Lo Strillone: tutti parlano di Picasso a Palazzo Reale, un po’ grande evento, un po’ mostra blockbuster. E poi Pantelleria fra antico e moderno, MoMA a caccia di visitatori…

A Milano piacere vincere facile: corsivo corrosivo di Orio Vergani su Quotidiano Nazionale. Picasso non si discute, ma più che sull’ennesima mostra blockbuster forse era meglio investire su progetti più coraggiosi. Ma perché “Picasso fa rima con incasso”? Lo spiega su La Stampa Francesco Bonami. Sul maxi-evento a Palazzo Reale una doppia per Corriere della […]

Quotidiani
Quotidiani

A Milano piacere vincere facile: corsivo corrosivo di Orio Vergani su Quotidiano Nazionale. Picasso non si discute, ma più che sull’ennesima mostra blockbuster forse era meglio investire su progetti più coraggiosi. Ma perché “Picasso fa rima con incasso”? Lo spiega su La Stampa Francesco Bonami. Sul maxi-evento a Palazzo Reale una doppia per Corriere della Sera e La Repubblica; recensione a tutta pagina su La Padania, richiamo in prima per la lettura proposta da Barilli su L’Unità.

Perché hanno abbattuto la storica chiesa di Pantelleria per sostituirla con un’architettura ultra moderna? Non c’era posto per entrambe? Interrogativi inquieti quelli di Claudia Colasanti su Il Fatto Quotidiano.

Per acchiappare il visitatore devi investire. Inchiesta su Avvenire dedicata alla capacità dei musei di reinventarsi e seguire i gusti del pubblico: tra ruffianate hi-tech e coccole varie il record per l’istituzione più user friendly spetta al MoMA. Che spende in servizi all’utenza l’equivalente di 157 dollari a visitatore.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • nicola

    ce ne fossero di mostre cosi! il guaio è che senza programmazione questi luoghi sono presi dassalto da editori venditori di magliette…comuque con picasso almeno si respira per un paio di mesi..

  • Antonio

    A 39 anni dalla morte, Picasso ha ancora molto da dire al pubblico di oggi. Molti artisti viventi non hanno già più nulla da dire.