Spencer Finch – Rome Project

Roma - 19/10/2011 : 20/01/2012

La mostra riunisce una serie di opere espressamente ispirate alla storia e alla tradizione artistica della città di Roma.

Informazioni

Comunicato stampa

La galleria Erica Fiorentini è lieta di presentare Rome Project, la prima
mostra personale a Roma dell¹artista americano Spencer Finch, che si
inserisce nel programma espositivo dedicato alla esplorazione dell¹uso della
luce nella ricerca artistica conntemporanea.

La mostra riunisce una serie di opere espressamente ispirate alla storia e
alla tradizione artistica della città di Roma. Finch, il cui lavoro è da
sempre centrato sull¹analisi della luce, presenta un¹installazione luminosa
ispirata all¹oculus del Pantheon, l¹apertura circolare al centro della
cupola del monumento, unica fonte di luce naturale che ne illumina
l¹interno



Le installazioni luminose di Finch ­ imponenti e leggere allo stesso tempo ­
creano un ponte ideale tra lo spazio presente e la memoria antica.
Piuttosto che raffigurare i contorni fisici di una scena l¹artista evoca il
momento e l¹atmosfera di un luogo attraverso il controllo della qualità
della luce, del colore e di altre percezioni sensoriali. In questo modo egli
traduce un¹esperienza fisica in un evento estetico.
Come nel caso della serie di opere su carta presenti in mostra, ³Red study²:
uno studio delle differenti gradazioni di rosso della veste di papa
Innocenzo X, che traccia un¹ideale linea di continuità con il ritratto di
Velasquez della Galleria Doria Pamphilj, di cui Finch ha mantenuto le
misure originali (140x120) e quello altrattanto noto di Bacon.


Spencer Finch (1962, New Haven, Connecticut) ha esposto nei più importanti
musei e gallerie di tutto il mondo.
Nel 2004 ha partecipato alla Biennale del Whitney, nel 2007 la prima
retrospettiva al MASS MOCA Museum (Massachusetts), la sua ultima personale
alla Corcoran Gallery di Washington nel 2010. Ha partecipato a diverse
rassegne internazionali, come la 53 Biennale di Venezia nel 2009, invitato
da Daniel Birnbaum, e 50 lune di Saturno, la seconda Triennale di Torino nel
2008. Vive e lavora a Brooklyn (New York).