Una Stanza tutta per sé – GamFratesi

Roma - 22/11/2017 : 22/12/2017

Terza edizione di "Una Stanza tutta per sé" al Cantiere Galli Design: questa volta è il turno di GamFratesi con il progetto "Ordine Gigante".

Informazioni

Comunicato stampa

GamFratesi sono i nuovi protagonisti del progetto culturale di Domitilla Dardi “Una stanza tutta per sé”: il duo creativo italo-danese ha realizzato un allestimento scenografico intitolato “Ordine Gigante”, che sarà inaugurato mercoledì 22 novembre a Cantiere Galli Design.

Come per le altre edizioni di questa rassegna, l’installazione site-specific si basa sul tema del “Personale/Condiviso” sviluppato dai designer con estrema libertà espressiva.

“Non esiste per noi una particolare distinzione tra personale e condiviso. Lo spazio è caldo e ritmico, caratterizzato dalla presenza di un daybed bifacciale che invita alla comunicazione, all’informalità e al racconto


Lo spazio si offre per suggerire un´azione per noi di fondamentale importanza: Pensare.
Per farlo abbiamo pensato all´aiuto di giganti e maestri immaginari che spingono (e sostengono) le pareti di questa stanza, cercando di dare spazio a grandi pensieri”.
GamFratesi

Superare il conflitto tra opposti, pur mantenendone la dialettica: questo uno dei tratti distintivi della coppia progettuale GamFratesi. Femminile-maschile, freddo-caldo, creatività-controllo sono tutti elementi che possono essere posti in un confronto costruttivo, se a ordinarli è la chiarezza visiva e mentale.
Così anche lo spazio personale e quello condiviso possono trovare una conciliazione. Stine Gam ed Enrico Fratesi creano qui un interno pulito ma non freddo, conviviale sebbene silenzioso, delimitato ma aperto. In questa stanza si sono ritagliati un luogo dove pensare, uno spazio di concentrazione che genera benessere, ben sapendo che solo in un ambiente confortevole possiamo attingere alla nostra immaginazione profonda. L’idea nasce in pubblico o privato, di giorno o di notte, ma sempre quando siamo a nostro agio. In quel momento è come se intuizioni ed emozioni trovassero un ordine. In un istante le lezioni dei grandi del passato ci tornano alla mente in un sussurro lieve. Questa stanza è sorretta da giganti (come i telamoni e le cariatidi dei palazzi di Roma), che aprono la nostra visione e ci ricordano che tutto ha un peso; anche la materia dei pensieri.


Il progetto “Una stanza tutta per sé”, curato da Domitilla Dardi, è stato fortemente voluto da Cantiere Galli Design, il primo Interior Design Center di Roma, diretto da Eleonora Galli. Situato nelle vicinanze del Gazometro, è realtà unica nel suo genere, che colma un grande vuoto dell’offerta professionale di rivendita e consulenza nel mondo del design. Coinvolgendo sia le grandi aziende del design italiano e internazionale sia brand emergenti, lo spazio offre un’attenta selezione di materiali e prodotti a supporto delle idee dei professionisti del settore.

GamFratesi | Biografia
Stine Gam è nata a Copenhagen, in Danimarca nel 1975. Laureata architetto con un master in Furniture Design. Enrico Fratesi è Italiano nato nel 1978. Ha studiato architettura e si è laureato con un master in Design industriale. Gam e Fratesi hanno acquisito esperienza come architetti in diversi studi in Giappone e Scandinavia prima di stabilire il proprio studio di design nel 2006, a Copenhagen.
Il linguaggio di GamFratesi si sviluppa come una fusione tra rinnovamento e tradizione, in un approccio sperimentale sui materiali e le tecniche utilizzate. Con la loro duplice tradizione, Stine Gam ed Enrico Fratesi disegnano sulla base del mobile classico Danese fondato sull’artigianalità, integrando un approccio Italiano al progetto tipicamente concettuale. GamFratesi mirano a creare prodotti che chiaramente illustrano il processo e le tecniche che lo hanno creato, riflettendo un'esplorazione persistente della zona di confine tra armonia e disarmonia.
GamFratesi hanno ricevuto importanti riconoscimenti, tra cui Elle Decoration International Design Award (EDIDA) come International Young Designer of the Year 2013, Guest of Honor Stockholm Furniture e Light Fair 2014, Good Design Award by Chicago Atheneum Museum of Architecture, Best Danish Designer 2012 by Bolig Magazine, Best Danish designer 2009 by RUM e Finn Juhl Prize nel 2015.