NAF – Napoli Arte Fiera

Napoli - 22/05/2015 : 25/05/2015

Debutta Napoli Arte Fiera, nuova mostra-mercato per il Sud Italia dedicata alla produzione artistica che va dai primi del ‘900 ad oggi. “Arte moderna, cioè intimità, spiritualità, colore, aspirazione verso l’infinito, espressi con tutti i mezzi presenti nelle arti. Charles Baudelaire

Informazioni

  • Luogo: MOSTRA D'OLTREMARE
  • Indirizzo: Piazzale Vincenzo Tecchio - Napoli - Campania
  • Quando: dal 22/05/2015 - al 25/05/2015
  • Vernissage: 22/05/2015 ore 19 su invito
  • Generi: arte moderna e contemporanea, fiera
  • Orari: Sabato 23 e Domenica 24 maggio: 11-21 - Lunedì 25 maggio: 11-14
  • Biglietti: Intero: € 10,00 - Ridotto: € 6,00
  • Sito web: http://www.napoliartefiera.it
  • Email: info@promoberg.it

Comunicato stampa

Per tre giorni l’arte moderna e contemporanea protagonista a Napoli. Accadrà da sabato 23 a lunedì 25 maggio 2015, quando, nella cornice della Mostra d’Oltremare del capoluogo campano, si aprirà il sipario sulla prima edizione di Napoli Arte Fiera (NAF), raffinata e brillante mostra mercato nazionale dedicata alla variegata produzione artistica dagli inizi del ‘900 ad oggi

Organizzata da Promoberg Fiera Bergamo, NAF sbarca in uno dei golfi più belli al mondo forte dell’esperienza maturata sul tema dall’ente orobico, grazie in particolare alle dodici edizioni di Bergamo Arte Fiera, evento di riferimento del Nord Italia per artisti, collezionisti e appassionati d’arte moderna e contemporanea.
La rassegna allestita in Fiera Bergamo richiama ogni anno sempre più privati e curatori di istituzioni a livello anche internazionale alla ricerca di nuove tendenze. Confermando per l’appuntamento partenopeo la direzione artistica di Sergio Radici, da decenni protagonista di eventi legati all’arte e all’alto antiquariato, Promoberg Fiera Bergamo ha quale obiettivo dichiarato quello di far sì che NAF diventi in pochi anni l’evento di punta dell’arte moderna e contemporanea del Sud Italia. Un traguardo possibile grazie all’abbinamento tra la qualità e il format vincente della manifestazione, e la location: Napoli, tra le città italiane più “contemporanee”, rappresenta, infatti, per la sua Storia, Arte e Cultura, e per il suo importante apporto in tema di Galleristi e collezionisti, la sede ideale per una manifestazione d’eccellenza qual è Napoli Arte Fiera. A conferma di ciò, i significativi apprezzamenti e riconoscimenti ottenuti da NAF ancor prima del suo inizio.
Citando alcuni esempi istituzionali, il Comune di Napoli e la Regione Campania hanno concesso il patrocinio alla manifestazione, valutandola un evento meritevole per le sue finalità artistiche e culturali.
“Napoli, città d’arte e di storia di attrazione internazionale - commenta Luigi Trigona, Segretario generale Promoberg Fiera Bergamo - sarà il palcoscenico ideale per il debutto di un evento atteso ed inedito nel panorama artistico ed espositivo del Centro e Sud Italia. I visitatori di Naf avranno l’opportunità di addentrarsi in percorsi visivi inediti spaziando tra le più importanti correnti artistiche, ammirando capolavori indiscussi fino ad approdare all’arte di attualità e alle inedite sperimentazioni degli artisti contemporanei, sorprendenti ed emozionanti. Un evento atteso ed inedito - sottolinea Trigona - che saprà catalizzare per lo spirito innovativo, un’attenzione trasversale capace di attirare l’attenzione dei media ed attrarre un segmento di pubblico nuovo e interessato”.
6.000 metri quadrati, 70 prestigiose Gallerie d’arte provenienti da 44 provincie italiane, per un percorso museale tra migliaia di opere tutte da scoprire.
Napoli Arte Fiera sarà ospitata nei padiglioni 5 e 6 della Mostra d'Oltremare di Napoli. In totale seimila metri quadrati di superficie, che consentiranno a collezionisti e amanti del settore un percorso a tutti gli effetti museale. Migliaia le opere esposte, presentate da una settantina tra le più prestigiose Gallerie nazionali del settore, provenienti da ben 44 provincie italiane in rappresentanza di 14 regioni italiane. Lombardia (26 gallerie) e Campania (24 Gallerie) le rappresentative più numerose. Seguono Lazio, Toscana ed Emilia.
“NAF è pensata quale insieme armonico, senza divisioni in settori – spiega Sergio Radici, direttore artistico della mostra-mercato all’ombra del Vesuvio -, in cui le articolazioni tematiche forniscono al pubblico diverse opportunità per confrontare le molteplici anime dell’arte del Novecento e della produzione attuale. In questo modo i visitatori, grazie alle migliaia di opere di assoluta qualità esposte, sono protagonisti di un “viaggio” che definire soltanto artistico è riduttivo: l’arte significa anche Storia, Cultura, non solo del nostro Paese. Vi è poi un’altra caratteristica che credo riscuoterà un forte apprezzamento da parte del pubblico, riguardante il proporre, accanto a quelle degli artisti “storicizzati”, le opere realizzate dagli artisti emergenti. Un mix molto intrigante, ottenuto dopo un’accurata selezione, che consente, da un lato di soddisfare anche i collezionisti più esigenti, e dall’altro, di coinvolgere anche chi solitamente non frequenta mostre e musei”.
Eventi dedicati a Andy Warhol e Betty Bee NAF presenta anche due eventi collaterali dedicati ad alcune opere di Andy Warhol e Betty Bee. Warhol, artista eclettico tra i più noti e osannati del XX secolo, è considerato dai più il protagonista principe della Pop Art. Tra le opere dell’artista americano scomparso a New York nel 1987 a soli 58 anni, a NAF ne saranno esposte una decina, tra le quali alcune della serie denominate Ladies & Gentlemen, l’equivalente delle “femminielle” napoletane. Considerata per anni la bad girl dell’arte italiana, oggi la napoletana Betty Bee appare al pubblico con una disponibilità nuova: accogliere nel proprio vissuto il mondo altrui, pronta ad abbandonare sterili antagonismi per fare da madre padre fratello sorella alla gioia ed al dolore nostro e suo, opponendo alla vis destruens – ovunque essa si nasconda - la forza costruttiva della materia e del colore. Lo fa analizzando visivamente e in senso metaforico un concetto interessantissimo in semeiotica: il limite, confine invarcabile, soglia dell’ignoto ed al contempo campo all’interno del quale trovare protezione. È questo tutto l’amore del mondo: la disponibilità dell’artista, il lasciare parlare le cose, accogliere l’altro, anche quando è diverso, anche quando ha le fattezze di quei “mostri” che forse null’altro sono che la parte oscura che alberga nascosta in ognuno di noi.
In esposizione lavori inediti pensati site specific, presentati in un suggestivo allestimento, e il video Incantesimo lunare, da cui l’artista ha tratto dei frame fotografici in pezzo unico arricchiti da un intervento pittorico.