L’antica Torretta Pepoli di Erice, in Sicilia, diventa museo interattivo. Dopo il degrado il restauro e una veste nuova. Tutta contemporanea

Nuove tecnologie e installazioni interattive, per restituire un’anima a un luogo speciale, dopo una lunga stagione d’abbandono e di degrado. Siamo a Erice, in provincia di Trapani, su un promontorio di rocce aguzze che si sporgono sul mare. La Torretta Pepoli torna al suo antico splendore, in conclusione di un attento lavoro di restauro seguito […]

Erice, Torretta Pepoli

Nuove tecnologie e installazioni interattive, per restituire un’anima a un luogo speciale, dopo una lunga stagione d’abbandono e di degrado. Siamo a Erice, in provincia di Trapani, su un promontorio di rocce aguzze che si sporgono sul mare. La Torretta Pepoli torna al suo antico splendore, in conclusione di un attento lavoro di restauro seguito della soprintendenza di Trapani e sostenuto dal Comune di Erice. Vecchia oltre un secolo, immersa nella solitudine di una macchia di vegetazione incontaminata, la Torretta era sorta per volere del conte Agostino Pepoli, che ne fece il suo “pensatoio”, misteriosa turris eburnea dove il mecenate incontrava studiosi e artisti.
Oggi questo luogo, carico di fascino e di memorie, per troppo tempo sottratto agli sguardi dei residenti, si trasforma in un museo consacrato alla storia di Erice e alla sua identità. In un felice contrasto tra le atmosfere nostalgiche che avvolgono le possenti mura e i linguaggi più arditi della contemporaneità,  il pubblico potrà ritrovare un piccolo gioiello dimenticato, godendo di un’esperienza sensoriale immersiva. Grazie a un progetto di interaction design – curato dagli studi Noidealab e Sonusloci – tra ambienti sensibili interattivi e installazioni artistiche, i contenuti multimediali daranno vita a un racconto tra storia, cultura, mito e tradizione, tramutati in impalpabili flussi di informazioni sonore, visive, luminose, testuali.

La Torretta Pepoli di Erice, prima del restauro
La Torretta Pepoli di Erice, prima del restauro

L’inaugurazione è attesa per il 19 luglio, in occasione di “Fly For Peace”, evento umanitario durante cui saranno trasportati degli aiuti in Libano, mentre il cielo di Erice  sarà solcato dagli show aerei delle Frecce Tricolori, insieme alle pattuglie acrobatiche di altri Stati, in contemporanea a una rassegna di seminari e workshop con personalità del mondo religioso, scientifico, culturale e politico. Da qui il nome che ribattezza l’antica architettura, nella sua nuova veste museale: Torretta Pepoli Faro di Pace.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.