Sagome 547

Roma - 19/07/2018 : 19/07/2018

Anche quest’anno l’Associazione Horti Lamiani, per l’integrazione e l’arte contemporanea, partecipa con l’installazione SAGOME 547 alle celebrazioni del 75° anniversario del Bombardamento di San Lorenzo, su gentile invito dell’ANVCG (Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra) e del Centro per la Promozione del Libro.

Informazioni

  • Luogo: BASILICA DI SAN LORENZO FUORI LE MURA
  • Indirizzo: Piazzale del Verano 3 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 19/07/2018 - al 19/07/2018
  • Vernissage: 19/07/2018 ore 11
  • Curatori: Romina Guidelli
  • Generi: inaugurazione
  • Orari: L’installazione SAGOME 547 sarà visitabile il giorno dell’inaugurazione (dalle ore 11.00) presso il piazzale antistante la Basilica di San Lorenzo fuori le mura, Piazzale del Verano, 3 Roma, e nel chiostro interno negli altri giorni (dalle ore 10.30 -13.30 e 16.30 – 20.00).

Comunicato stampa

SSOCIAZIONE CULTURALE HORTI LAMIANI ARTE CONTEMPORANEA

75° ANNIVERSARIO DEL GRANDE BOMBARDAMENTO DI ROMA
GIOVEDÌ 19 LUGLIO 2018 ORE 11.00
COMPLESSO MONUMENTALE DELLA BASILICA DI SAN LORENZO FUORI LE MURA, ROMA

SAGOME 547
DIMENTICARE È FACILE, BASTA NON RICORDARE
Ideazione Daniele Arzenta
A cura di Romina Guidelli

DALLE ORE 11.00 DEL 19 LUGLIO L’INSTALLAZIONE SAGOME 547 SARÀ APERTA AL PUBBLICO
CONFERENZA E PREVIEW MOSTRA DEDICATA ALLA STAMPA: 19 LUGLIO ORE 11.00

COMPLESSO MONUMENTALE DELLA BASILICA DI SAN LORENZO FUORI LE MURA, PIAZZALE DEL VERANO, 3

Anche quest’anno l’Associazione Horti Lamiani, per l’integrazione e l’arte contemporanea, partecipa con l’installazione SAGOME 547 alle celebrazioni del 75° anniversario del Bombardamento di San Lorenzo, su gentile invito dell’ANVCG (Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra) e del Centro per la Promozione del Libro.

SAGOME 547 simboleggia il quotidiano e silenzioso eccidio di coloro che dovrebbero rappresentare il futuro dell'umanità: i bambini. Le sagome, per la maggioranza affidate negli anni ai sempre più numerosi artisti intervenuti, sono di legno chiaro dipinto di bianco, alte un metro e venti centimetri (quanto l'altezza media di un bambino di dieci anni), rappresentano biografie non vissute: "appartenenti ad un'umanità che non occupa più uno spazio fisico". "Abbiamo deciso di dar voce alle vittime che non possono più parlare", hanno spiegato Daniele Arzenta e Romina Guidelli, "attraverso il lavoro di artisti che hanno aderito ad un'operazione sociale quanto mai fondamentale per la presa di coscienza del pubblico su un argomento così drammatico. E abbiamo deciso di farlo attraverso il connubio di arte e memoria". L’installazione SAGOME 547 coinvolge, infatti, importanti artisti del circuito dell’arte contemporanea internazionale. Uomini e artisti militanti, impegnati nella realizzazione dell’immagine, della “storia” possibile e non vissuta, di 547 sagome-bambini: il numero esatto delle vite che ogni giorno, in silenzio, scompare. Sagome 547 si presenta come immediata immagine di un sacrificio imminente, è l’istantanea del crimine inaccettabile compiuto dalle guerre dell’uomo.

L’installazione SAGOME 547 sarà visitabile il giorno dell’inaugurazione (dalle ore 11.00) presso il piazzale antistante la Basilica di San Lorenzo fuori le mura, Piazzale del Verano, 3 Roma, e nel chiostro interno negli altri giorni (dalle ore 10.30 -13.30 e 16.30 – 20.00).