Imagining Realities/Realta’ Immaginarie

Roma - 30/11/2017 : 14/12/2017

Il “Centro di documentazione della ricerca artistica contemporanea Luigi Di Sarro” è lieto di annunciare la VI Edizione del programma bilaterale di residenze per giovani artisti tra Italia e Sudafrica, realizzato con il contributo del MAECI e con la collaborazione della Galleria Everard Read/CIRCA (Cape Town-Johannesburg-Londra).

Informazioni

  • Luogo: CENTRO LUIGI DI SARRO
  • Indirizzo: Via Paolo Emilio 28 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 30/11/2017 - al 14/12/2017
  • Vernissage: 30/11/2017 ore 18
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: dal martedì al sabato ore 16.00 – 19.00

Comunicato stampa

Il “Centro di documentazione della ricerca artistica contemporanea Luigi Di Sarro” è lieto di annunciare la VI Edizione del programma bilaterale di residenze per giovani artisti tra Italia e Sudafrica, realizzato con il contributo del MAECI e con la collaborazione della Galleria Everard Read/CIRCA (Cape Town-Johannesburg-Londra).
Jordan Sweke (1991) e Skumbuzo Vabaza in arte Skubalisto (1987), da Cape Town a Roma grazie ad ARP-Art Residency Project, mettono in mostra al Centro Luigi Di Sarro il loro sguardo sulla città e le sue periferie

Genti e paesaggi: un viaggio che esplora con vari mezzi espressivi (pittura, grafica e video) la storia e il presente della Caput Mundi. I due artisti sudafricani concludono con questa mostra il periodo di residenza di sei settimane in Italia.

Questa nuova edizione del programma ha selezionato quattro giovani artisti: due sudafricani oggi a Roma, Skubalisto e Jordan Sweke, e due italiani, Elena Giustozzi (1983) e Caterina Silva (1983) che partiranno il prossimo febbraio per partecipare alle attività del programma che il Centro Di Sarro realizza fra Roma e Cape Town.

In galleria sarà a disposizione anche il Catalogo che raccoglie la storia di ARP, dalla sua nascita nel 2009 ad oggi. Con questa edizione saranno 18 gli artisti che hanno viaggiato grazie ad ARP tra Italia e Sudafrica.

“ARP non è solo un programma di viaggio e di formazione, abbiamo l’ambizione che sia un’opportunità di crescita umana e professionale, fatta di capacità di confronto e di relazione, di scoperta e consolidamento della propria creatività”, spiega Alessandra Atti Di Sarro, che lo ha ideato.