Corpo.doc performance e arti visive

Nocciano - 22/05/2021 : 13/06/2021

Dopo dieci anni di attività CORPO - Festival delle arti performative diventa CORPO.doc │ performance e arti visive: un’apertura della rassegna verso i linguaggi strettamente correlati alla Performing Art (fotografia e video-arte).

Informazioni

Comunicato stampa

Dopo dieci anni di attività CORPO - Festival delle arti performative diventa CORPO.doc │ performance e arti visive: un’apertura della rassegna verso i linguaggi strettamente correlati alla Performing Art (fotografia e video-arte).
Il progetto, a cura di Ivan D’Alberto, è organizzato dal Centro di Archiviazione e Promozione della Performing Art (CAPPA) di Pescara e si terrà dal 22 maggio al 13 giugno 2021 presso il Museo delle Arti - Castello di Nocciano



La dicitura .doc oltre a voler simpaticamente rimandare all’acronimo “di origine controllata” indica le tre sezioni di cui si compone il progetto culturale ovvero document, orizzonti e community.

La sezione document propone momenti di approfondimento su esperienze artistiche realizzate in passato nell’ambito della Performing Art; un approccio archivistico e bibliografico arricchito da letture critiche attraverso il coinvolgimento di esperti del settore.

La sezione orizzonti ha lo scopo di far conoscere il lavoro di giovani performer con l’obiettivo di scoprire nuovi talenti.

Infine, l’ultima sezione, community, si riferisce all’idea di “rete” che la rassegna CORPO.doc vuole realizzare attraverso il coinvolgimento di istituzioni pubbliche e private.

La prima edizione di CORPO.doc │ performance e arti visive avrà come tema woman’s body.

Per la sezione document sarà proposta una mostra con opere storiche (fotografie e video) di Regina José Galindo, Nan Goldin e Donna Ferrato, arricchita da un’installazione dell’artista abruzzese Lea Contestabile, sul tema delle spose bambine.
Saranno proiettati il film I’ll be your mirror, edito dalla BBC e realizzato da Nan Goldin nel 1995, a cui seguirà un talk con Guido Costa della galleria Guido Costa Project di Torino; e il film A Portrait of Domestic Violence, edito dal Time e realizzato da Donna Ferrato nel 1982, a cui seguirà un talk con Doriana Gagliardone, presidente dell’Associazione Ananke di Pescara nata per combattere la violenza sulle donne.
La storica e teorica dell’arte contemporanea Teresa Macrì presenterà il suo ultimo libro Slittamenti della performance, edito da Postmedia book, mentre Regina Josè Galindo, grazie alla partnership che CAPPA ha siglato con la Prometeo Gallery di Milano realizzerà, presso il cimitero comunale di Nocciano, la performance corale El Último Aplauso.





Per la sezione orizzonti sarà proposta una mostra fotografica delle artiste Francesca Rao e Annalisa De Luca. Sempre per questa sezione, nel mese di dicembre del 2020, CAPPA ha lanciato una open call internazionale per il coinvolgimento di giovani performer. Dopo un’attenta selezione sono stati individuati i seguenti nomi:

Darko Taleski e Ferdi Bulut, artisti macedoni che presentano l’azione Conversational Bodies; Cai Yingfei, artista cinese che realizza l’azione Tessuto e Andrea Matarazzo, artista campano, con l’azione Madre.

La sezione community si è concretizzata attraverso le varie partnership siglate per la prima edizione della rassegna; CORPO.doc, infatti, è stata possibile grazie al sostegno del Comune di Nocciano, della società Almacis e delle aziende Cilli Pubblicità, ICO e Belle Arti e Mestieri e attraverso il coinvolgimento del Gruppo Magia di Montesilvano (Pe), dell’Associazione Ananke, delle gallerie d’arte Guido Costa Project e Prometeo Gallery e degli studenti del Liceo Artistico Musicale e Coreutico MiBe di Pescara.

Per la partecipazione alle giornate della rassegna (visita alle mostre e partecipazione a performance e talk) è necessaria la prenotazione all’indirizzo e-mail di CAPPA, [email protected]
Si ricorda che sarà inoltre obbligatorio indossare la mascherina, igienizzarsi le mani e mantenere il distanziamento.