Vittorio Sgarbi ai microfoni di Artribune Television. Tutta l’arte è contemporanea, e tutti i curatori sono dei becchini…

Bonami? Uno che non ci capisce un tubo. I Padiglioni in Biennale? Delle cappelle funerarie. I curatori? Specie di medici, o meglio, di becchini. Antico o contemporaneo? È tutta la stessa roba. Indovinate un po’ a chi appartiene tale pungente eloquio? Ok, avete azzeccato in tre secondi. E’ lui, Vittorio Sgarbi. Pizzicato da Artribune Television […]

Bonami? Uno che non ci capisce un tubo. I Padiglioni in Biennale? Delle cappelle funerarie. I curatori? Specie di medici, o meglio, di becchini. Antico o contemporaneo? È tutta la stessa roba. Indovinate un po’ a chi appartiene tale pungente eloquio? Ok, avete azzeccato in tre secondi. E’ lui, Vittorio Sgarbi. Pizzicato da Artribune Television mentre si aggirava tra i meandri del suo padiglione. Lo abbiamo rincorso un po’, muniti di microfono, telecamera a mano e tanta pazienza. Nonostante scappasse di qui e di là, piuttosto agitato per via dell’imminente opening, siamo riusciti a fargli delle domande e a ottenere una risposta tutta d’un fiato. A breve, in home page, il report – trafelato – della nostra breve ma intensa chiacchierata…

– Helga Marsala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è stata anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.