Giuseppe Stampone partecipa a Miss Italia. No, nessuna ironia: l’artista disegna le magliette delle candidate miss, con il volto di Sophia Loren

Lui è un artista non certo nuovo alla trasversalità espressiva, anche nei supporti scelti per le sue opere. Dalle cartoline ai pacchi postali, con i quali ha recentemente vinto un concorso indetto proprio da Poste italiane. Non stupisce quindi che una creazione di Giuseppe Stampone – di lui si parla – sia andata a finire […]

Lui è un artista non certo nuovo alla trasversalità espressiva, anche nei supporti scelti per le sue opere. Dalle cartoline ai pacchi postali, con i quali ha recentemente vinto un concorso indetto proprio da Poste italiane. Non stupisce quindi che una creazione di Giuseppe Stampone – di lui si parla – sia andata a finire sulle magliette delle candidate a Miss Italia. L’occasione, che diventa anche l’oggetto dell’opera? Sophia Loren, proclamata Miss Italia ad honorem e omaggiata con l’intitolazione a lei del Lungomare di Jesolo.
Omaggiata dunque anche dall’artista, che sulle t-shirt – le vedete nella fotogallery – ha realizzato un disegno del suo volto con la classica tecnica del disegno a penna Bic. “La Loren è una ‘icona’, è la bellezza ideale alla quale niente si può togliere o aggiungere senza comprometterne l’armonia”, ha dichiarato Stampone al sito missitalia.it. “Non avrei mai potuto cambiare o arricchire l’immagine: è come se avessi voluto ritoccare la Venere di Milo. Ho dato di lei il ritratto semplice, ma monumentale, che ognuno conserva nella mente e nel cuore”.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.