Ad Villam. La Galleria Perugi lascia Padova e sceglie il borgo di Mulazzo…

La mostra Amateurs – curata da Guido Bartorelli con opere di Antonio Guiotto, Damiano Nava, Kensuke Koike e Laurina Paperina – che inaugura venerdì 18 marzo sarà l’ultima nella sede padovana della Galleria Perugi. In vista c’è infatti un trasferimento a Mulazzo (MC), piccolo comune della Lunigiana con meno di tremila abitanti. “Ci stiamo buttando […]

Una veduta del borgo di Mulazzo

La mostra Amateurs – curata da Guido Bartorelli con opere di Antonio Guiotto, Damiano Nava, Kensuke Koike e Laurina Paperina – che inaugura venerdì 18 marzo sarà l’ultima nella sede padovana della Galleria Perugi. In vista c’è infatti un trasferimento a Mulazzo (MC), piccolo comune della Lunigiana con meno di tremila abitanti.

Installazione di Chris Gilmour alla Galleria Perugi

Ci stiamo buttando in un nuovo progetto in un meraviglioso borgo medievale – ci racconta Andrea Peruggi – con l’idea di trasformare questo luogo in un spazio aperto al contemporaneo. Sono il primo gallerista a crederci, ma so già di colleghi interessati a questa zona”. Non rimane a questo punto da vedere chi sarà il prossimo a muoversi.
www.perugiartecontemporanea.com

Daniele Capra

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Daniele Capra
Daniele Capra (1976) è curatore indipendente e militante, e giornalista. Ha curato oltre cento mostre in Italia, Francia, Repubblica Ceca, Belgio, Austria, Croazia, Albania, Germania e Israele. Ha collaborato con istituzioni quali Villa Manin a Codroipo, Reggia di Caserta, CAMeC de La Spezia, Galleria Comunale d'Arte Contemporanea di Monfalcone, MMSU di Rijeka, Museo Bernareggi di Bergamo, Galleria d'Arte Moderna di Genova, Casa Cavazzini Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Udine, la Galleria Nazionale di Tirana, la Fondazione Dena di Parigi, il Museo Ca’ Pesaro a Venezia, la Galleria Civica di Trento, il Comune di Milano, il Museo Janco Dada di Ein Hod - Haifa. Ha tenuto lezioni sull'arte contemporanea alla Wizo NB School di Haifa, all'Accademia di Belle Arti di Venezia e di Verona. È stato curatore del Premio Onufri presso la Galleria Nazionale di Tirana e del Premio Trieste Contemporanea. È membro del comitato scientifico di Rave Residency. Ha scritto oltre trecentocinquanta articoli su riviste e quotidiani. Collabora con Il Manifesto, Artribune e i quotidiani del Gruppo Espresso. Vive di corsa, con il portatile sempre acceso e pile di libri che attendono di essere letti.