Michelangelo, tra Firenze e Modena. Al via la grande mostra sui rapporti tra il Maestro e il Novecento. Tutte le foto di Casa Buonarroti

Cresce la lista degli eventi, grandi e piccoli, dedicati alla mitologica figura di Michelangelo Buonarroti, nell’anno del 450° anniversario della sua morte. A breve distanza dall’inaugurazione della mostra ai Musei Capitolini di Roma, curata da Elena Capretti, Sergio Risaliti e Cristina Acidini, arriva una nuova esposizione, stavolta a Firenze, proprio negli spazi di Casa Buonarroti. Michelangelo […]

Michelangelo e il Novecento, Casa Buonarroti, Firenze - foto Valentina Silvestrini

Cresce la lista degli eventi, grandi e piccoli, dedicati alla mitologica figura di Michelangelo Buonarroti, nell’anno del 450° anniversario della sua morte. A breve distanza dall’inaugurazione della mostra ai Musei Capitolini di Roma, curata da Elena CaprettiSergio Risaliti e Cristina Acidini, arriva una nuova esposizione, stavolta a Firenze, proprio negli spazi di Casa Buonarroti. Michelangelo e il Novecento, a cura di Emanuela Ferretti, Marco Pierini e Pietro Ruschi, ha aperto i battenti ieri, 17 giugno, mentre per il 19 è previsto l’opening della sezione modenese, presso la Galleria Civica, dove sono approfondite le influenze che il genio cinquecentesco ha esercitato sugli artisti contemporanei più recenti. A Firenze, invece, sono esposte operedegli inizi del secolo scorso, fino ad arrivare agli anni Settanta, insieme ad alcuni straordinari disegni del Maestro.
Una mostra – strutturata insieme a un team di studiosi e ricercatori italiani, a cui si è aggiunta Alina Payne, docente di Storia dell’architettura alla Harvard University – che si articola dunque in due segmenti e che prova a tracciare una linea complessa, fatta di echi, influssi, corrispondenze: dalla straordinaria esperienza rinascimentale di uno dei più grandi artisti della storia occidentale, ai percorsi dell’arte, del design e dell’architettura definitisi nell’arco degli ultimi cento anni. Un dialogo continuo, a volte silenzioso, altre marcato e sorprendente, che ha testimoniato l’evoluzione della lettura critica fiorita intorno a Michelangelo: via via abbandonata la retorica sul suo titanismo eroico, dagli anni Quaranta in poi sono emersi gli aspetti più moderni, eclettici ed intellettuali di una complessa ricerca formale, edificata su basi filosofiche.
Tra gli artisti selezionati per la mostra a Casa Buonarroti anche Mario Ceroli, Tano Festa, Renato Guttuso, Vassily Kandinsky, Le Corbusier, Arturo Martini, Alberto Giacometti, Emilio Greco, Giò Ponti, Aldo Rossi, Henry Matisse, Bruno Zevi. Vi raccontiamo qualcosa dell’opening fiorentino, con una carrellata di immagini.

–   Helga Marsala

 Michelangelo e il Novecento
Casa Buonarroti – via Ghibellina 70, Firenze
Galleria Civica / Palazzo Santa Margherita – Corso Canalgrande 103, Modena
www.casabuonarroti.it