Il Moderna Museet di Stoccolma celebra Andy Warhol a 50 anni dall’ultima mostra. Le immagini

Il Moderna Museet di Stoccolma celebra il cinquantenario della grande mostra su Andy Warhol organizzata nel 1968 con una nuova retrospettiva. Le immagini.

Andy Warhol Photo: Lasse Olsson/Pressens bild

La prima mostra europea di Andy Warhol  (Pittsburgh, 1928 – New York, 1987)? A Parigi? A Londra? A Roma? No, a Stoccolma, al Moderna Museet nel 1968. Sono trascorsi esattamente cinquant’anni dalla prima retrospettiva in Europa dedicata al padre della Pop Art. Era il 1968, poche settimane prima che l’artista statunitense fosse vittima di un tentato omicidio che lo ridusse in fin di vita. Due pallottole che trapassarono lo stomaco, il fegato, la milza, l’esofago e i polmoni tanto da essere dichiarato “clinicamente morto” dai medici. L’artefice del gesto fu una femminista e scrittrice Valerie Solanas, frequentatrice abituale della Factory a New York. Un evento che segnò profondamente la vita e la carriera di Warhol che iniziò poi a produrre opere in maniera, se è possibile, ancora più intensa.

LA MOSTRA

Warhol 1968 è il titolo della mostra che verrà inaugurata al Moderna Museet il prossimo 15 settembre per celebrare quella prima esposizione organizzata nelle stesse sale. Per l’occasione saranno esposti, oltre a pezzi della collezione del museo come Marilyn Monroe in Black and White (1962), Brillo Boxes (1964), Chelsea Girls (1966), Ten-Foot Flowers (1967), Electric Chair (1967), Mao (1973) e Body Builder (Hands on Hip) (1982–1987), foto d’epoca per ricordare la prima personale europea. Una mostra che generò reazioni contrastanti. La più nota fu quella del critico d’arte Ulf Linde che, sul giornale Dagens Nyheter, scrisse: “Quando una parola viene ripetuta innumerevoli volte perde il suo significato, come le sue immagini. Tutto ciò che rimane è superficialità”. Un giudizio tranchant che fu in parte mitigato da quello del critico Bengt Olvång che, sulle pagine di Aftonbladet, aprì uno spiraglio sul lavoro di Warhol: “Preferisco l’ingenua rappresentazione degli oggetti di Oldenburg”, sottolinea nel suo articolo Olvång, “ma non posso negare la ricerca di verità e una certa disillusione”. Le immagini della mostra.

– Valentina Poli

Stoccolma // dal 15 settembre 2018 al 17 febbraio 2019
Warhol 1968
Moderna Museet
Exercisplan 4, 111 49 Stockholm, Svezia
https://www.modernamuseet.se/stockholm/en/

 

Dati correlati
AutoreAndy Warhol
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.