Guida sintetica ad ArtVerona 2013. Palinsesto fitto, vario e molto sperimentale, per la prima fiera della stagione. Ecco un prospetto per orientarsi meglio

Al via la nona edizione di ArtVerona (10-14 ottobre 2013), la fiera d’arte moderna e contemporanea della città scaligera, che vede confermato al timone Andrea Bruciati, nella veste di direttore artistico, al fianco di Massimo Simonetti, patron dell’evento. Una fiera che continua a crescere  – nei numeri e nella qualità – e che sempre più conferma […]

ArtVerona 2012 - L'opera di Michele Spanghero vincitor del concorso Icona (galleria Mario Mazzoli, Berlino)

Al via la nona edizione di ArtVerona (10-14 ottobre 2013), la fiera d’arte moderna e contemporanea della città scaligera, che vede confermato al timone Andrea Bruciati, nella veste di direttore artistico, al fianco di Massimo Simonetti, patron dell’evento. Una fiera che continua a crescere  – nei numeri e nella qualità – e che sempre più conferma la sua vocazione sperimentale e innovativa. Moltissimi eventi, indoor e outdoor, con i riflettori puntati sulle gallerie di ricerca, i talenti emergenti, gli spazi indipendenti e i collettivi, la nuova editoria, la musica e il teatro contemporanei. Identità e ruolo ben definiti, dunque, per distinguersi nel vasto panorama fierisico nazionale, senza dimenticare però il lavoro di rafforzamento su fronte istituzionale: molti musei nazionali coinvolti, importanti collezionisti, gallerie affermate e una rete di collaborazione con spazi pubblici cittadini.
Per orientarsi nella selva di mostre, videorassegne, talk, spettacoli e special projet, eccovi un menu completo – o quasi – con tutte le coordinate, per non perdervi nemmeno uno dei rendez-vous di ArtVerona 2013.

Capsules

a cura di Andrea Bruciati
Padiglione 10 – area talk

Capsules è la denominazione di On Stage per l’edizione 2013 di ArtVerona. Ogni anno una piattaforma d’indagine sull’arte contemporanea, per la promozione della ricerca. Curatori, artisti, galleristi e operatori culturali, tutti accomunati da esperienze professionali che fanno i conti con l’idea di resistenza, sono i protagonisti di sei talk coordinati da Andrea Bruciati e moderati da Daniele Capra, Eva Comuzzi e Alice Ginaldi. Dopo aver rivolto l’attenzione alle gallerie emrgenti, agli artisti under 30, ai giovani collezionisti e ai curatori delle ultime generazioni, On Stage quest’anno sposta lo sguardo sulla scena internazionale.


Independents
a cura di Fuoribiennale

Padiglione 10 e 11
Inaugurazione: venerdì 11 ottobre, a partire dalle ore 15
Talk: venerdì 11 ottobre ore 17

Il format ideato da Fuoribiennale e curato da Cristiano Seganfreddo, che per la prima volta nel 2010 ha portato al’interno di fiera d’arte moderna e contemporanea italiana le più interessanti realtà artistico-culturali sperimentali del panorama nazionale, continua ad ampliarsi ospitando quelle realtà indipendenti, che si muovono in maniera autonoma rispetto al sistema istituzionale e al mercato. Associazioni, fondazioni, collettivi, spazi no-profit: sono in tutto 25 le realtà selezionate, tra cui 4 blog e 3 spazi provenienti da Londra, Los Angeles e Atene, per un calendario di talk, performance e incontri aperti al pubblico.


Raw Zone
a cura di Andrea Bruciati

Padiglione 11

Un’area cruda, essenziale nel display, inedita nei contenuti e votata alla sperimentazione. Qui trovano spazio gallerie e operatori che investono in progetto audaci, innovativi,  riferendosi a un mercato laterale e aperto alle contaminazioni.
Partecipano: Galerie Rolando Anselmi di Berlino; Galleria Bianconi di Milano; Galleria Arte Boccanera Contemporanea di Trento; FaMa Gallery di Verona; galleriamassimodeluca di Mestre; Room Galleria di Milano; Scaramouche Art Gallery di New York; Jerome Zodo Contemporary Art Gallery di Milano.


Level 0
a cura di Andrea Bruciati

Padiglione 10

Alcuni direttori di musei e istituzioni d’arte contemporanea italiani – Cristiana Collu, Valerio Dehò, Giacinto di Pietrantonio, Alberto Salvadori, Angela Tecce, Emma Zanellahanno individuata un artista presente tra gli stand di ArtVerona, impegnandosi per promuovere il suo lavoro all’interno della propria struttura, entro il 2014, attraverso un talk, una presentazione o l’inserimento in una mostra in programma. I nomi degli artisti saranno comunicati il 13 ottobre.


Collectors for Celeste
– 1a edizione

Un nuovo concorso nato dalla sinergia tra ArtVerona e il  Premio Celeste. In palio un premio acquisto  rivolto a una delle gallerie aderenti a Raw Zone: l’opera selezionata sarà resa nota nella giornata di domenica 13 ottobre.


Le lacrime degli eroi
a cura di Eva Comuzzi e Andrea Bruciati

27 settembre – 30 ottobre 2013
Centro Audiovisivi di Verona|Biblioteca Civica

Una rassegna video, a cura di Eva Comuzzi e Andrea Bruciati, che indaga il linguaggio performativo nei suoi aspetti più innovativi,  presentando una serie di opere di autori italiani che documentano lo svolgimento di atti performativi, in cui il corpo è sempre al centro dell’indagine.


Daniel González, Romeo’s Balcony

 28 giugno – 14 ottobre 2013
Cortile della Casa di Giulietta Via Cappello, 23
Performance: venerdì 27 settembre, ore 20.45

Creata per il mitologico cortile di Giulietta, l’istallazione di González fonde l’architettura con i bisogni sociali dell’uomo, facendo sconfinare il mito di Shakespeare in un territorio tra realtà e immaginazione. Uno spazio onirico in cui rivono e si mescolano i film di Romeo e Giulietta, 8 1/2 di Fellini, Network di Sidney Lumet, Bellissima di Luchino Visconti, fino a far diventare Romeo il signore della porta accanto in perfetto stile Truffaut.


Frammenti di un discorso amoroso
a cura di Andrea Bruciati
9 ottobre – 10 novembre 2013

Quattro collezionisti, ospiti di altrettante strutture museali veronesi, si fanno testimoni di quell’importante colloquio orizzontale che si instaura fra l’opera d’arte, lo spazio espositivo e la figura del collezionista.

Giorgio Fasol > Museo Lapidario Maffeiano | Piazza Bra’, 28

Lorenzo Lomonaco > Chiesa Di San Giorgetto | Piazza S. Anastasia

Alberto Marangon > Casa Di Giulietta | Via Cappello 23

Marco Martini > Museo Civico di Storia Naturale | Lungadige di Porta Vittoria 9


TheatreArtVerona
/ Ancora un fremito, ancora un sussulto
a cura di Paolo Valerio e Simone Azzoni – in collaborazione con il Teatro Stabile di Verona

3 settembre – 25 novembre 2013

Fra il Teatro Nuovo, il Piccolo Teatro di Giulietta e l’Alcione, un percorso attraverso musica, teatro, editoria, performance, scandito da contaminazioni, collisioni, scambi tra scene, codici, linguaggi, e intuizioni utopiche. Tra i protagonisti della rassegna anche Michael Nymann, Compagnia TeatrificioEsse, Iaia Forte / Leonardo Zunica e la musica di Erik Satie.

 

Giorgio Vigna, Stati Naturali
a cura di Paola Marini

 11 ottobre 2013 – 6 gennaio 2014
Museo di Castelvecchio
 – Corso Castelvecchio, 2
Inaugurazione, venerdì 11 ottobre ore 19.30

Un mostra, rappresentata al meglio dalla metafora dell’acqua, che vede una serie di interventi dell’artista disseminati lungo gli spazi del museo, in una relazione intima e inedita con le opere antiche conservate in collezione.  Un percorso poetico, che va dal giardino fino alla Sala Boggian.


ArtVeronaTalk
incontri, presentazioni, dibattiti

Padiglione 10
10 – 13 ottobre 2013

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • Stefan S

    E’ una follia che si investano ancora danari per una fiera mediocre, con gallerie mediocri a una settimana da Frieze, a due da Fiac, a un mese da Artissima, nel periodo di 3 tra le fiere piu importanti del mondo.
    Chissa cosa passa per la testa ai partecipanti

  • Non sottovalutare il pubblico di Verona, la gran parte a Frieze e al Fiac non ci andrà mai…

  • Paola

    Il pubblico di verona è un pubblico per quel tipo di gallerie, anche loro non andranno mai a frieze e fiac.

  • pneumatici michelin

    va beh forse non è granchè ma perchè tutto il mercato dovrebbe andare a confluire su artissima o frieze? me lo sapete spiegare con concetti sempici?
    il mondo non è forse bello perchè vario?

  • Marco

    Beh una risposta potrebbe essere che il ‘settore arte’ italiano non nasce come luogo di mercato puro, quindi forse sarebbe meglio averne poche ma buone e mirate che tante ma in una grande babele pur di farci rientrare chiunque. In italia siamo bravi a creare concorrenza inutile che sfianca tutti. Basterebbe dividersi i ruoli a tavolino.
    Anche miart e’ qualcosa di superfluo, perlomeno arriva in un periodo dell’anno lontano da torino…finche dura’.

  • Pneumatici michelin

    Non capisco bene l’osservazione sul fatto che
    Il settiore arte italiano non nascerebbe come
    Mercato puro . Vuoi dire che ci dovrebbe essere
    Qualcuno che al di fuori del mercato dovrebbe
    Stabilire cosa ci deve stare inuna fiera e cosa no?
    Che qualcuno fuori dal mercato dovrebbe stabilire
    Quale fiera aprire e quale chiudere?
    Inoltre se qualcuno non si allinea ad artissima e
    Frieze é un sabitatore del sistema italiano?
    Ma di quale sistema parli? Quale sarebbe l’organigramma?