Roba che sarebbe meglio non pubblicare​. Sgarbi e… la figa. Su Artribune Television

Vi è proprio piaciuta, a giudicare dai click e dai commenti, l’intervista a Vittorio Sgarbi pubblicata su Artribune Television. Un po’ folle, un po’ comica, un po’ surreale. E tutta di corsa. Bene, allora beccatevi una coda niente male, l’appendice kitsch che non poteva mancare. Tra qualche minuto, in home page, un ritaglio di montaggio […]


Vi è proprio piaciuta, a giudicare dai click e dai commenti, l’intervista a Vittorio Sgarbi pubblicata su Artribune Television. Un po’ folle, un po’ comica, un po’ surreale. E tutta di corsa.
Bene, allora beccatevi una coda niente male, l’appendice kitsch che non poteva mancare. Tra qualche minuto, in home page, un ritaglio di montaggio che si commenta da sè. Ecco come si concludeva la nostra chiacchierata con Sgarbi al Padiglione Italia: alla fine della fiera, dopo tanti ragionamenti, la verità è una sola. L’arte è tutta contemporanea, quella di oggi come quella di tremila anni fa. Esattamente come la figa! E via con gli applausi dei presenti… Allegria!

– Helga Marsala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è stata anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.