Flaminia Veronesi – Masculin Féminin

Milano - 21/04/2021 : 05/06/2021

La galleria Castiglioni è lieta di presentare la mostra MASCULIN/FEMININ di Flaminia Veronesi (Milano, 1986) offrendo un’occasione per riscoprire la fantasia al pubblico milanese.

Informazioni

  • Luogo: CASTIGLIONI
  • Indirizzo: Via Giuseppe Luosi, 30. 20131 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 21/04/2021 - al 05/06/2021
  • Vernissage: 21/04/2021 no
  • Autori: Flaminia Veronesi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Tue - Fri 14.30 - 19.00, Sat 11.30 - 18.00, Sunday and public holidays closed

Comunicato stampa

La galleria Castiglioni è lieta di presentare la mostra MASCULIN/FEMININ di Flaminia Veronesi
(Milano, 1986) offrendo un’occasione per riscoprire la fantasia al pubblico milanese. Il titolo della
mostra è un omaggio all’omonimo film di Godard, un’ indagine sul maschile ed il femminile, lo
spirito ed il corpo, il razionale ed il sentimentale, la parità.
In un mondo in preda all’angoscia, il razionalismo che discrimina, divide e separa ciò che può e
cosa non può esistere, non riesce più a soddisfare il bisogno di riconnettersi al trascendente e al
magico, senza perdersi di vista

Flaminia propone una mostra che accostando diversi body of
work, dalla pittura alla scultura, invita a rimpossessarsi dell’uso del simbolo come metafora: un
gioco che permette a ciascuno di formulare un linguaggio visivo ed immaginario per comprendere
la realtà e connettersi con il potenziale della fantasia. Anche l’allestimento della mostra presenta
diversi ordini fisici e di lettura che si richiamano tra loro in una dinamica di libera associazione.
Attraverso i lavori monocromatici in mostra Flaminia attua una sintesi del suo spazio creativo, dove
mitologia classica e riferimenti biblici coabitano, lavorando sul senso di imbarazzo che la
Modernità ha imposto su simboli ed archetipi, liberandosi delle foglie di fico e riportando luce su
una simbologia viscerale ed organica. Questi lavori forniscono così gli strumenti per guarire la
cesura che ha portato alla dislocazione tra realtà e fantasia, tra maschile e femminile.
La mostra invita il pubblico a dimenticarsi delle sovrastrutture della nostra società ed abbracciare il
fantastico immergendosi in uno spazio popolato da sirene che cavalcano draghi, cetacei che
volano tra nuvole rosa, Adami che diventano Eva e culi con grandi occhi languidi e gambe. In uno
spazio onirico dove profondità di riflessione e gioco si fondono tutto può essere immaginato,
prova.
Flaminia Veronesi
Flaminia Veronesi vive e lavora a Milano, si è laureata al Chelsea University of Arts and Design.
Tra le altre mostre personali: Immediato Giocondo, Fotonico Window, Milano (2019) e Tette
Fotoniche, Fotonico Window, Milano (2018).