La Casa Sperimentale, più nota come Casa Albero, è un incredibile esempio di architettura brutalista che si trova sul litorale romano, nella cittadina di Fregene. L’edificio, costruito dall’architetto Giuseppe Perugini e da sua moglie Uga de Plaisant negli Anni Sessanta utilizzando solo cemento armato, vetro e acciaio, e scegliendo forme modulari e futuristiche, versa da anni in stato di abbandono. “Essendo tutti e tre architetti”, ricorda il figlio Raynaldo Perugini, “la casa era un po’ il giocattolo di famiglia. Nel momento della realizzazione ognuno di noi proponeva soluzioni e nascevano discussioni, era una sorta di grande laboratorio, immaginatevi un plastico in scala reale!
In occasione di una mostra alla Weissenhof Gallery di Stoccarda, Patrick Weber e Sabine Storp, architetti e ricercatori della scuola londinese The Bartlett, hanno deciso di documentare a fondo la Casa con l’aiuto del fotografo Andy Tye e della società di 3D-scanning ScanLAB. “Si tratta di un esempio incredibile di architettura sperimentale”, hanno commentato, “merita di essere documentato in modo che la sua storia non vada persa e affinché professionisti e studenti di tutto il mondo possano conoscerlo prima che vada totalmente perso.

– Valentina Tanni

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016, Lubiana 2017). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Attualmente insegna Digital Art al Politecnico di Milano. Dal 2011 collabora con Artribune.

LEAVE A REPLY