Martina Camilleri

Martina Camilleri

Profile: Martina Camilleri (1984) ama scrivere e si occupa di comunicazione per l’arte, la musica e la letteratura contemporanea. Cresciuta sotto le cattive influenze di una dittatura mediatica, decide ben presto di partire per trovare rifugio artistico all’estero. Si forma in teatro, fotografia e arte visuale e lavora tra Francia, Norvegia, e Spagna. Una volta tornata in Italia si laurea in comunicazione e politica alla Sapienza di Roma, ma riparte grazie ad una borsa di studio vinta per un master in New Journalism a Berlino. Città che non ha ancora abbandonato.

Tutti gli articoli di Martina Camilleri

Nerina, Antoine - Galerie Antoine Levi, Parigi - photo Martina Camilleri

Galerie Antoine Levi. L’arte di iniziare

Avere un sogno e riuscire a viverlo sono due concetti molto lontani fra loro. E il fatto che questi due eventi non siano così facilmente…

Commenta
Elda Oreto - photo Martina Camilleri

Berlin Watching. Club Midnight

L’amore indiscusso per l’arte. La necessità di trovare uno spazio. L’incontro con una poesia. Un sogno. L’inizio di una nuova carriera. Storia di come una precaria filosofa partenopea è diventata una gallerista berlinese glamour….

Commenta
Rolf Julius - Piano Piece nr.3 - 2006 - courtesy rolf julius estate and e/static

Why Black? Why Red? Joan La Barbara canta Rolf Julius

Cercare di realizzare il progetto di un sognatore con una sottoscrizione su Kickstarter. È quello che si augura e/static, organizzazione non profit di Torino che vanta già una lunga storia nel mondo della promozione culturale. E che ora vorrebbe realizzare un video sul concerto che Joan La Barbara terrà a dicembre al Castello di Rivoli sui “Dots” del compianto Rolf Julius….

Commenta
The Vegetable Orchestra - photo Heidrun Henke

The Vegetable Orchestra. Perché ogni cosa può essere suonata

I viennesi sperimentano le potenzialità interpretative della musica. Con la natura. Ne nasce un’orchestra di dodici elementi, che prepara e suona strumenti molto particolari. Con scadenza il giorno stesso. Ma specificano: “Non siamo vegetariani”….

Commenta
Open for everything, foto Thobias Götz

The Nomad’s way: Open for everything

I Rom sono la più grande minoranza etnica in Europa. Spesso vengono emarginati o perseguitati. Una coreografa sperimentale come Constanza Macras ora vuole farla finita con il pregiudizio. Per le musiche del compositore gitano Marek Balog e la gentile concessione del Vienna Festival….

Commenta
orfeo

Favole in musica (contemporanea)

Peaches è Orfeo. Il protagonista dell’intramontabile opera di Monteverdi interpretato dalla bad girl dell’electro-punk. L’alter ego del mito greco, riletto in chiave contemporanea, non sarà più alla ricerca di nuove intuizioni artistiche, ma verrà coinvolto nelle sfide di un gruppo di giovani presi dal tentativo di affermare le proprie, diverse, identità sessuali. Prima tappa il teatro HAU! di Berlino, in vista di un tour europeo che toccherà presto anche l’Italia….

Commenta
Joan La Barbara - Persistence of Memory - MaerzMusik/Berliner Festspiele 2012 - photo Kai Bienert

Lo strumento più vivo

“So, we go on. We do our work. We make our music. We explore ideas”. Poche idee, ma chiarissime. Sono quelle di un personaggio mitico della cultura musicale americana, Joan La Barbara. Con la quale abbiamo scambiato qualche veduta….

Commenta