Oscar Accorsi – Costruzioni virtuali per sculture real

Milano - 07/03/2019 : 05/04/2019

Prima mostra milanese per Oscar Accorsi, a cura di Claudio Cerritelli, presso Studio Masiero che inaugura giovedì 7 marzo con una serie di nuove sculture dell’autore emiliano.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO MASIERO
  • Indirizzo: Via E. Villoresi 28 20143 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 07/03/2019 - al 05/04/2019
  • Vernissage: 07/03/2019 ore 18.30
  • Autori: Oscar Accorsi
  • Curatori: Claudio Cerritelli
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Prima mostra milanese per Oscar Accorsi, a cura di Claudio Cerritelli, presso Studio Masiero che inaugura giovedì 7 marzo con una serie di nuove sculture dell’autore emiliano.
Accorsi (Correggio 1958), artista poliedrico, si muove fra la musica, la scultura e i nuovi linguaggi digitali, portando la sua ricerca poetica, sintesi unica di questo complesso percorso, nelle scuole dove insegna, in teatro e nelle opere che realizza


Come ben descritto nel testo critico di Claudio Cerritelli “L’uso della simulazione digitale comporta la costruttività virtuale della scultura basata su queste tecnologie impalpabili, che tuttavia l’artista intende trasformare in strumenti di attivazione estetica, “cercando di mostrarne – come egli stesso sostiene- il loro lato poetico””.
Alle quindici opere esposte, ferro ricoperto di rame o ferro verniciato verranno affiancate anche alcune carte, risultato di una lunga riflessione sull’interazione fra il bianco e i rilievi della materia lavorata sul ferro, appena percepibili solo attraverso la luce.
Un video, infine, in cui verranno mostrati vari allestimenti virtuali possibili, in diversi contesti storici, termini compositivi di luogo, scultura, musica e fruizione di arte.

La mostra, aperta fino al 5 aprile, sarà visitabile oltre agli orari di galleria, anche nel fine settimana, previo appuntamento.

Oscar Accorsi (Correggio, 1958) ha studiato composizione con Salvatore Sciarrino all’Accademia Musicale di Città di Castello (PG). Dal 1985 è diplomato in “Strumentazione per banda” e dal 1987 in “Musica corale e direzione di coro”. Ha svolto attività direttoriale e compositiva indagando, con quest’ultima, principalmente i rapporti tra la percezione del suono e l’organizzazione del medesimo. Nel 1988 viene segnalato al 1° Concorso internazionale di Composizione per Organo Serassi “Olivier Messiaen” di Bergamo col brano “L’antico forzare”. Nel 1990 vince il 2° premio al VI “Concorso internazionale di Composizione ed elaborazione corale” indetto dalla ‘Federazione Cori del Trentino’, categoria : “Trascrizione ed elaborazione di canto popolare trentino”. Nel 1990 ottiene una menzione d’onore al “Concorso Nazionale di Composizione per Quintetto a Fiati” di Livorno col brano “I° Quintetto”. Dal 1993 affianca alla propria ricerca compositiva una attività artistica volta a coordinare suono, materia e luce in un unicum dai risvolti teatrali evidenti, dove lo “spettatore” non è tale, bensì si ritrova ad essere mutato in “attore” senza che da questo suo nuovo ruolo possa uscire.
Al suo attivo ha diverse personali e collettive in Italia, Belgio e USA.
Per lui hanno scritto: Salvatore Sciarrino, Claudio Cerritelli, Valerio Dehò, Valeria Tassinari, Sandro Parmiggiani, Luciano Ernesto Francalanci, Stefano Gualdi, Alessandra Vaccari e altri.
Contemporaneamente svolge attività didattico/laboratoriale su temi di varia natura, dal suono alla materia, in scuole di vario ordine e grado e come formatore di insegnanti e atelieristi presso ReMida e le Scuole dell’infanzia di Reggio Emilia, oltre all’Istituto Comprensivo di Neviano degli Arduini.
Nel 2008 forma, assieme a Mauro Casappa, OTTOelectro Sound and visual art, gruppo votato alla proposta di musica elettronica live in multidiffusione, intrecciata a soluzioni visive, a carattere performativo, applicate anche alla danza e al teatro. Da qualche anno ha allargato ulteriormente i propri orizzonti affrontando la produzione di video e il loro uso dal vivo, declinandolo a fini installativi e performativi propri e in collaborazioni altre rispetto al proprio lavoro, specialmente applicate al Teatro (collaborazioni Teatro al Parco e Teatro del Cerchio PR e Teatro San Materno Ascona).
Dal 2005 insegna Educazione Musicale all’Istituto Comprensivo di San Polo d’Enza (Reggio Emilia).