Just Music Festival 2017

Roma - 20/06/2017 : 09/07/2017

Il Just Music Festival farà tappa all'Ex Dogana con DJ set, concerti, performance con i più importanti artisti a livello mondiale che attraversano stili, generi e nazioni, per esplorare nuovi contesti e nuovi pubblici.

Informazioni

  • Luogo: EX DOGANA
  • Indirizzo: Via dello scalo di San Lorenzo 10 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 20/06/2017 - al 09/07/2017
  • Vernissage: 20/06/2017
  • Generi: performance – happening, serata – evento, musica, festival
  • Sito web: http://www.justmusicfestival.it

Comunicato stampa


Rag’N’Bone Man, FatBoy Slim, Nicolas Jaar, Paul Kalkbrenner, Richie Hawtin e Damian Lazarus, Roots In The City: Sizzla & The Firehouse Band, Lee Scratch Perry & Mad Professor, Nattali Rize, Promise No Promises: sono questi gli artisti in arrivo quest'estate all'Ex Dogana di Roma con il Just Music Festival, l'evento che trasformerà, anche quest'anno, la Capitale in un grande palcoscenico di musica e cultura contemporanea



Dal 20 Giugno al 9 Luglio 2017 il Just Music Festival farà tappa all'Ex Dogana con DJ set, concerti, performance con i più importanti artisti a livello mondiale che attraversano stili, generi e nazioni, per esplorare nuovi contesti e nuovi pubblici. Tra gli appuntamenti del JMF in via dello Scalo San Lorenzo 10 ci sarà dunque l'avanguardia di Nicholas Jaar (21 giugno), artista newyorkese ma di origine cilena, famoso in tutto il mondo per la sua elettronica in bilico tra suggestioni techno, r’n’b, jazz e world, fino al nuovo soul-blues ibrido del britannico Rag’n’Bone Man (20 giugno), cantautore cresciuto nell’underground inglese, arrivato quest'anno al successo planetario grazie alla famosissima hit Human. Dal poliedrico e carismatico Paul Kalkbrenner (24 giugno), padre indiscusso di quel suono e quell’estetica che portano la firma Berlino-anni-2000, all’intramontabile Fatboy Slim (9 luglio), artista dal talento inarrivabile nel mischiare generi e registri, che con le sue produzioni ha segnato una pagina intera di storia dell’elettronica e del pop. Fin17884308_1881902852066907_461435527670755354_n.pngo ad alcune stelle indiscusse del djing mondiale come il canadese Richie Hawtin (7 luglio), custode incontrastato della techno minimale di prima generazione e artista che da sempre riesce a spostare il confine tra dj set e performance live. Ma, soprattutto, quest’anno è la volta di una grande novità al Just Music Festival: una giornata interamente dedicata ad una delle culture musicali contemporanee più importanti e influenti al mondo. “Roots In The City” (2 luglio) è un festival nel festival, un nuovo format dedicato ai suoni reggae, dub e dancehall. Il 2 luglio, in un’unica lunga maratona musicale, si esibiranno sullo stesso palco alcuni dei più importanti interpreti legati alla tradizione “roots” e alla musica popolare giamaicana, in tutte le sue varianti e interpretazioni. Primo tra tutti Sizzla, tra i massimi esponenti di quel reggae nato negli anni 90 che ha ritrovato nella radice rastafariana l’orizzonte del contemporaneo e che ha saputo uscire dai confini giamaicani per conquistare il mondo, accompagnato in questa occasione dalla titanica Firehouse Band. O i leggendari Lee “Scratch” Perry e Mad Professor, due vecchi maestri che, per una notte, si ritroveranno a Roma di nuovo insieme sul palco per ridare vita ad un capitolo intero della storia del reggae e della dub music; ma ci saranno anche interpreti affermati della nuova generazione, provenienti da paesi satellite rispetto al suono giamaicano, come il guyanese Promise No Promises, o l’astro nascente australiano Nattali Rize, con il suo reggae impegnato contaminato dai linguaggi del nuovo hip-hop. Ad essi si aggiungeranno guest, sound system e crew di Roma, per mettere in connessione l’olimpo del reggae con le migliori esperienze locali.



Il Just Music Festival è infatti prima di tutto il tentativo di creare uno “spazio nuovo” nella città di Roma, in cui diversi generi e diverse tradizioni contemporanee si incontrino. Un festival per un pubblico non più di nicchia, ma misto, trasversale e multietnico: appassionati di elettronica e pop, devoti del roots reggae, fan della techno, amanti dell’house music, adepti del nuovo movimento dancehall e fedeli dell’hip hop, tutti insieme sotto uno stesso tetto, non più divisi da barriere di genere e contesto, che in definitiva sono anche barriere culturali e sociali.



La musica è anche l’occasione per indagare altri linguaggi: ad accompagnare il festival, alcuni singolari incroci con le arti visive, per gettare ponti tra la musica contemporanea e le più importanti esperienze artistiche internazionali.



JUST MUSIC FESTIVAL (III Ed.)

20 Giugno – 9 Luglio, 2017

Ex-Dogana, MAXXI, Spazio Novecento – Roma

www.justmusicfestival.it

facebook.com/JustMusicFestival

instagram.com/JustMusicFestival




Ufficio Stampa JMF 2017:

Flavia Marincola Srl

Ufficio Stampa PR

Via Cecilio Stazio 21, Roma

Tel. +39 380 3040264

[email protected]

Ufficio stampa Ex Dogana:

Sabina Galandrini
Via dello Scalo San Lorenzo 10, Roma
Tel: +39 351 0859469
[email protected]










PROGRAMMA JMF 2017 PRESSO EX DOGANA



MARTEDÌ 20.06 - Ex Dogana

RAG’N’BONE MAN



MERCOLEDÌ 21.06 - Ex Dogana

NICOLAS JAAR LIVE
AFTER SHOW WITH JACKMASTER & JASPER JAMES



SABATO 24.06 - Ex Dogana

PAUL KALKBRENNER presents BACK TO THE FUTURE
RALF

HOWL ENSEMBLE



DOMENICA 02.07 - Ex Dogana

ROOTS IN THE CITY:
SIZZLA & THE FIREHOUSE BAND,

LEE SCRATCH PERRY & MAD PROFESSOR

NATTALI RIZE

PROMISE NO PROMISES



VENERDÌ 07.07 - Ex Dogana

RICHIE HAWTIN

DAMIAN LAZARUS



DOMENICA 09.07 - Ex Dogana

FATBOY SLIM

DADDY G



LOCATION:

Ex Dogana – Via dello Scalo S. Lorenzo 10, Roma



TICKETS: www.ticketone.it



(I biglietti saranno disponibili in prevendita attraverso il circuito nazionale Ticket One e alla biglietteria della location il giorno dell’evento.)





JUST MUSIC FESTIVAL – gli organizzatori:



Il Just Music Festival è organizzato da DNF Booking Crew, agenzia internazionale di booking fondata nel 2002, con sede a Roma. Animata dalle stesse persone che hanno dato vita a leggendario club Dc-10 di Ibiza e al format internazionale Circoloco, DNF è oggi una delle più attive agenzie in Europa, e rappresenta i più importanti artisti della scena elettronica contemporanea, coprendo con il proprio roster un ampio spettro di generi musicali e nazionalità.



In quindici anni di attività, DNF ha organizzato eventi in tutto il mondo, ha portato in Italia i più importanti nomi dell’elettronica e del pop, ed è stata parte fondamentale nello sviluppo di molti artisti che sono oggi icone a livello globale, dalle prime fasi della carriera fino al grande successo.



La reputazione di DNF come una delle agenzie più innovative nel circuito della musica elettronica contemporanea è dovuta alla sua visione dell’intrattenimento musicale come evento culturale e sociale che deve essere costantemente esplorato e ridefinito. Una visione che testimonia non solo la qualità del parco artisti, ma anche gli elevati standard di produzione a livello umano, etico e tecnico, nella creazione di nuovi format di intrattenimento.



DNF Booking Crew

Viale Bruno Buozzi 19, Roma

www.dnfbookingcrew.com

tel/fax: +39 06 8069 2613

[email protected]



BIO ARTISTI EDIZIONE 2017



RAG’N’BONE MAN – MARTEDÌ 20.06

Soul, blues e ritmi hip hop per un’apertura in grande stile con Rory Graham, aka Rag ‘N’ Bone Man. Nato e cresciuto in un piccolo villaggio del sud-est dell’Inghilterra, Rag ‘N’ Bone Man si è formato a suon di blues e soul per poi entrare in contatto con la cultura hip hop nella vicina Brighton. Da allora si è imposto come uno degli artisti neo-soul più innovativi e talentuosi, in particolar modo grazie a una profonda e potente voce al tempo stesso blueseggiante e soulful, mescolata a ritmi tipicamente hip hop.



Al Just Music Festival, Rag ‘N’ Bone Man presenterà il suo primo lavoro per la Columbia, Human (2017), a oggi la sua prova più matura ed eclettica da cui tra l’altro è tratta la famosissima hit che dà il titolo all’album.



soundcloud.com/ragnbonemanuk





NICOLAS JAAR – MERCOLEDÌ 21.06

Uno dei produttori dance meno prevedibili e più sperimentali degli anni 2010 torna a Roma per la seconda data del Just Music Festival, dove presenterà il suo ultimo album Syrens. Rinomato per il suo downtempo riflessivo ed emozionale, Nicolas Jaar proviene da un retroterra influenzato tanto dal jazz e dalla musica classica moderna, quanto dalla minimal techno e dal suono electro. Nato a New York, ha passato la maggior parte della sua infanzia a Santiago del Cile (da dove proviene suo padre, il noto artista visivo e filmmaker Alfredo Jaar), fino al ritorno negli Stati Uniti negli anni dell’adolescenza.

Jaar è una figura poliedrica, che passa dalla produzione in proprio ai remix, dalle performance dal vivo alle partiture per il cinema, passando per il DJing. Si è imposto all’attenzione degli ascoltatori col suo primo album Space is Only Noise, che uscito su Circus nel 2011 ha riscosso un enorme successo di critica, garantendo a Jaar la stima sia del mondo dance che di quello indie-rock.



Nel 2016 Jaar ha prodotto il suo ultimo album vero e proprio, Syrens, che il 21 giugno verrà presentato per la prima volta in Italia e per la precisione a Roma, negli spazi dell’Ex Dogana all’interno del Just Music Festival.



nicolasjaar.net

soundcloud.com/nicolas-jaar



JACKMASTER – MERCOLEDÌ 21.06

Jackmaster (vero nome Jack Revill) ha cominciato la sua carriera di DJ mentre ancora adolescente lavorava in un negozio di dischi, per poi diventare resident DJ al Monox di Glasgow. Noto per le sue eclettiche mix session in cui mescola Detroit techno, UK garage, dubstep, minimal techno, disco/funk e qualsiasi altra cosa in grado di smuovere la pista, è anche il cofondatore di Numbers, influente etichetta/serata a cui si devono le prove di artisti come SBTRKT, Deadboy, Redinho, Jessie Ware, Sophie, Jamie xx, Mosca e Lory D. Pochi altri DJ sono in grado di mettere sul piatto tanta conoscenza, gioia, sincerità e humor.



Al Just Music Festival Jackmaster si esibirà, assieme a Jasper James, nel corso dell’aftershow che seguirà al concerto di Nicolas Jaar all’Ex Dogana.



soundcloud.com/jackmaster





JASPER JAMES – MERCOLEDÌ 21.06

Nonostante non abbia ancora compiuto trent’anni, Jasper James può già vantare una lunga carriera dietro i piatti. Dopo essere stato il più giovane DJ a esibirsi al leggendario Sub Club di Glashow, si è velocemente affermato come uno dei nomi da tenere maggiormente sott’occhio. Negli ultimi anni il suo EP d’esordio Sneaky, uscito su Optimo Trax nel 2014, e il successivo ZTRK1 per Leftroom, lo hanno portato a esibirsi nei principali club e festival britannici ed europei, tra cui Warehouse Project, Bugged Out, Glastonbury, Chicago's Smartbar, Berlin's Watergate e Circoloco al Dc10. Come DJ, Jasper è conosciuto per selezioni che spaziano dalla house alla nuova techno berlinese, passando per i suoni classici di disco, funk e soul. Nel 2015 è stato nominato “Breakthrough DJ Of The Year” dalla rivista DJ Mag.



Al Just Music Festival, Jasper James si esibirà, assieme a Jackmaster, nel corso dell’aftershow che seguirà al concerto di Nicolas Jaar all’Ex Dogana.



soundcloud.com/DJjasperjames





PAUL KALKBRENNER – SABATO 24.06

Il padrino del suono di Berlino “torna al futuro” con il suo nuovo album per una notte di pura bellezza minimal. Paul Kalkbrenner è un DJ, musicista e producer considerato tra i principali protagonisti della scena elettronica internazionale. Nato nel 1977 nell’allora Germania dell’Est, ha cominciato a esibirsi come DJ nella città natale di Lipsia, per poi fare gavetta nel magico periodo in cui la scena clubbing stava esplodendo a Berlino Est.

Dopo anni trascorsi nei club dietro al mixer e dopo un periodo di lavoro per la televisione tedesca, si è finalmente segnalato sia come artista da studio che come DJ, allargando la sua esperienza al mondo del cinema e lavorando col regista Hannes Stohr per il film Berlin Calling, in cui Kalkbrenner è contemporaneamente attore, compositore della colonna sonora e co-sceneggiatore. Nel 2015, dopo quindici anni di militanza nel circuito delle etichette indipendenti, ha firmato per una major grazie a un accordo di lunga durata con Sony Music International.



Al Just Music Festival, Kalkbrenner presenterà il suo nuovo spettacolo con un evento all day sabato 24 giugno, assieme a Ralf e a Howl Ensemble.



paulkalkbrenner.net

soundcloud.com/paulkalkbrenner





LEE “SCRATCH” PERRY – DOMENICA 02.07

Lee Perry, meglio noto come “Scratch”, è uno dei più venerati nomi nell’intera storia della musica moderna. Autentica icona del reggae, Lee Scratch Perry nasce in un’area rurale della Giamaica nel 1936. A fine anni 50 si sposta a Kingston, dove un nuovo genere musicale, chiamato Reggae, ha già conquistato la città e la nascente industria discografica. Come produttore e autore arriva alla fama negli anni 60 e 70, quando da forma alle tecniche del dub e contribuisce a fare del reggae una musica di grande successo nel mondo del pop. Oltre ad aver prodotto alcuni dei più influenti artisti giamaicani, come Bob Marley & the Wailers e i Congos, l’approccio di Perry al mixing e alla produzione è stato e resta incredibilmente innovativo e audace per l’intero mondo musica dub. Dopo tanti anni, è ancora una continua fonte di ispirazione per musicisti provenienti da tutto il mondo e dai più disparati generi e stili musicali.



Al Just Music Festival si esibirà assieme a un’altra leggenda come Mad Professor, nelle cornice di Roots In The City.





MAD PROFESSOR – DOMENICA 02.07

Il leggendario Mad Professor, vero nome Neil Joseph Stephen Fraser, è un musicista originario della Guyana considerato come il vero pioniere del dub inglese, ed è da tre decenni una figura guida della scena internazionale. Il suo nome d’arte gli venne dato da ragazzo per via della sua passione per l’elettronica, grazie alla quale emigrò dalla Guyana a Londra per cominciare la sua carriera musicale come tecnico. Mad Professor è considerato uno dei principali produttori della seconda generazione dub. Nella sua lunga e celebrata carriera, ha dato vita a una discografia che comprende diversi indiscutibili album di culto, e ha collaborato con artisti sia provenienti dal mondo del reggae come Lee "Scratch" Perry, Sly and Robbie, Pato Banton, Jah Shaka e Horace Andy, sia estranei al tradizionale circuito reggae e dub come Sade, Massive Attack and The Orb.





NATTALI RIZE – DOMENICA 02.07

Nattali Rize è una delle stelle più luminose dell’intero nuovo movimento dancehall. Se le chiedete da dove viene, vi risponderà “da tutte le direzioni”: non si sente cioè cittadina di alcuno stato-nazione, ma parte di una comunità in continua evoluzione di pensatori consapevoli provenienti da luoghi e tempi differenti. La sua musica è figlia della tradizione reggae, ma si è mescolata in maniera libera e naturale con influenze hip hop, elettroniche, world e pop. È nota per la sua energia e per la vibe trascinante, che trae ispirazione dal reggae per approdare in uno stile nuovo e contemporaneo. Su questa struttura musicale eclettica, la sua voce invita a prendere posizione rispetto a diritti umani e questioni legate all’ambiente. Nata e cresciuta in Australia con il nome di Natalie Magdalena Chilcote, nel 2003 ha fondato il collettivo urban roots Blue King Brown, per poi trasferirsi in Giamaica nel 2013 dove ha deciso di cambiare il proprio nome in Nattali Rize.



nattalirize.com

soundcloud.com/nattali-rize





PROMISE NO PROMISES – DOMENICA 02.07

Gli stati caraibici di Antigua e Barbuda sono patria di alcune delle più interessanti figure della nuova scena reggae internazionale. Kobla Mentor, anche noto come Promise No Promises, è un artista, attore, regista e produttore originario della Guyana, ma che proprio ad Antigua e Barbuda ha infine trovato dimora, imprimendo il suo marchio sulla scena musicale grazie a una serie di produzioni che hanno impazzato nel circuito radiofonico caraibico per poi arrivare alle menti e ai cuori dei fan non solo europei e americani, ma anche asiatici e africani. Promise No Promises è senza dubbio uno degli artisti reggae di Antigua e Barbuda più noti di tutti i tempi, ed è attualmente al lavoro con alcuni dei migliori produttori sia caraibici che europei.



soundcloud.com/promisenopromisesmusic





RICHIE HAWTIN – VENERDÌ 07.07

Un venerdì d’eccezione con il padre del suono minimale del nuovo millennio. Richard "Richie" Hawtin è infatti un personaggio chiave della scena techno mondiale: nato in Gran Bretagna ma cresciuto in Canada, ha cominciato come DJ nel 1987 per poi velocemente passare a produrre musica in proprio sotto il nome Plastikman, giocando un ruolo enormemente influente nella seconda ondata techno che ha preso le mosse a Detroit nei primi anni 90. Nel stesso periodo, Hawtin e il suo sodale John Acquaviva fondano la leggendaria etichetta Plus 8. Da allora Richie Hawtin è rimasto un esponente fondamentale della minimal techno a qualsiasi latitudine, allargando costantemente i confini che separano produzione, DJing e performance dal vivo, sui palchi dei più importanti festival e club al mondo, ma continuando sempre a contribuire con la sua ricerca, i suoi album e le sue esibizioni all’avanguardia elettronica più underground.



soundcloud.com/richiehawtin









FATBOY SLIM – DOMENICA 09.07

Quentin “Norman” Cook, meglio noto come Fatboy Slim, è semplicemente uno degli artisti più influenti tra quelli emersi tra fine anni 90 e inizi 2000 al confine tra elettronica e pop. Musicalmente camaleontico, è cresciuto in Inghilterra nella regione del Surrey e ha cominciato a esibirsi come DJ quando si spostò a Brighton alla fine degli anni 80. Fatboy Slim può essere considerato non solo un importante esponente, ma forse il vero padre fondatore del cosiddetto big beat, il suono che dominò le classifiche e i dancefloor di Europa e resto del mondo al passaggio del millennio. Nel gennaio 1999, il suo singolo Praise You raggiunse la vetta della classifica generale UK, stabilendo un nuovo record per l’industria della musica elettronica. Il grande successo di Cook deriva dalla sua abilità di parlare a pubblici sempre nuovi e differenti, piuttosto che restare confinato all’interno di una precisa nicchia o stile. Tanto i suoi set quanto le sue produzioni mescolano breakbeat funk con melodie e riff accattivanti, combinando gli ingredienti fondamentali delle culture dance e rock.



fatboyslim.net

soundcloud.com/fatboyslim