A Savigliano inaugura l’Accademia Europea delle Essenze. Si chiama Múses e vuole raccontare il territorio piemontese attraverso profumi ed essenze, tra workshop e installazioni artistiche

Un laboratorio, un museo, un atelier, un palazzo storico: è tutto questo il Múses, l’Accademia Europea delle Essenze che aprirà le sue porte al pubblico il 27 settembre, a Savigliano, ad una trentina di chilometri da Cuneo. Che cosa si potrà trovare nei due piani e nella corte al pianterreno del seicentesco Palazzo Taffini d’Acceglio? Laboratori […]

Il laboratorio del Múses, Accademia Europea delle Essenze

Un laboratorio, un museo, un atelier, un palazzo storico: è tutto questo il Múses, l’Accademia Europea delle Essenze che aprirà le sue porte al pubblico il 27 settembre, a Savigliano, ad una trentina di chilometri da Cuneo.
Che cosa si potrà trovare nei due piani e nella corte al pianterreno del seicentesco Palazzo Taffini d’Acceglio? Laboratori didattici con innovative postazioni multimediali, workshop, installazioni artistiche e percorsi dedicati alla storia dei profumi e alla sperimentazioni più contemporanee nel settore.
In un territorio come il Piemonte, tra i primi nella produzione di erbe officinali e aromatiche, mancava un luogo dedicato all’antica arte dei profumi, un museo che raccontasse il territorio attraverso le sue peculiarità olfattive e la ricchezza della biodiversità vegetale; uno spazio dove imparare le tecniche di estrazione delle materie prime, riconoscere le essenze, combinarle e inventare nuovi accostamenti.
L’arte farà la sua, arricchendo il percorso museale con una serie di opere e installazioni site-specific, commissionate ad artisti nazionali e internazionali, tra cui la fotografa di origine slovena Špela Volčič. Per lasciarsi sedurre – a livello estetico e sensoriale – dall’affascinante universo delle essenze.

– Marta Pettinau

Múses, Accademia Europea delle Essenze
Opening 27 settembre
Palazzo Taffini d’Acceglio
Via Sant’Andrea, 53, Savigliano (CN)

www.musesweb.it

CONDIVIDI
Marta Pettinau
Marta Pettinau nasce ad Alghero nel 1984, dove al momento vive e lavora. Ma con la valigia in mano. Laureata a Sassari in Scienze dei Beni Culturali, ha conseguito nel 2011 la laurea specialistica in Progettazione e Produzione delle Arti Visive presso lo IUAV di Venezia, con una tesi dal titolo “La Biennale Internazionale di Istanbul. Storia, luoghi, esiti di una biennale post-periferica”. Co-curatrice del progetto RI-CREAZIONE per 1:1projects, a Roma, nel 2009; nello stesso ha curato la collettiva Verso Itaca presso Metricubi, a Venezia. Ha collaborato con l’ufficio stampa del Festival dell’Arte Contemporanea di Faenza. Ora è curatrice indipendente e giornalista freelance.