Settemila iniziative artistico-culturali organizzate ogni anno in Italia dalle banche. Ora l’ABI le ha raccolte in un libro: ecco cosa contiene

Un viaggio anticonformista nell’Italia e nelle banche, camminando, girando e godendo di ciò che si vede. È questo il fil rouge di La cultura delle banche oggi. Viaggio attraverso un anno di iniziative (il Mulino), pubblicazione curata da Costantino D’Orazio e appena presentata a Roma presso la biblioteca Stefano Siglienti nelle Scuderie di Palazzo Altieri. […]

Un viaggio anticonformista nell’Italia e nelle banche, camminando, girando e godendo di ciò che si vede. È questo il fil rouge di La cultura delle banche oggi. Viaggio attraverso un anno di iniziative (il Mulino), pubblicazione curata da Costantino D’Orazio e appena presentata a Roma presso la biblioteca Stefano Siglienti nelle Scuderie di Palazzo Altieri. Un tentativo di rappresentare un mosaico di eventi e progetti che ogni anno vengono organizzati dalle banche lungo il territorio nazionale. Settemila iniziative artistico-culturali tra cinema, teatro, musica e danza, che si arricchiscono della partecipazione di istituti desiderosi di sostenere la cultura coinvolgendo piccole e grandi realtà in un lavoro capillare. Un mecenatismo bancario che contribuisce ad aumentare la percezione e la reputazione delle banche restituendo loro una dimensione sociale e culturale.

DAL MUSEO VIRTUALE A INVITO A PALAZZO
Iniziative degne di nota? Ricordiamo la costituzione di un Museo Virtuale, Muvir, che accoglierà l’esposizione digitale permanente di dipinti, sculture, fregi, fotografie, ceramiche, monete e arredi, custoditi nei palazzi e nelle collezioni private delle banche italiane; Invito a Palazzo, giunta alla XIV edizione, che lo scorso anno ha permesso di visitare gratuitamente 108 palazzi di banche e Fondazioni di origine bancaria e, per la prima volta, della Banca d’Italia, in 55 città su tutto il territorio nazionale. La conoscenza del patrimonio culturale è il primo passo per programmarne e migliorarne la conservazione. L’Italia custodisce un immenso patrimonio artistico che merita di essere conosciuto dal pubblico; l’Abi (Associazione Bancaria Italiana) risponde al dovere morale di salvaguardia contribuendo attivamente alla tutela ed alla divulgazione della cultura italiana come un moderno mecenate.

Ilenia Maria Melis

www.abi.it
www.mulino.it

CONDIVIDI
Ilenia Maria Melis
Ilenia Maria Melis nasce a Roma nel 1980. È laureata in Storia e Conservazione del Patrimonio Artistico presso l’Università degli Studi Roma Tre con la tesi sperimentale “Terracotta architettonica con Dioniso e pantera alla Galleria Borghese”. Da sempre amante dello studio, predilige il settore archeologico, affascinata probabilmente dagli splendori antichi della Capitale. Sostenitrice della cultura, spazia dalla passione per l’arte, a quella per l’enogastronomia, dalla danza alla lettura; ama visitare i musei e imparare sempre cose nuove. Amante delle auto d’epoca, è consigliere di uno dei più importanti club di auto d’epoca e di interesse storico di Roma, la Scuderia Campidoglio. Attualmente collabora come blogger per [email protected] e come giornalista con la testata Lungotevere.net. Ama scrivere e descrivere la cultura con trasporto e sentimento cercando di affascinare il lettore grazie a una spiccata sensibilità. Desidera intraprendere la carriera giornalistica. Non dimentica di volgere lo sguardo anche verso il prossimo; infatti, è molto attiva nel volontariato con bambini e giovani.