Lo Strillone: l’assalto dei non-giovani ai musei italiani su Il Giornale. E poi artisti e fauna, Chagall, Rogers e il grattacielo Lloyd’s…

Raffica di segnalazioni: il provocatorio White Black Cube romano su Il Fatto Quotidiano; icone russe in mostra al Battistero di Firenze per Libero. Arte “bestiale” al Grand Palais per Europa, con il rapporto tra artisti e fauna da Durer a Koons. Primo piano sulle figure angeliche in arte per Avvenire, con focus speciale dedicato a […]

Quotidiani
Quotidiani

Raffica di segnalazioni: il provocatorio White Black Cube romano su Il Fatto Quotidiano; icone russe in mostra al Battistero di Firenze per Libero. Arte “bestiale” al Grand Palais per Europa, con il rapporto tra artisti e fauna da Durer a Koons.

Primo piano sulle figure angeliche in arte per Avvenire, con focus speciale dedicato a Chagall. Dalla Collu al Madre: l’assalto dei non-giovani alla guida dei musei italiani spunto per le riflessioni di Luca Beatrice su Il Giornale.

Il grattacielo disegnato da Rogers per la sede londinese dei Lloyd’s diventa patrimonio nazionale su La Stampa, che riprende ampiamente le icone russe in Firenze. La prima dell’Opera House di Firenze tiene banco su La Repubblica.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.