E dopo il corso, la mostra. I giovani curatori di A plus A si mettono alla prova con un progetto inedito. Tredici artisti, a Venezia, per raccontare la crisi di “questa era”…

Sono 26 e arrivano tutti da un’esperienza formativa comune. Gli studenti del 19° “Corso in Pratiche Curatoriali e Arte Contemporanea”, promosso dalla galleria del centro culturale sloveno A plus A, hanno lavorato fianco a fianco con 13 artisti, per progettare una grande collettiva, a suggello dell’iter didattico compiuto. Mixando fotografie, video, installazioni, interventi di sound-art […]

Natasa Radovic, L'Amore, 2008

Sono 26 e arrivano tutti da un’esperienza formativa comune. Gli studenti del 19° “Corso in Pratiche Curatoriali e Arte Contemporanea”, promosso dalla galleria del centro culturale sloveno A plus A, hanno lavorato fianco a fianco con 13 artisti, per progettare una grande collettiva, a suggello dell’iter didattico compiuto. Mixando fotografie, video, installazioni, interventi di sound-art e opere interattive, ThisAge prova a esplorare tutto il disagio e lo smarrimento che abitano il presente: un tempo di convulsi mutamenti, in cui si è naufraghi in cerca di un senso, un nuovo corso. È questo il tema della mostra che inaugura il 14 gennaio 2013 in galleria, uno sguardo corale e a tratti crudele sul reale, fatto di intuizione, segni, forme orchestrate in sinergia.
I nomi? Tutti giovanissimi, sia artisti che curatori, in qualche caso alla loro prima esperienza espositiva: Pietro Mingotti, Valentina Sanna, Enzo Comin e Simon Perathoner, arrivati dall’Accademia di Belle Arti e dalla Fondazione Bevilacqua di Venezia; il vicentino Andrea Santini, il progettista e videomaker trevigiano Mauro Lovisetto, il duo NASTYNASTY di Ravenna, Claudia Moretti di Mantova, lo scultore modenese Giovanni Manfredini, il toscano Lorenzo Ghelardini e infine Natasa Radovic, Monica Grycko e Gaston Ramirez Feltrin, provenienti rispettivamente da Croazia, Polonia e Messico.

– Helga Marsala

“ThisAge”
Opening: lunedì 14 gennaio 2013
ore 18: Performance di Xabier Iriondo e Valentina Chiappini
ore 20: DJSET di Alberto Pasini
Finissage: lunedì 21 gennaio 2013
ore 18: Reading di Pierpaolo Capovilla (Teatro degli Orrori), con il musicista e compositore Paki Zennaro
Performance di Xabier Iriondo e Valentina Chiappini
ore 20: DJSET di Alberto Pasini
A plus A, Centro Espositivo Sloveno – San Marco 3073, Venezia
Info: tel. +39 041 7124765 – www.aplusa.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.