Al via a Bologna la prima “Settimana del libro e della cultura per i ragazzi”, con laboratori, incontri, mostre. E le più belle immagini di illustratori internazionali per l’infanzia

Nell’epoca dei nativi digitali, bambini e ragazzini che l’alfabeto informatico hanno iniziato a masticarlo quasi insieme a quello della lingua propria, il ruolo dei libri diventa, come e più di prima, imprescindibile. Le ultime generazioni leggono poco e niente, con gravi ricadute sul piano dell’analisi del testo, della proprietà di linguaggio, dell’esercizio dell’immaginazione, della stessa […]

Mafalda

Nell’epoca dei nativi digitali, bambini e ragazzini che l’alfabeto informatico hanno iniziato a masticarlo quasi insieme a quello della lingua propria, il ruolo dei libri diventa, come e più di prima, imprescindibile. Le ultime generazioni leggono poco e niente, con gravi ricadute sul piano dell’analisi del testo, della proprietà di linguaggio, dell’esercizio dell’immaginazione, della stessa formazione culturale. Fenomeno che l’Italia conosce da sempre, ma che l’esplosione dei nuovi media ha acuito non di poco. Educare alla lettura – così come ad un approccio intelligente alla tecnologia – è l’unica possibilità che c’è.
Ecco allora che realtà come la “Fiera del Libro per Ragazzi”, manifestazione bolognese leader mondiale nel settore, diventano alleate preziose. In questo primo scorcio di primavera la Fiera apre le porte al suo pubblico di bambini, adolescenti, scuole e famiglie,  realizzando la prima “Settimana del libro e della cultura per i ragazzi”, intitolata Non ditelo ai grandi. Al centro c’è una grandissima libreria internazionale, con le novità editoriali più significative, oltre a un fitto palinsesto con duecento appuntamenti tra incontri con autori, laboratori (suddivisi nelle sezioni Cibo, Natura, Arte), convegni e una serie di mostre di illustrazione.

Anna ed  Elena  Balbusso - Isadora  Duncan
Anna ed Elena Balbusso – Isadora Duncan

E sono ben nove le mostre allestite al padiglione 33. Tra queste Lettori di carta – Illustrazioni dal mondo celebrano la lettura, che espone le tavole di sessanta illustratori provenienti da quattoridici Paesi, chiamati ad illustrare l’atto del leggere, declinato attraverso situazioni banali, insolite, divertenti: in viaggio, abbarbicati tra i rami di un albero, nel rigore di una biblioteca, tra gli scaffali di una libreria, accovacciati in poltrona, durante una vacanza, tra le coperte prima di spegnere la luce e persino nei sogni.
Per le bambine appassionate di tutù e scarpette con le punte, c’è una chicca dal titolo Infanzia e Danza, con tre grandi illustratori, tra i tanti che hanno illustrato le pagine dei più bei libri per ragazzi dedicati alla danza: le pluripremiate gemelle Anna ed  Elena  Balbusso, che interpretano  con tratto delicato  e lirico la  divina  Isadora  Duncan;  Eva  Montanari, che ridisegna  le  inoniche ballerine ottocentesche di  Edgard  Degas; il russo Vladimir  Radunsky,  che con le sue  immagini  accompagna  il racconto  di un mito assoluto come Michael  Baryshnikov.
Ancora mostre, stavolta per gli amanti dei fumetti, con un evento dedicato ai cinquant’anni di Mafalda, la prodigiosa “bambina filosofica” nata dalla matita di Quino: l’esposizione ripercorre la storia del personaggio, partendo della sua nascita e passando in rassegna i caratteri dei diversi personaggi che la circondano, le mitiche strisce e i temi universali che sbucano tra le sue lapidarie riflessioni, dalla famiglia alll’amicizia, dalla scuola alla politica.
Infine, una bella novità per i piccoli collezionisti in erba, o per collezionisti adulti appassionati del mondo dell’infanzia: arriva per la prima volta in Italia “La Maison est en carton”, casa editrice con sede nell’antica regione dell’Aquitania, specializzata nella produzione di stampe in edizione limitata di illustrazioni per bambini. Veri e propri multipli d’autore, firmati e numerati da artisti come Gilles Bachelet, Julia Chausson, Icinori, Benjamin Chaud, che hanno concesso per l’occasione le loro tavole originali.
Appuntamento a Bologna, dal 22 al 27 marzo 2014, per un evento  cura di BolognaFiere, in collaborazione con Giannino Stoppani Cooperativa Culturale.

– Helga Marsala

www.settimanadellibroperragazzi.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.