circe è una tossica trasandata e affascinante, Polifemo un gigante con un occhio laser e l’elmo da palombaro, Ermes un rockettaro in vena di far baldoria.
L’Ulysse di Lob e Pichard è un gioiello del fumetto contemporaneo, un’opera che questa edizione conferma vivida ancora oggi a quarant’anni di distanza. La nuova copertina mozzafiato (finemente curata da Roberto La Forgia) dà supporto alla freschezza originale del testo, trasportando i lettori – soprattutto i più giovani, si spera – in un mondo in cui racconto antico e psichedelia Anni Settanta si incontrano dando vita a un’orgia di colori senza tempo.

Jacques Lob & George Pichard – Ulysse
Rizzoli Lizard, Milano 2019
Pagg. 160, € 20
ISBN 9788817139649
www.rizzolilizard.it

3. MOGLIE, MAMMA… E STROZZINA

Lorenzo Palloni – La Lupa (saldaPress, 2019)

Spesso estetizzato e spettacolarizzato da buona parte della nuova scuola cinematografica italiana, il mondo della mafia torna in questo fumetto di Lorenzo Palloni, che affronta di petto le menzogne e la violenza gratuita della vita criminale.
Protagonista di questo La Lupa è Ginger: mamma e moglie adorabile di giorno, strozzina senza pietà di notte. Quella di Ginger è una vita fatta di attività opposte ma che viaggiano in maniera insospettabilmente liscia, come due rette parallele che non si incontrano mai, o quasi: la struttura apparentemente perfetta costruita dalla ragazza per mantenere separati vita privata e “lavoro” inizia lentamente a scricchiolare, portando a galla eventi passati e insicurezze che attendono una resa dei conti finale.
Uscita originariamente online nel 2015 come autoproduzione per il collettivo Mammaiuto, questa crime-story di Palloni torna in una nuova edizione rimasterizzata e ricolorata da Luca Lenci, con una veste grafica impeccabile e l’aggiunta di materiale inedito (testi a conclusione e sketch preparatori). Un prodotto saldaPress che ribadisce la bravura di un autore tra i più solidi e apprezzati del fumetto noir nazionale.

Lorenzo Palloni – La Lupa
saldaPress, Reggio Emilia 2019
Pagg. 192, € 22
ISBN 9788869195778
www.saldapress.com

4. RISCOPRIRE GERDA TARO

Sara Vivan – Gerda Taro (Contrasto, 2019)

Martire, santa, combattente, femme fatale o puttana”, così l’aveva definita Hemingway scoprendone il tradimento a discapito dell’amico Robert Capa. Gerda Taro è stata una fotografa pionieristica e una donna straordinariamente controcorrente, uno spirito libero che questo fumetto di Sara Vivan racconta – contribuendo a riscoprire le vicende di un’artista rimasta troppo a lungo negli scantinati della storia dell’arte.
Amante e amica di Endre Friedmann ‒ il fotografo ungherese meglio conosciuto come Robert Capa ‒, Gerda Taro è stata un’autrice dal valore spesso assecondato: pochi sono infatti gli scritti sul suo lavoro, e tutti per lo più realizzati a partire dal 2007 ‒ anno del ritrovamento della celebre “valigia messicana” (una valigetta contenente circa 126 rullini che hanno permesso di riscoprire e rivalutare il lavoro della fotografa tedesca).
Questo libro, pur nel suo carattere riassuntivo, si aggiunge alla lista di pubblicazioni, dimostrandosi comunque un piacevole compendio, sintetico ma efficace quanto basta per stuzzicare la curiosità del lettore su questa grande interprete del Novecento.

Sara Vivan – Gerda Taro
Contrasto, Milano 2019
Pagg. 96, € 15
ISBN 9788869657641
www.contrastobooks.com

5. INSIEME E SOLI

Piero Macola – Gli indesiderati (Oblomov Edizioni, 2019)

Morbidissimo e toccante, questo Gli Indesiderati di Piero Macola, un fumetto che viaggia lento lungo le sponde del fiume Po. È qui che si incontrano le vite di due uomini soli: due persone che partono da storie diverse ma che si trovano sul terreno comune della solitudine e della distanza da tutto e da tutti. I due protagonisti del racconto sono Bruno e Anton; il primo è un ragazzo insicuro, che porta dentro di sé paure irrisolte e timori che ne condizionano le giornate; l’altro è uno straniero in fuga, un muratore moldavo sottopagato che sogna di lasciare l’Italia e di partire per la Svezia – abbagliato dal sogno di un futuro migliore.
Entrambi in cerca di qualcosa, Bruno e Anton si avvicinano, instaurando un rapporto freddo ‒se non un’amicizia, qualcosa che gli somiglia molto: si fanno compagnia forse senza neanche saperlo, creando un’intesa che nasce per sottrazione, restando vicini perché distanti dal resto del mondo che li circonda.
Quello di Piero Macola è un libro delicatissimo, che accompagna il respiro del lettore e lo coinvolge accarezzandone i sentimenti. La maestria delle matite e la cura dei dettagli fanno il resto, confezionando un fumetto che fa bene tanto agli occhi quanto al cuore.

Piero Macola – Gli indesiderati
Oblomov Edizioni, Quartu Sant’Elena 2019
Pagg. 128, € 19
ISBN 9788885621695
www.oblomovedizioni.com

Alex Urso

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Laureato in Lettere Moderne presso le Università di Macerata e Bologna. Attualmente vive a Varsavia. I suoi interessi in ambito critico e curatoriale sono prevalentemente rivolti all'investigazione e alla concezione di punti di incontro tra artisti e istituzioni italiane e polacche. In questi anni Urso ha collaborato con spazi privati e pubblici, come la Galleria Nazionale di Varsavia – Zachęta e l'Istituto Italiano di Cultura di Varsavia. Nel 2017 è stato curatore della Biennale de La Biche. Dal 2014 scrive di arte per Artribune come corrispondente dalla Polonia. Dal 2013 al 2017 è stato redattore per Lobodilattice. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali. Sempre per Artribune cura Fantagraphic, la rubrica di fumetti del sito.