Comincio da OTTO. A Firenze lo spazio espositivo di Olivia Toscani

“Un punto di riferimento e una metaforica radura dove ritrovarsi per gli amanti dell’arte, viaggiatori curiosi e collezionisti, soprattutto un laboratorio di produzione d’idee, di progetti e oggetti dove il linguaggio dell’arte si confronta con la quotidianità. Un’occasione di collaborazione tra gli artisti e i maestri artigiani depositari di esperienze antiche, curiosi di nuove sperimentazioni”. […]

Un punto di riferimento e una metaforica radura dove ritrovarsi per gli amanti dell’arte, viaggiatori curiosi e collezionisti, soprattutto un laboratorio di produzione d’idee, di progetti e oggetti dove il linguaggio dell’arte si confronta con la quotidianità. Un’occasione di collaborazione tra gli artisti e i maestri artigiani depositari di esperienze antiche, curiosi di nuove sperimentazioni”. Così si presenta OTTO luogo dell’arte, il nuovo spazio espositivo che inaugura domani 16 marzo a Firenze, in via Maggio 43. Padrona di casa Olivia Toscani, figlia d’arte: suo padre è il celebre fotografo Oliviero, la madre, Agneta Holst, è stata tra gli animatori dello storico studio di arte e design milanese Megalopoli. Ad affiancarla, nel ruolo di art director, Mauro Lovi: sua la prima mostra, “Radura”.

www.ottoluogodellarte.it

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.