Gli archivi del Docva al Museo del Novecento

Milano - 01/03/2012 : 01/03/2012

Nella sala Archivi del Museo saranno ospitati una postazione informatica e un videojukebox per accedere a un’inedita prospettiva sull’arte italiana degli ultimi decenni, attraverso una selezione di materiali, documenti e opere provenienti dal docva e conservati nei suoi archivi.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DEL NOVECENTO
  • Indirizzo: Via Marconi, 1 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 01/03/2012 - al 01/03/2012
  • Vernissage: 01/03/2012 ore 12 per la stampa
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

Si inaugura giovedì 1 marzo la collaborazione tra il Museo del Novecento e il docva (Documentation Center for Visual Arts), organizzato da Careof e Viafarini, che ha il proprio quartier generale presso la Fabbrica del Vapore in via Procaccini. Nella sala Archivi del Museo saranno infatti ospitati una postazione informatica e un videojukebox per accedere a un’inedita prospettiva sull’arte italiana degli ultimi decenni, attraverso una selezione
di materiali, documenti e opere provenienti dal docva e conservati nei suoi archivi




Il docva offre, anche in formato elettronico (www.docva.org):
_ 25.000 volumi sull’arte dal Novecento ad oggi;
_ 6.000 video tra opere di artisti e video documentazioni – grazie al Videojukebox sarà possibile accedere a interviste e video relativi alle principali esposizioni internazionali, dagli anni ’90 ai giorni nostri;
_ 16.000 immagini di opere dei 3.600 artisti presenti nell’Archivio Portfolio;
_ una banca dati che raccoglie informazioni su enti, organizzazioni e scuole che offrono opportunità di studio e lavoro ad artisti, studenti ed operatori nel settore delle arti.


Scopo della collaborazione, per ora biennale, è quello di garantire l’accesso semplice e gratuito a una raccolta di documenti unici, relativi all’arte contemporanea e ai portfolio degli artisti, direttamente dal cuore del Museo che custodisce l’arte del Novecento.

A partire dal prossimo 1° marzo, inoltre, i curatori di DOCVA – Chiara Agnello e Millovan Farronato – attiveranno un servizio di consulenza per giovani artisti, con colloqui che si svolgeranno direttamente in Museo, per una valutazione del loro lavoro e per l’eventuale inserimento nell’Archivio Portfolio.
Il progetto ha lo scopo di porre l’accento sulla storia recente, sulla creatività “in corso d’opera” e sulla necessità di valorizzare il sistema dell’arte contemporanea.
Il progetto di allestimento della postazione DOCVA è stato realizzato da Friends Make Books, mentre Toilet Paper – il magazine di Maurizio Cattelan & Pierpaolo Ferrari – ha donato l’immagine.
Il DOCVA, progetto delle organizzazioni non profit Careof e Viafarini, si è sviluppato grazie a una virtuosa collaborazione con il Comune di Milano, avviata venti anni or sono e culminata nel 2008 con l’apertura della sua sede alla Fabbrica del Vapore.

Careof e Viafarini, già a partire dagli anni ’90 avevano impostato dei servizi per i giovani artisti che si
sarebbero evoluti nel Centro di Documentazione che in Italia conserva e diffonde materiali di documentazione sulle arti visive contemporanee, trasformandoli ogni giorno in progetti espositivi, formativi e di valorizzazione degli artisti emergenti.
I database online del Centro di Documentazione del docva, all’avanguardia dal punto di vista informatico, sono diventati una risorsa importante per gli operatori artistici, per organizzare mostre e realizzare progetti a livello internazionale, grazie alla collaborazione continuativa di Fondazione Cariplo e Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Gemmo e Sky.


Careof e Viafarini ringraziano Alderan, Acacia, Fiorucci Art Trust, Rodrigo Rodriquez, Ginevra Quadrio Curzio, gli artisti, i curatori dell’Archivio e tutti coloro che hanno arricchito il Centro di Documentazione.