Roma Updates: l’incubo parcheggiatori abusivi fuori alla fiera è risolto? No, quest’anno è pure aumentato. Ecco il video sullo scandalo di Testaccio

Roba che in qualsiasi altra capitale occidentale andrebbe in prima notizia sul tg delle otto di sera. Qui invece, tutto normale. Intere piazze del centro storico sequestrate dal racket dei parcheggiatori abusivi che infastidiscono, decidono loro come e dove, chiedono soldi in cambio di minacce, aggrediscono addirittura anziani disabili, rubano interi brani di suolo pubblico […]

Questo parcheggiatore è da anni l'indisturbato proprietario di una intera piazza del rione di Testaccio a Roma

Roba che in qualsiasi altra capitale occidentale andrebbe in prima notizia sul tg delle otto di sera. Qui invece, tutto normale. Intere piazze del centro storico sequestrate dal racket dei parcheggiatori abusivi che infastidiscono, decidono loro come e dove, chiedono soldi in cambio di minacce, aggrediscono addirittura anziani disabili, rubano interi brani di suolo pubblico con cassette e cartoni per poi lasciarli solo a chi offre di più, interloquiscono con la Polizia Municiale che, quando arriva, si fa due chiacchiere con il guardiamacchine di turno e poi se ne va (visto con i nostri occhi).
Non proprio una situazione che mette a proprio agio chi, come gli organizzatori di Roma Contemporary, debbono fare di tutto per ingenerare una situazione favorevole allo scambio economico, all’affare, al business. Quale collezionista –immaginatevi uno straniero- è disposto ad accettare un suk simile subito fuori ad una fiera? E pensare che il Comune di Roma –che per questa situazione dovrebbe essere condannato alla Corte de L’Aia- gli spazi, specie quelli della Pelanda, li fa pure profumatamente pagare pur nella manifesta incapacità di garantirne la decenza e la fruibilità.

Nella struttura in vetro che si vede sullo sfondo in qualche fotogramma del nostro ‘documentario’ è stato realizzato un ampio parcheggio interrato. A seguito di questo tutta l’area antistante all’ex Mattatoio doveva essere pedonalizzata anche e soprattutto per toglierla di mano alla mafia dei parcheggiatori. Così non è stato e quest’anno la situazione è pure peggiore dello scorso anno: i parcheggiatori che non ricevono un somma che reputano sufficiente per “controllare” le vetture, rincorrono galleristi, addetti ai lavori e collezionisti fin dentro ai corridoi della fiera. Chi ha risposto a brutto muso si è sentito spiegare che “qui comandiamo noi“, come nel Far West.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Che tristezza…

  • AMI

    Bravi!!!!
    Responsabilità totale del comune di roma.