Lo Strillone: su Corriere della Sera cambiano le regole per la gestione degli enti lirici. E poi il Madre risorge, Rivoli no, Gregotti celebra Rafael Moneo, Biasiucci in mostra a Roma…

Il consiglio dei ministri mette mano agli enti lirici: rivoluzione gestionale per Fondazioni sempre più con il fiato corto. Tutti i dettagli su Corriere della Sera, con un balletto di competenze che vanno avanti e indietro tra Regioni ed enti locali. Mentre Il Sole 24Ore teme che la crisi di maggioranza mandi tutti in frigorifero […]

Quotidiani
Quotidiani

Il consiglio dei ministri mette mano agli enti lirici: rivoluzione gestionale per Fondazioni sempre più con il fiato corto. Tutti i dettagli su Corriere della Sera, con un balletto di competenze che vanno avanti e indietro tra Regioni ed enti locali. Mentre Il Sole 24Ore teme che la crisi di maggioranza mandi tutti in frigorifero e L’Unità racconta lo strano caso del Massimino di Palermo: commissariato senza motivi apparenti.

Ancora il quotidiano di Confindustria, sempre sugli effetti collaterali della fine anticipata del Governo Monti. Tra i ddl prossimi all’aborto anche quello che doveva sbloccare l’accesso alla professione di restauratore, liberalizzando un settore al quale si accede solo dopo aver frequentato una delle scuole di Stato.

Il MADRE di Napoli resuscita con Sol LeWitt, il Maxxi riparte da Melandri: Rivoli che fa? Se lo chiede Rocco Moliterni su La Stampa; sotto la Mole arrivano, intanto, recensioni e valutazioni sulle mostre di Guardi a Venezia e Biasiucci a Roma. Vittorio Gregotti su Corriere della Sera: riflessioni sul postmoderno in architettura nei progetti di Rafael Moneo.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.