Premio ACACIA – Rä di Martino

Milano - 09/04/2018 : 10/06/2018

Il Museo del Novecento presenta - in occasione di MIART e della Settimana dell’Arte Contemporanea promossa dal Comune di Milano Assessorato alla Cultura - INVITO’18, la mostra dedicata al vincitore del Premio ACACIA - Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana.

Informazioni

Comunicato stampa

Il Museo del Novecento presenta - in occasione di MIART e della Settimana dell’Arte Contemporanea promossa dal Comune di Milano Assessorato alla Cultura - INVITO’18, la mostra dedicata al vincitore del Premio ACACIA - Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana. Anche quest’anno l’appuntamento espositivo, organizzato da ACACIA e tradizionalmente ospitato nelle abitazioni private dei soci dell’Associazione, trova sede nelle sale del Museo del Novecento, consolidando il rapporto dell’Associazione con una delle sedi museali italiane più importanti



L’edizione 2018 del Premio, giunto al suo quindicesimo anno di vita, vede protagonista l’artista Rä di Martino (Roma, 1975) con il video Copies récentes du paysages ancienne/ Petite histoire des plateaux abandonnès (2012) e l’opera fotografica The Sun or an Electric Light # 7 (2017) che entrano a far parte della collezione ACACIA donata al Museo. In occasione della mostra è esposta anche una recente scultura dell’artista: The Sun or an Electric Light (Eureka Palm) realizzata nel 2017.

L’opera di Rä di Martino si concentra sull’analisi del linguaggio cinematografico e sulla relazione che si instaura tra il cinema, le sue icone e i suoi miti, in relazione alle dinamiche che caratterizzano la memoria collettiva contemporanea. Nei suoi lavori utilizza spesso vecchi set cinematografici che diventano protagonisti di nuove storie, come accade in Copies récentes du paysages ancienne/ Petite histoire des plateaux abandonnès. L’opera è ambientata nel deserto marocchino, dove le rovine di scenografie cinematografiche abbandonate rivivono grazie agli abitanti del luogo che si riappropriano di questi spazi dimenticati. La parte sonora, una rivisitazione di diverse colonne sonore del passato ri-orchestrate, ci accompagna alla scoperta di paesaggi desertici - ripresi attraverso camera fissa - dove si perdono i confini tra realtà e finzione, in un viaggio surreale tra le epoche.

Le stesse atmosfere proposte dall’artista nel video si ritrovano nella fotografia The Sun or an Electric Light #7 e nella scultura esposta in mostra, lavori legati alla stessa dimensione narrativa di Controfigura, il primo lungometraggio di Rä di Martino. La serie fotografica è accompagnata da oggetti dall’aspetto ibrido, stativi che richiamano quelli dei set cinematografici ma sorreggono elementi naturali. La loro funzione di strumenti di scena è trasformata: colpiti dalla luce proiettano la loro ombra e producono forme che attirano l’attenzione dello spettatore invitandolo a ripensare la relazione tra oggetto scultoreo e immagine in movimento.

Le opere di Rä di Martino si uniscono a quelle di Mario Airò, Rosa Barba, Rossella Biscotti, Gianni Caravaggio, Maurizio Cattelan, Roberto Cuoghi, Lara Favaretto, Linda Fregni Nagler, Francesco Gennari, Sabrina Mezzaqui, Marzia Migliora, Adrian Paci, Paola Pivi, Luca Trevisani, Grazia Toderi, Marcella Vanzo, Nico Vascellari, Francesco Vezzoli, Tatiana Trouvé, che compongono la collezione ACACIA, generosamente donata dall’Associazione al Museo del Novecento nel 2015. Questo è stato possibile grazie al sostegno dei soci di ACACIA, un gruppo di mecenati che con il loro contributo sostengono e promuovono la giovane arte italiana contemporanea rendendo possibile il continuo incremento della collezione.