Sentimiento Nuevo

Bologna - 07/06/2011 : 07/06/2011

Il MAMbo è teatro di un vivace dibattito sullo stato della critica e della scrittura d’arte oggi in Italia.

Informazioni

Comunicato stampa

ENTIMIENTO NUEVO
Incontri sulla nuova critica e scrittura d’arte in Italia
A cura di Davide Ferri e Antonio Grulli
MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna
dal 7 giugno 2011
Qual è lo stato della nuova critica d’arte in Italia?
Chi sono le sue figure di riferimento?
Come è cambiata la scrittura d’arte nell’epoca dei curatori?
E’ possibile trovare una nuova scala di valori, un nuovo vocabolario,
nuovi modelli narrativi per la critica d’arte?
È vero che in Italia si scrive molto ma si legge poco anche tra gli addetti
ai lavori?
Quali sono gli articoli e i saggi più importanti degli ultimi dieci anni?
Siamo ancora in grado di racchiudere la scena dell’arte italiana attuale in
un pensiero critico forte, capace di imporsi anche fuori dai nostri confini?
Quali punti di forza e carenze possiedono le nuove riviste e case editrici?
Esiste uno spazio di dibattito critico sui quotidiani e i principali mezzi di
comunicazione?
Perché in Italia i musei faticano a costituirsi come istituzioni in cui una
comunità di artisti, critici, curatori, galleristi, collezionisti, scrittori, editori,
possano raccogliersi attorno ad un pensiero critico?
Sentimiento Nuevo, rassegna a cura di Davide Ferri e Antonio Grulli,
prende avvio da questi interrogativi per indagare, attraverso una serie di
appuntamenti distribuiti tra giugno e ottobre 2011, il mondo della scrittura
e della critica d’arte. Il progetto non ha la forma di una mostra classica,
ma si articola in tavole rotonde, conferenze, letture e momenti
maggiormente performativi, anomali ed estemporanei.
La proliferazione di riviste, free-magazine e blog, la tendenza degli artisti
ad entrare nel vivo del dibattito con articoli e testi, la necessità di
ricomporre, in un discorso unitario e coerente, ciò che troppo spesso è
apparso frammentario e irriducibile ad una possibilità di lettura, sono solo
alcune delle ragioni che rendono necessario un confronto sul medium
scrittura, che per molti anni è stato trascurato a vantaggio di altre
pratiche e modalità.
Sentimiento Nuevo ha come sede principale la sala conferenze del
MAMbo, interamente trasformata da un intervento di Flavio Favelli in
collaborazione con gli studenti del corso di Comunicazione e Didattica
dell’Arte tenuto presso l’Accademia di Belle arti di Bologna. Uno spazio di
lavoro che lungo i mesi si ridefinisce continuamente come teatro di
incontri e luogo di sedimentazione di opere, materiali e tracce che fanno
da corollario agli eventi. Parte dei materiali per la realizzazione
dell’ambiente-opera (un vero e proprio laboratorio aperto al pubblico e
agli scambi) provengono dalla ex Libreria Palmaverde del poeta Roberto
Roversi e sono stati gentilmente concessi a Flavio Favelli da Coop
Adriatica.
Si parte il 7 giugno alle ore 15.00 con una tavola rotonda che coinvolge
Edoardo Bonaspetti (editore di Mousse Magazine), Luca Cerizza (critico
d’arte e curatore), Vincenzo Latronico (scrittore e critico d’arte), Norma
Mangione (gallerista), Gianfranco Maraniello (direttore MAMbo), Luca
Trevisani (artista) e con il contributo scritto di Caterina Riva (direttrice
Artspace, Auckland NZ). Un incontro aperto al pubblico volto a delineare i
contorni teorici e pratici del progetto.
Viene anche presentato il primo numero di un’agile collana di
pubblicazioni, che accompagna il progetto durante tutto il suo
svolgimento, disegnata da Filippo Nostri.
A seguire, alle ore 18.00 in Sala Conferenze ha luogo Conversazione ,
tavola rotonda nell’ambito della mostra di ZimmerFrei in corso al MAMbo.
Partecipano gli artisti Massimo Carozzi, Anna de Manincor e Anna Rispoli,
il curatore Stefano Chiodi, Francesca Pietropaolo e un ospite
internazionale d’eccezione: Robert Storr (curatore, critico d’arte e artista,
direttore della Biennale Internazionale d'Arte di Venezia nel 2007).
Quest’ultimo presenta al pubblico il suo volume più recente: In direzione
ostinata e contraria, edito da Libri Scheiwiller.
A conclusione della giornata, dalle ore 20.00, ha luogo The Reading (With
Us In The Nature), una lettura di poesie all’aperto (nel Giardino del
Cavaticcio adiacente al museo) che coinvolge circa cinquanta tra artisti,
critici, curatori, galleristi, collezionisti, invitati a selezionare e leggere una
breve poesia.