Festival Internazionale di Cortometraggi di Documentari e Sceneggiature. Proiezioni, incontri, performance e un'opera di Blue & Joy.

Informazioni

Comunicato stampa

Festival Internazionale di Cortometraggi di Documentari e Sceneggiature

“Sarebbe triste se il cinema non servisse a tagliare la testa ai re (nudi o vestiti) e- insieme- a camminare sulla testa.”

"Ricordati che è l'ultimo festival che fai. Non hai da assicurarti nessuna continuità, nessuna certezza politica di proseguire. Non devi promettere né prometterti soddisfazioni ulteriori o ripartizioni successive. Sei sul set, hai in mano i fuochi d'artificio, sei un fuoco d'artficio (siilo!). Non frenare la tua golosità, insegui fino all'ultimo momento del festival l'ultimo dei tuoi cortometraggi, se lo desideri

Esponiti pure al dispiacere di tutti, ma non negarti il godimento di poter dover mutare un programma che ti pareva preciso e bello e "tuo" perchè arriva o accade una bellissima cosa non tua. (...) Fare un festival di cinema aderendo puramente all'economia politica della pur imperfetta ma estrema forma capitalistica che è il cinema stesso significa omaggiare le relazioni esistenti tra i poteri, ridarne l'equazione. Mentre decisivo è, sul set/festival, giocare l'illusione più potentemente fragile del cinema, il barlume di una altro stato, di un'altra forma del vivere.

A chi si illude nel gioco, sarà dato gioco e illusione."
Enrico Ghezzi - Duel, settembre 1998

----

ARTE

BLUE & JOY: DAGLI APPREZZAMENTI DELLA CRITICA INTERNAZIONALE E DI PERSONALITÀ COME KATE MOSS E LAPO ELKANN, ALL'INCONTRO CON VIVIANA CARLET E LA SUA LAGO.

Cosa accomuna Revine Lago, Lapo Elkann, Vittorio Sgarbi e l’arte contemporanea? Si è aperta con questa provocazione la conferenza stampa di presentazione della settima edizione del Lago Film Fest (Revine Lago, 22-30 luglio ). “Questo rappresenta un punto di svolta per il festival” commenta soddisfatta Viviana Carlet (direttore artistico del festival) annunciando la grande novità: gli artisti italiani conosciuti come Blue and Joy, hanno infatti scelgo Lago per presentare la loro prima installazione al neon. “Nella loro follia c’è del metodo.

Ma nel loro metodo non c’è follia. E infatti siamo qui a parlarne” commenta Vittorio Sgarbi. Il progetto è tanto semplice quanto efficace: due artisti di fama internazionale – Blue & Joy, chiamati a Lago per creare un’opera d’arte che verrà installata in anteprima al Lago Film Fest, per poi spiccare il volo verso l’esposizione nelle più importanti gallerie d’arte contemporanea del mondo. “Un’idea unica e rivoluzionaria per la concezione di evento culturale che abbiamo nel nostro territorio” continua la Carlet. Lago Film Fest come piattaforma culturale che ospita ed organizza eventi, come le visioni (cortometraggi, concerti, performance) e diventa soggetto attivo capace di raccogliere e catalizzare slanci artistici della contemporaneità e produrre una ricchezza tangibile che resta al territorio. Raccogliendo la sfida di RetEventi: “Europa, se non ora quando?”, oltre a far dialogare i contenuti del festival con la tematica scelta, si è arrivati a concepire un'istallazione site specific di arte contemporanea che porta la firma di Blue & Joy -italiani di origine, ma quotati nel mercato dell’arte internazionale – commissionata però ad un’azienda del territorio trevigiano. Sarà la NEONLAURO di Conegliano infatti, azienda leader della lavorazione del neon, a realizzare interamente l’insegna luminosa. BLUE & JOY: due artisti in grado di fare tendenza. Nel 2010, durante un live painting, conoscono Viviana Carlet e la sua Lago, da lì l'idea (che in filigrana attraversa tutto il festival) di portare a Lago un'opera "imponente" in grado però di dialogare con il "paesaggio" del piccolo borgo veneto. "Blue and Joy" è il nome dei due personaggi intorno ai quali ruotano le opere create da Fabio La Fauci (Milano 1977) e Daniele Sigalot (Roma 1976), nonché lo pseudonimo che i due artisti si sono scelti. Nato nel 2005, questo progetto artistico si caratterizza per un approccio poliedrico che fino ad oggi contempla pittura, scultura, mosaici, fotografia, editoria, video e – con il Lago Film Fest – anche il neon. Blue & Joy hanno lavorato in pubblicità a Milano, Barcellona e Londra (Saatchi&Saatchi), nel 2008 si trasferiscono a Berlino e aprono la loro factory che battezzano “La Pizzeria”.

Le loro opere, dalla celebre installazione “Impossible Wall” sul Diesel Wall di Milano nel 2007 hanno fatto letteralmente il giro del mondo di galleria in galleria. Sino ad arrivare nelle case di collezionisti e appassionati tra i quali spiccano il calciatore Shevchenko, la modella Kate Moss e Lapo Elkann, che è un vero e proprio collezionista di Blue & Joy: “Questi artisti rappresentano una finestra sul mondo della creatività contemporanea. La loro arte è viva ed in continua trasformazione. La loro ironia si fonde con la produzione di lavori realizzati con tecniche sempre innovative ed inaspettate.” Commenta Elio Fiorucci: “Blue and Joy parlano un linguaggio universale, con storie inserite in paesaggi grafici pieni di calore e poesia. E quando poi scopri che dietro a questi due pupazzi ci sono due amici, Fabio e Daniele, viene voglia di saperne di più e anche di amarli di più.” Un’edizione del Lago Film Fest, questa, che, garantisce Viviana Carlet, “continuerà a stupire dal primo all’ultimo giorno”: 1500 film, 86 paesi, 12 artisti, 5 concerti, spazio per i bambini, 56 ore di proiezione, performance, workshop...proiezioni speciali come l'anteprima italiana di Sex Equo, Vm”18” del duo registico sperimentale Germondari/Spagnoli, sono solo alcuni dati. Sempre durante la conferenza stampa è stata annunciata l’apertura del nuovo blog ufficiale del festival, inaugurato da un video inedito del volto noto di Italia 1 Maccio Capatonda (giurato speciale di quest’edizione). ll blog sarà un canale privilegiato per seguire in diretta il festival e un punto di riferimento per giornalisti, addetti ai lavori e appassionati.

----

PERFORMANCE

Mercoledì 27 luglio 10.30 – Scuola Elementare di Revine Lago- EVENTO SPECIALE!
CARTOON PERFORMANCE Capra (La) e Mauro Martinuz sonorizzeranno dal vivo una selezione di vecchi cartoni animati ed animazioni utilizzando giocattoli modificati, sintetizzatori e oggetti. Un'ora di spettacolo divertente e originale ideale per sia per i bambini che per gli adulti.

Mercoledì 27 luglio 21.30 - PERFORMANCE
9 VOLTS
I 9v sono un trio di lo-fi elettronica creato nel 2010 da BNTMRC77(macchinari video), Capra (La) (macchinari audio) e MONTI (macchinari audio).
I 9v utilizzano dal vivo apparecchiature elettroniche lo-fi, come televisioni, giocattoli, radio e strumenti artigianali per far ascoltare e far vedere cose ad altre persone. Alcune di queste cose che fanno sono improvvisate altre invece solo improvvise. I 9v si affacciano spesso alle finestre per scorgere orizzonti ed eventuali arcobaleni in essi contenuti, hanno un buon rapporto con alimenti e alimentatori, nel tempo libero fanno disegni, dalla prossima settimana faranno anche servizio a domicilio.

----

I FILM

Internazionali
1.
70m2, Miguel Ángel Carmona, Spagna, 2010, 15'
Grey foxes, Robert Kellner, Germania, 2010, 22'
Charcoal boy, Maung Okkar, Myanmar, 2010, 11'14"
Once upon a time there was oil, Winshluss (Vincent Paronnaud), Francia, 2010, 14'40"
2.
Rorbuas metamorfose - en levende museumskatalog, Karin Pennanen, Norvegia, 2010, 34'05"
The old ways, Michael Vass, Canada, 2010, 13'
Kielitiettyni, Elli Vuorinen, Finlandia, 2010, 4'15"
Sugar, Jeroen Annokkée, Paesi Bassi, 2010, 9'
3.
Mi Hatice, Denis D. Metin, Turchia, 2011, 19'
Picnic, Gerardo Herrero, Spagna, 2010, 13'
I love Luci, Colin Kennedy, Gran Bretagna, 2010, 12'
Benigni, Pinja Partanen, Elli Vuorinen, Jasmiini Ottelin, Finlandia, 2009, 7'49"
4.
Tennispappor, Bengt-Anton Runsten, Svezia, 2010 , 7'
Ilmianto, Milla Pelkonen, Finlandia, 2010, 28'
Micky bader, Frida Kempff, Svezia, 2010, 14'
Hallõgija, Chintis Lundgren, Estonia, 2009, 6'22"
5.
O Jogo, Julio Alves, Portogallo, 2010, 22'
Animal control, Kire Paputts, Canada, 2010, 17'
Protoparticulas, chema garcia ibarra, Spagna, 2010, 7'00''
Via Gori, George Barbakadze, Australia, 2010, 13'
White tape, , Michal and Uri Kranot, Danimarca, 2010, 2'
6.
Wimp, Camilla Ramonn, Danimarca, 2010, 15'
Http://, Bartosz Kruhlik, Polonia, 2010, 12'
Le piano, Levon Minasian, Armenia, 2011, 26'
Young love, Richard B. Pierre, Canada, 2010, 45"
Custard, Peter Millard, Gran Bretagna, 2010, 03'07"
7.
The mirror, Ramon & Pedro, Svizzera, 2010, 6'
Sobre la mesa, FRANCISCA ALEGRIA, Chile, 2010, 15'32"
Wood of value, Bjorn Bratberg, Norvegia, 2010, 16'
Sticky ends, Osman Cerfon, Francia, 2010, 6'17"
8.
Pentecost, Peter McDonald, Irlanda, 2010, 11'
O Marios kai to koraki, Yiannis Bougioukas, Grecia, 2010, 22'
Tabu, Jean-Julien Collette & Vincent Coen, Belgio, 2010, 24'
Rip, Drip, Tear, Janette Goodey, Nuova Zelanda, 2009, 3'50"


Nazionali
1.
Omero bello di nonna, Marco Chiarini, Italia, 2010, 13' 10''
Battiti d'ali, Pier Luigi Mazzeo, Italia, 2010, 11'
Cose naturali, Germano Maccioni, Italia, 2010, 28'
2.
Oggi gira così, Sydney Sibilia, Italia, 2010, 18'
Terre al margine. Wasted, Alessandra Ondeggia, Italia, 2010, 11'
Storia di nessuno, Manfredi Lucibello, Italia, 2010, 15 '
3.
Balconing salto nel vuoto, Michele M Bertini, Italia, 2011, 39'
Hai in mano il tuo futuro, Enrico Maria Artale, Italia, 2011, 14'
4.
The fakestage, Gianni De Blasi, Italia, 2010, 13'
Leçon de ténèbres, Sarah Arnold, Francia, 2010, 15'
Te la ricordi francesca lupo?, Giacomo Rebuzzi, Italia, 2010, 11'
Stand by me, Giuseppe Marco Albano, Italia, 2011, 15'
5.
Risorse umane (fresche di giornata), Marco Giallonardi, Italia, 2010, 12' 35"
Tradizione e tradimento, Anja Medved, Italia, 2010, 43'
6.
Innocenze perdute, Francesco Giusiani, Italia, 2011, 13'
Unfinished Italy, Benoit Felici, Francia, 2010, 32'48"
La pagella, Alessandro Celli, Italia, 2009, 12'
7.
Le white, Simona Risi, Italia, 2010, 50'
Mobile postcard, Peter Vadocz, Italia, 2009, 4'
8.
Desassossego, Lorenzo Degli Innocenti, Portogallo, 2010
Rimbò, Andrea Canova, Italia, 2010, 19'
Il compleanno di Sofia, Annika Strohm, Saba Salvemini, Luca Franco, Italia, 2010, 11'09''


Nuovi segni
1.
Waltz for three, Pirkko RUNNEL, Estonia, 2011, 1'
Les barbares, Jean-Gabriel Périot, Francia, 2010, 5'
Just 1 dollar, Artashes Hovanessian, Armenia, 2011, 7 '
Eng, Eckhard Kruse, Germania, 2009, 9:55'
Dustin!, Konstantinos-Antonios Goutos, Grecia, 2009, 9.29'
2.
I know you can hear me, Miguel Fonseca, Portogallo, 2010, 4'04''
Ausstieg, Jorge Quintela, Portogallo, 2010, 8'15''
La saison des mutants, Alix Didrich, Francia, 2009, 10'05
Time to relax, Bård Ivar Engelsås, Norvegia, 2010, 1 ' 31"
House, Ahmad Saleh, Jordania, 2010, 3'52"
Enterprisse, Kiro Russo, Bolivia, 2010, 8'
Sutrapeze, Pim Zwier, Olanda, 2010, 9' 17"
Red shoes, Micah Meisner, Canada, 2009, 10'30"
3.
Si prega di attraversare i binari, Lucilla Pesce, Stefano Vidari, Italia, 2010, 4' 36"
Grandmother's Eye, Jonathan Lewald, Svezia, 2010, 5 '
L'ora d'aria, Barbara Maffeo, Italia, 2010, 7'
Alfama, João Viana, Portogallo, 2010, 15'
4.
Hitchcock reloaded, Mirel Bran, Romania, 2010, 1'
Breakfast on red table, Daniela Palimariu, Romania, 2010, 2'19"
32 dicembre, fabrizio bellomo, Italia, 2011, 3'02''
Pigs, Kotzamani Konstantina, Grecia, 2010, 12'22"
5.
Spin, Max Hattler, Germania, 2010, 3' 55"
Trinkler, Marie-Catherine Theiler, Svizzera, 2010, 9'40"
Gestes de la vie ordinaire, Simone Cinelli, Francia, 2010, 10'22''
Exhibition 19, Alaitz Arenzana, María Ibarretxe, Spagna, 2010, 9'


Sui generis
1.
Carritos, Simón Beltrán Echeverri, Colombia, 2010, 9'
Camas, Manuela Moreno, Spagna, 2010, 10'
I liked you better before, Michal Lavi, Canada, 2010, 11'20''
Turno de noche, Victor Palacios, Spagna, 2009, 4'30''
Lucille, Albert Pintó, Spagna, 2010, 9'
2.
Sayonara Nippon, Elefant Film, Italia, 2009, 8'
Pilz, Lukas Feigelfeld, Germania, 2010, 22'
Vicky and Sam, Nuno Rocha, Portogallo, 2010, 14'
Al servizio del cliente, Beppe Tufarulo, Italia, 2010, 5'45''
3.
Linge sale, Malik Amara, Tunisia, 2010, 13'38''
Inside, Yaz Rabadi, Canada, 2010, 15'
Il Garibaldi senza barba, Nicola Piovesan, Italia, 2010, 15'
4.
El cocodrilo Nilo, Javier Dampierre, Spagna, 2010, 18'30''
Tous les hommes s'appellent Robert, Marc-Henri Boulier, Francia, 2010, 6'
Miss Daisy Cutter, Laen Sanches, Francia, 2010, 50'40''
Lo siento, te quiero, Leticia Dolera, Spagna, 2009, 11'
5.
Like a dog, Claudio Cappello, Stati Uniti, 2009, 10'
Where is my dog? Yohannes Feleke, Miguel Llansó, Etiopia, 2010, 28'
Tonight is not a good night for dying, Ali Asgari, Iran, 2010, 4'25''
Masala mama, Michael Kam, Singapore, 2010, 8'27"


Regione del Veneto
1.
La scelta, Alessandro Genovesi, Italia, 2011, 13'48"
Wheels and love, Massimo Ottoni, Italia, 2011, 2'
Vorrei che fossi qui, Francesco Rizzo, Italia, 2010, 7'58''
Neve, Diego Scano, Luca Zambolin, Italia, 2010, 11'04"
The hiccup, Consuelo Calitri, Andrea Nevi, Italia, 2010, 8'84"
2.
Synthetic, Petru Vasile Bortoluzzi, Camelia Gabriela Cacau, Fabio Matteo Colombo, Noemi Dal Cin, Daniela De Bitto, Sabina Fava, Serghei Fullin, Guendalina Gallo, Laura Meneghin, Annalisa Modolo, Sara Posocco, Martina Sonego, Simone Zuan, Italia, 2011, 4'14"
Eclissi di fine stagione, Vito Palmieri, Italia, 2011, 15'
Moonbow thief, Bonaventura Sara, Italia, 2010, 4'46"
Ciao, Pablo Pastor, Laia Abril, Italia, 2011, 10'
Barcelone Venecia, David Muñoz, Spagna, 2009, 5'


Unicef
1.
Al Nai, Said Najmi, Jordania, 2010, 13'40"
Ema & Gui, Nuno Beato, Portogallo, , 7'
La Valigetta, Sebastiano Melloni, Italia, 2011, 2' 55''
Fantoons chasing Michael Jackson, Alberto Hadyar, Gran Bretagna, 2010, 3' 10"
Apollo, Felix Gönnert, Germania, 2010, 6’03”
Bob, Jacob Frey, Harry Fast, Germania, 2009, 3'
2.
The weightless traveller, Eva Colmers, Canada, 2011, 15'50"
The cosmic avenger, Mariko Harkonen, Ismo Virtanen, Finlandia, 2010, 10'
What´s up, Meruan Salim, Finlandia, 2010, 5'36"
Pierre und der spinatdrache, Hélène Tragesser , Germania, 2010, 4'
Hanging around, Sébastien Wolf, Tinka Stock, Germania, 2010, 2'
3.
Bruxa, Pedro Silis, Spagna, , 11'30"
Piccole donne, Alessandro Sessa, Italia, 2011, 4'18"
Who's there?, Vanda Ramanová, Repubblica Slovacca, 2010, 9'30"
Jody delle giostre, Adriano Sforzi, Italia, 2010, 13'
Jack'n'jill, Rahelei, Svizzera, 2010, 1'
4.
Quando os monstros se vão embora, Bernardo Gramaxo, Portogallo, 2010, 13'22"
Il dieci, Daniel Mejía, Italia, 2011, 8'
Den Første Anders, Kristian Ussing Andersen, Danimarca, 2010, 9'
Dodu, o rapaz de cartão, José Miguel Ribeiro, Portogallo, 2010, 5'
Pink nanuq, Jeanine Reutemann, Svizzera, 2009, 6'
5.
Un cammino lungo un giorno, Filippo Ticozzi, Italia, 2011, 16'
Geometrie, Etienne Badia, Francia, 2010, 2'
Gamba trista, Francesco Filippi, Italia, 2010, 08' 20''
Mobile, Verena Fels, Germania, 2010, 6'30"
Frère Benoît et les grandes orgues, Michel Dufourd, Svizzera, 2010, 7'


Extra Festival
[i]sezione non competitiva[/b]
1.
Cargo, Vincenzo Mineo, Italia, 2010, 48'
Conversation Piece, Joe Tunmer, Gran Bretagna, 2010, 7'
La fille & le chasseur, Jadwiga Kowalska, Svizzera, 2010, 5'23"
2.
Mushrooms of concrete, Martijn Payens, Albania/Belgio, 2010, 23'33"
L'amour à trois, Chiara malta, Francia, 2010, 13'
Naiá e a lua, Leandro Tadashi, Brasile, 2010, 13'
3.
Lo sceicco di Castellaneta, Giuseppe Sansonna, Italia, 2010, 50'
Song of the Silent Heroes, Adriyanto W. Dewo, Indonesia, 2010, 7'57"
4.
The Floating Tomatoes, Min Htin Ko Ko Gyi, Myanmar, 2010, 30'
Lost, Alberto Dorado, Spanga, 2009, 3'
Unfarewell, Ainhoa Menendez Goyoaga, Spanga, 2011, 16'30"
5.
I racconti della Drina, Andrea Foschi e Marco Neri, Italia/Bosnia-Erzegovina, 2010, 52'
O homem de cabeça de papelão, Luís da Matta Almeida, Pedro Lino, Portogallo, 2010, 9'13"
6.
The naked of Saint Petersburg, Ada Bligaard Søby, Danimarca, 2010, 23'
Four sisters, Rob Gray, Canada, 2010, 21'
Employee of the Month, Clément Cornu, Francia, 2010, 12'40"
7.
Zebu and the photo fish, Zipporah Nyaruri, Kenya, 2010, 12'
Martha, Raphaël Dethier, Belgio, 2010, 27'
Pour toi je ferai bataille, Rachel Lang, Belgio, 2010, 20'48"
8.
Giussano – An instant north blues, Stefano Croci, Fausto Di Quarto, Enrico Masi, Stefano Migliore, Anna Romani, Italia, 2010, 29'
La mirada circular, Iván Sáinz-Pardo, Dirk Soldner, Jim-Box, Spanga, 2010, 12'
Derby, Derby, Romania, 2010, 15'
9.
Old cinema - Bologna Melodrama, Davide Rizzo, Italia, 2010, 75'

Appuntamento con il Lago Film Fest a Revine Lago (tv) dal 22 al 30 luglio
http://www.lagofest.org
http://www.lagofest.wordpress.com
http://www.facebook.com/lagofilmfest
http://www.youtube.com/lagofilmfest
http://www.twitter.com/lagofilmfest
diretta radiofonica http://www.viviradio.it