I Giovedì della Villa – Ondrej Adámek e nuovi borsisti

Roma - 13/09/2018 : 13/09/2018

Tornano "I Giovedì della Villa" | Ondrej Adámek e presentazione nuovi borsisti.

Informazioni

Comunicato stampa

Dal 13 settembre tornano a Villa Medici I Giovedì della Villa, gli appuntamenti settimanali gratuiti con i protagonisti della cultura internazionale, ideati da Muriel Mayette-Holtz e curati da Cristiano Leone, Responsabile della Programmazione Culturale e della Comunicazione di Villa Medici.

Il nuovo ciclo sarà inaugurato, alle ore 19, dall’incontro con Ondrej Adámek, compositore e inventore di strumenti praghese, e dalla presentazione, alle ore 20.30, degli artisti e ricercatori appena arrivati in residenza all’Accademia di Francia a Roma



Ore 19.00: Incontro con Ondrej Adámek

Musicista fra i più dotati della nuova generazione europea, ex borsista dell’Accademia di Francia a Roma, Ondrej Adámek collabora con prestigiosi ensemble europei, spaziando dalla musica per orchestra con sonorità inusitate, agli strumenti di sua invenzione per sviluppare il proprio stile personale, che si rivela talvolta ironico, sempre originale e drammaticamente efficace.
Durante l’incontro a Villa Medici, Adámek presenterà la sua musica e in particolare il lavoro svolto per realizzare Air Machine – uno strumento di fantasia, una specie di organo animato basato su tecnologie semplici come mantici di aspiratori, giocattoli, palloni – sia dal punto di vista dell’ideazione artistica che tecnica.

Ore 20.30: Presentazione della promozione 2018-2019 dei borsisti di Villa Medici

La nuova promozione di borsisti dell’Accademia di Francia arriva a Villa Medici. Una giuria internazionale indetta dal Ministero della Cultura francese ha assegnato 16 borse, selezionando i talenti più promettenti tra le 387 candidature pervenute quest’anno, provenienti da qualsiasi disciplina creativa, di storia dell’arte e dei mestieri d’arte.
Gli artisti visivi Rébecca Digne, Léonard Martin, Lili Reynaud-Dewar, Thomas Lévy-Lasne, le compositrici Julia Blondeau, Clara Iannotta, gli scrittori Miguel Bonnefoy, Frédérika Amalia Finkelstein, Hélène Giannecchini, gli storici dell’arte Pauline Lafille e Riccardo Venturi, il duo di designer Gaëlle Gabillet e Stéphane Villard, l’architetto Mathieu Lucas, il duo Lola Gonzalez e François Hébert, rispettivamente regista e sceneggiatore, saranno in residenza a Villa Medici per 12 mesi.

Questa presentazione sarà accompagnata da interludi musicali interpretati dalla pianista e compositrice Aytèn Inan.
Formatasi al Conservatorio di musica e danza dell’Oise e al Conservatorio slavo di musica di Parigi, dopo un’intensa attività concertistica in Francia, Aytèn Inan inizia una carriera internazionale collaborando con l’orchestra da camera dell’Opera di Varsavia. Vincitrice di diversi concorsi regionali e nazionali, ha intrapreso, parallelamente al suo percorso di pianista, un importante lavoro di ricerca nel campo della musicoterapia, più specificamente nell’ambito dell’autismo e della schizofrenia.

Fedeli al proprio eclettismo, anche per questa nuova stagione I Giovedì della Villa spaziano attraverso tutti i campi della creazione – dall’arte all’architettura, dal cinema alla letteratura, dalla musica alla danza, dalla storia al teatro – con un nutrito programma di conferenze, proiezioni, concerti, spettacoli, mostre, performance.

Il prossimo giovedì, 20 settembre, il ciclo propone la proiezione del film In minimis maxima e incontro con i registi Pierre Gaignard e Laura Haby, Elisa Nicoud e Catherine Virlouvet; a seguire lo storico Jean-Noël Jeanneney presenterà la sua opera L’Affare Crochette, di cui verranno letti degli estratti tradotti in italiano; a chiudere la serata, da un’idea della storica e critica d’arte Valérie Da Costa, un omaggio a Pino Pascali in occasione del 50esimo anniversario della sua scomparsa, con proiezioni dei film in cui il grande artista ha recitato e testimonianze di suoi cari amici come Giosetta Fioroni, Anna Paparatti e Fabio Sargentini.

Tra i tanti ospiti dei prossimi incontri: il duo di artisti RARA e il performer NSDOS; i disegnatori Miles Hyman e François Olislaeger, e il musicista Gaspar Claus (violoncello); lo scrittore Oscar Coop-Phane; Jacopo Taddei (saxofono) e Luigi Nicolardi (pianoforte) in concerto; l’artista Brigitte Moreau-Serre, che presenterà una mostra; l’architetto designer Riccardo Blumer in un incontro performativo insieme a Marta Ciappina, danzatrice pedagoga, Giacomo Luci, danzatore in itinere, il pubblico presente e l’ideatrice dell’appuntamento Anna Lea Antolini; il compositore Roque Rivas e l’ensemble SWR ExperimentalStudio; l’autrice e illustratrice Giulia d’Anna Lupo; il clavicembolista Skip Sempé; il produttore teatrale Andrés Neumann; la disegnatrice Catherine Meurisse e la coreografa DD Dorvillier, che presenteranno il loro spettacolo Vois-tu celle-là qui s’enfuit”; il curatore Luca Lo Pinto e il fotografo Giasco Bertoli; il medico oncologo di fama mondiale David Khayat; la musicista Marie-Christine Millière (violino); l’architetto Jacques Rougerie; la poetessa e regista Maria Grazia Calandrone, che presenterà lo spettacolo Corpo reale; Claudia Caffagni (canto, liuto, salterio) e Paola Erdas (clavicembalo), nello spettacolo musicale Giovanna d’Arco e l’albero della vita; il regista Dario Argento.

Torna anche Art Club, la sezione a cura di Pier Paolo Pancotto incentrata sull’arte contemporanea, con due appuntamenti con gli artisti Cyprien Gaillard e Valentin Carron.

Tra gli appuntamenti più attesi per l’autunno, la terza edizione della Notte Bianca di Villa Medici, in calendario giovedì 25 ottobre, e l’inaugurazione della mostra Le Violon d’Ingres, a cura di Chiara Parisi, giovedì 1 novembre.