Brussels Updates: il nuovo look aeroportuale di Art Brussels. Sara de Bondt per la grafica, Tom Mares per gli allestimenti, Natacha Cadonici per le divise delle hostess e Miss V. per gli accessori

La nuova direzione della greco-olandese Katerina Gregos ha portato una totalmente rinnovata veste grafica alla tradizionale Art Brussels. Per la 31esima edizione dunque la kermesse belga si presenta con un aspetto assai curato e consegnato nelle sapiente mani di giovani talenti della grafica e della scenografia internazionale. Il designer trentenne Tom Mares, in collaborazione con l’artista Walt […]

La nuova direzione della greco-olandese Katerina Gregos ha portato una totalmente rinnovata veste grafica alla tradizionale Art Brussels. Per la 31esima edizione dunque la kermesse belga si presenta con un aspetto assai curato e consegnato nelle sapiente mani di giovani talenti della grafica e della scenografia internazionale.
Il designer trentenne Tom Mares, in collaborazione con l’artista Walt van Beek (belgi entrambi e selezionati da una lista dei migliori architetti del paese), si sono occupati dell’allestimento proponendo un concetto di fiera che diventa una ‘Art City’: una sorta di check-in aeroportuale accoglie i visitatori all’arrivo, dei segnali colorati indicano le diverse sezioni della fiera che sono contrassegnate da landmarks verticali, visibili a distanza.
Al di là dell’allestimento e dei layout, una presenza particolarmente nota al pubblico italiano è invece quella di Sara de Bondt, alla designer con studio a Londra è stata infatti assegnata tutta la grafica, il logo e la cura dei materiali stampati della fiera. Si tratta della stessa Sara de Bondt che sorprese e incuriosì in occasione dell’edizione 2011 di Artissima: a Torino la grafica propose il suo ufficio di statistica che sfornava grafici, pizze e istogrammi in continuazione e che influenzò tutta la grafica della fiera piemontese in quella edizione.
Piccola nota di curiosità ulteriore: con l’obiettivo di supportare i giovani talenti belgi, la fiera ha incaricato la fashion designer Natacha Cadonici di concepire l’outfit simil-hostess (di questa Art Brussels aeroportuale) per il personale, gli accessori sono invece stati chiesti a Miss V. mentre la bag ufficiale della rassegna è stata assegnata a Kendell Geers.