Lithium e Artribune Television. Videoanimazione a gogo, per una nuova avventura a puntate. Si parte con Emanuele Kabu…

Infaticabile, Artribune Television. Poco più di due mesi di vita, e l’attività di raccolta e produzione di materiali video è già decollata, con tutta la voglia di proporre formule e materiali utili per condividere, informarsi, approfondire. Parte adesso una nuova serie di appuntamenti, dedicati al progetto Lithium della napoletana NOTGallery: piccole e rapidissime mostre di video […]

Emanuele Kabu, Disharmony, 2011, still video
Emanuele Kabu, Disharmony, 2011, still video

Infaticabile, Artribune Television. Poco più di due mesi di vita, e l’attività di raccolta e produzione di materiali video è già decollata, con tutta la voglia di proporre formule e materiali utili per condividere, informarsi, approfondire.
Parte adesso una nuova serie di appuntamenti, dedicati al progetto Lithium della napoletana NOTGallery: piccole e rapidissime mostre di video d’artista, accompagnate dalla distribuzione di speciali edizioni commerciali, con uno spazio fisso sul web.
Video non narrativi, amano definirli Marco Izzolino e Manuela Esposito, responsabili del progetto. Ovvero? Prive del tradizionale sviluppo narrativo, sono opere che funzionano come suggestioni immediate, al pari di un dipinto o una scultura: frammenti in movimento, scanditi da un tempo circolare e non lineare, affidati a modalità di promozione e diffusione leggere, economiche, veloci.  Molti dei lavori attingono dal mondo della videoanimazione, sfruttando tecniche quali la stop motion o la grafica digitale.
Da adesso, a cadenza periodica, Artribune Television ne ospiterà – in versione integrale – una corposa selezione, tra quelli già prodotti ed esposti, e quelli appena entrati a far parte di Lithium. Qualche nome? Elena Arzuffi, Matteo Fato, Maria Grazia Pontorno, Luana Perilli, Rita Casia, Rebecca Agnes, Tu’M.

A inaugurare la partnership è il talentuosissimo Emanuele Kabu, new entry di cui lo spazio napoletano presenta, a partire da oggi, una personale dal titolo Disharmony.
Eccovi intanto un po’ di frame del nuovo lavoro e qualche immagine in anteprima dell’allestimento. E oggi pomeriggio, in contemporanea con l’opening di Napoli, non vi perdete il video. Su Artribune Television, naturalmente…

– Helga Marsala

Emanuele Kabu, Disharmony
testo critico di Daniele Capra
31 maggio 2011, ore 18
fino al 15/06/2011
www.lithiumproject.it
[email protected]

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d’arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Palermo e di Roma (dove è stata anche responsabile dell’ufficio comunicazione). Collaboratrice da vent’anni anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo, fino al 2010, come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la testata culturale Artribune, dove ancora oggi lavora come editorialista, collaborando col team di direzione e operando come curatrice e project manager nel nuovo comparto aziendale Artribune Produzioni. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica, politica, costume, comunicazione, attualità e linguaggi creativi contemporanei. Presso Riso Museo d’Arte contemporanea della Sicilia è stata curatrice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti, prevalentemente presso spazi pubblici italiani, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. È stata membro di commissioni e giurie per premi/residenze d’ambito nazionale, riservati ad artisti. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.