Inaugurata in Liguria la Casa Museo Jorn. Nel centenario della nascita del grande artista danese, aprono al pubblico l’atelier e la collezione d’arte: ecco le immagini

Lui giunse per la prima volta ad Albisola (Savona) nel 1954, su invito dei pittori milanesi Enrico Baj e Sergio Dangelo, animatori del Movimento Arte Nucleare. All’epoca aveva già alle spalle importanti esperienze artistiche internazionali in Europa. Parliamo – qualcuno l’avrà già capito – dell’artista danese Asger Jorn, uno dei fondatori del gruppo CO.BR.A., formatosi […]

Lui giunse per la prima volta ad Albisola (Savona) nel 1954, su invito dei pittori milanesi Enrico Baj e Sergio Dangelo, animatori del Movimento Arte Nucleare. All’epoca aveva già alle spalle importanti esperienze artistiche internazionali in Europa. Parliamo – qualcuno l’avrà già capito – dell’artista danese Asger Jorn, uno dei fondatori del gruppo CO.BR.A., formatosi a Parigi con Fernand Léger, in seguito uno dei fondatori dell’Internationale Situationniste. E dalla metà del Novecento molto legato all’Italia, e in particolare a questo lembo di Liguria, dove nel 1957 acquistò un’antica casa colonica sulle alture di Albissola Marina, trasformandola in un’opera d’arte totale “nella quale architettura, natura, arti decorative e plastiche compongono un’unità organica e senza soluzione di continuità”.
Nel 1973, poco prima di morire, Jorn lasciò in eredità la proprietà e la collezione d’arte al Comune di Albissola Marina perché venisse aperta al pubblico come museo. Ora – dopo oltre 40 anni, ma siamo pur sempre in Italia – questa volontà giunge a compimento. Nello scorso weekend, nell’anno in cui si celebrano i cento anni dalla nascita dell’artista, è stata ufficialmente inaugurata la Casa Museo Jorn. Dimora e atelier dell’artista, circondata da un lussureggiante giardino a fasce sulla collina di Albissola Marina, la struttura è stata musealizzata su progetto dello Studio Archipaes & Partners: noi ve la mostriamo nell’ampia fotogallery…

www.comune.albissolamarina.sv.it

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • Simona

    Bellissima !!!

  • Bellissima Villa Jorn finalmente restaurata!!