Maya Venkova – Woodland & LandEscape

Roma - 05/02/2013 : 26/02/2013

In mostra un progetto di 14 fotografie in bianco e nero. Sono presentate in una linea continua che forma un paesaggio in orizzonte. L'uso di questa costruzione è per creare un riferimento ai limiti che abbiamo approvato nel prendere parte all'esistenza di tutti i giorni restringendo così i limiti del campo della natura.

Informazioni

  • Luogo: CINEMA FARNESE
  • Indirizzo: Campo Dè Fiori 56 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 05/02/2013 - al 26/02/2013
  • Vernissage: 05/02/2013 ore 18.30
  • Autori: Maya Venkova
  • Generi: fotografia, personale

Comunicato stampa

Il progetto fotografico "LANDESCAPE" fa parte di una ricerca sul soggetto di paesaggio naturale in relazione al modo in cui ci si rapporta al suo aspetto selvaggio in un moderno stile di vita organizzato dalla tecnologia. Il lavoro fa riferimento alla sensazione di straniamento che si prova quando ci si trova nella libera vastità del mondo della natura ; essa infatti ai giorni nostri ha preso il posto "dell'altro"e dello sconosciuto. Non è lontano un posto in cui ci si sente a disagio, un luogo spesso caratterizzato dall'interazione distruttiva tra l'uomo e l'ambiente

Il lavoro esplora la comprensione romantica della natura e del suo potere sulle emozioni umane creando così un sentimento inquietante che vediamo in qualcosa di perso : un Eden, o nostalgia per una "condizione originale" oltre il tempo, un passato immaginato come luogo o come condizione estranea al raggiungimento. Si sta cercando di trovare quell'intimità persa con la natura, non solo associata ad un passato ormai troppo lontano ma anche come un futuro ideale. Il presente comunque, dalla natura, rimane in esilio.

La serie LANDESCAPE consiste in un progetto di 14 fotografie in bianco e nero. Sono presentate in una linea continua che forma un paesaggio in orizzonte. L'uso di questa costruzione è per creare un riferimento ai limiti che abbiamo approvato nel prendere parte all'esistenza di tutti i giorni restringendo così i limiti del campo della natura.