Venezia: 13 eventi collaterali della Biennale di Architettura da non mancare

In attesa dell’inaugurazione della 16. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia, ecco una lista di eventi collaterali da non perdere se andrete in Laguna.

Una Biennale all’insegna delle novità la 16. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia che si appresta ad inaugurare il prossimo 26 maggio. A partire dalle due curatrici, Yvonne Farrell e Shelley McNamara, cofondatrici dello studio Grafton Architects con base a Dublino, che hanno scelto come tema-guida FREESPACE con lo  scopo di “rivelare la potenzialità e la bellezza dell’architettura”, come hanno avuto modo di chiarire in occasione della presentazione del Manifesto FREESPACE, avvenuta con un anno di anticipo rispetto all’inizio della manifestazione. “Il manifesto inteso come uno strumento solido. Ci è servito come misura e come guida per trovare una coesione nella complessità di una mostra di enormi dimensioni” hanno dichiarato Farrell e McNamara. L’altra grande novità riguarda la prima partecipazione del Vaticano che proporrà un “padiglione diffuso” per la città lagunare. Inoltre la Fondazione di Ca’ Foscari festeggia quest’anno l’importante ricorrenza dei 150 anni dalla nascita con un programma ad hoc che fa da eco al ricco calendario di attività organizzato dai Musei Civici di Venezia. Non solo Biennale, dunque, ma tanti, tantissimi eventi collaterali disseminati per la Laguna che avranno la stessa durata della manifestazione principale. Ecco la nostra lista di mostre da non perdere.

  Valentina Poli

1. ACROSS CHINESE CITIES – THE COMMUNITY

MVRDV, Tianjin Binhai Library, Tianjin, Cina. Courtesy Photo © Ossip van Duivenbode

Presso la sede dell’Università IUAV di Venezia a Ca’ Tron sarà presentato il terzo progetto del programma Across Chinese Cities – The Community promosso da Beijing Design Week e curato da Beatrice Leanza di The Global School e Michele Brunello di DONTSTOP Architettura. La mostra, attraverso una selezione di casi studio presi sia dalle città che dalle aree rurali della Cina, intende indagare il concetto di comunità, inteso come luogo di appartenenza sociale, culturale, di sviluppo economico e geografico. Per esempio all’interno della mostra sarà dedicato un focus ad un piano di rigenerazione della Pingjiang Road, nato da una sintesi tra la storia e il contesto comunitario del luogo.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Università IUAV di Venezia, Ca’ Tron, Santa Croce, 1957
Promotore: Beijing Design Week
www.bjdw.org | www.acrosschinesecities.org

2. BORGHI OF ITALY – NO(F)EARTHQUAKE

Il borgo di Pereto

Con il progetto Borghi of Italy – NO(F)EARTHQUAKE si vuole riflettere sulla prevenzione antisismica e sulla messa in sicurezza del patrimonio artistico e architettonico del nostro paese ed in particolare di uno dei luoghi simbolo della nostra storia: i borghi antichi. In questo caso viene ripreso il concetto FREESPACE – tematica scelta dalle curatrici per la Biennale Architettura 2018 – ma declinato come uno spazio “free and safe” in cui le persone, i residenti, possano sentirsi sicuri di vivere. Luoghi abitati per secoli e quasi completamente abbandonati dal flusso migratorio verso le città. Favorire la messa in sicurezza di questi luoghi significa garantire il loro ripopolamento. In questo ambito sarà presentato anche il progetto del Concilio Europeo dell’Arte BorgoAlive! che consiste nella ristrutturazione e recupero di monumenti o edifici storici all’interno dei borghi.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: InParadiso Gallery, Giardini della Biennale, Castello, 1260
Promotore: Concilio Europeo dell’Arte
www.concilioeuropeodellarte.org

3. GREENHOUSE GARDEN – REFLECT, PROJECT, CONNECT

Serra dei Giardini – Venezia

Greenhouse Garden: Reflect, Project, Connect è una mostra in un padiglione provvisorio di legno realizzato presso la Serra dei Giardini dagli architetti di In Praise of Shadows e una serie di seminari e workshop sull’architettura. All’interno del progetto sarà la mostra Plots, Prints and Projections e una serie di altri eventi, workshop e seminari d’architettura. Nel percorso verranno esposte una serie di installazioni spaziali di grandi dimensioni che studiano il rapporto tra progettazione grafica e la realizzazione effettiva.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Serra dei Giardini, Castello, 1254 (Via Giuseppe Garibaldi)
Promotore: Swedish Institute
www.si.se

4. LIVING WITH THE SKY, WATER AND MOUNTAIN: MAKING PLACES IN YILAN

57. Esposizione Internazionale d’Arte, Venezia 2017, Padiglione Taiwan, Tehching Hsieh, One Year Performance, 1980-81, New York. © Tehching Hsieh. Courtesy of the artist & Sean Kelly Gallery

Presso il Palazzo delle Prigioni verrà presentato un progetto che cercherà di indagare il rapporto tra architettura ed ambiente rurale. Nel percorso espositivo verranno presentati alcuni interventi realizzati a Taiwan come il Cherry Orchard Cemetery, un ambiente sepolcrale nelle aree rurali della città, e verrà raccontato come queste creazioni siano il frutto di un lavoro condiviso tra i costruttori e la popolazione del luogo che ne detiene conoscenza e memoria.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Palazzo delle Prigioni, Castello, 4209 (San Marco)
Promotore: National Taiwan Museum of Fine Arts (NTMoFA)
http://www.ntmofa.gov.tw/

5. PRIMAL SONIC VISIONS

[email protected] – Bill Fontana e Subodh Patil al CERN Data Center – photo Julian Calo

Presso la sede espositiva di Ca’ Foscari a Dorsoduro c’è la mostra Primal Sonic Visions che indaga le potenzialità e gli utilizzi delle energie rinnovabili, come l’eolica, solare, idrica e termale, all’interno della società. L’artista del suono Bill Fontana (Cleveland, 1947) esplorerà queste tematiche attraverso opere multimediali che porteranno il visitatore a riflettere sulle potenzialità delle energie rinnovabili utilizzate per garantire un futuro al nostro pianeta. Il progetto è frutto di una collaborazione tra Fontana e IRENA, un’organizzazione internazionale che si occupa di incoraggiare l’utilizzo di risorse pulite. La mostra comprenderà anche un’opera d’arte multimediale sul nuovo sistema protettivo contro le acque alte di Venezia, MOSE.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Ca’ Foscari Esposizioni, Fondazione Università Ca’ Foscari, Dorsoduro, 3246
Promotore: International Renewable Energy Agency (IRENA)
http://www.irena.org/

6. RCR. DREAM AND NATURE_CATALONIA IN VENICE  

Vista dell’Arsenale di Venezia Ph Andrea Avezzù Courtesy La Biennale di Venezia

Una mostra dedicata allo studio spagnolo di architettura RCR Arquitectes, vincitore del Premio Pritzker nel 2017. Fondato nel 1987 e composto da Rafael Aranda, Carme Pigem e Ramón Vilalta, lo studio porta avanti da più di trenta anni una ricerca che indaga il rapporto tra l’essere umano, l’architettura e l’ambiente naturale all’interno di una società in cui il rischio di perdere tradizioni culturali secolari è una costante. Il percorso espositivo presenta i progetti più noti dello studio e racconta il tentativo, a tratti utopico, di far coesistere radici culturali ed influenze internazionali.
Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede : Cantieri Navali, Castello, 40 (Calle Quintavalle)
Promotore: Institut Ramon Llull
www.llull.cat | http://rcr/venezia

7. SALON SUISSE: EN MARGE DE L’ARCHITECTURE

Biennale di Architettura Ph Francesca Galli

In campo Sant’Agnese presso Palazzo Trevisan degli Ulivi sarà presentato Salon Suisse 2018 un programma di conferenze con filosofi, antropologi, scrittori, musicisti, artisti e ricercatori sociali. Questo per indagare l’importanza che l’architettura ha oggi a livello culturale e sociale grazie ad un proficuo dialogo non solo con gli “addetti ai lavori” ma anche con esperti provenienti da altri settori.

24 maggio, 13 – 15 settembre, 4 – 6 ottobre, 22 – 24 novembre
Sede: Palazzo Trevisan degli Ulivi, Dorsoduro, 810 (Campo Sant’ Agnese)
Promotore: Swiss Arts Council Pro Helvetia
www.prohelvetia.ch | www.biennials.ch

8. THE HAPPENSTANCE

Palazzo Zenobio

Nel giardino di Palazzo Zenobio arriva direttamente dalla Scozia il progetto The Happenstance, frutto di un’analisi su come i giovani percepiscono gli spazi pubblici nelle loro città. Non solo una mostra con i dati raccolti dalle ricerche, ma anche un ciclo di dibattiti, incontri e proiezioni di film e documentari.  

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Collegio Armeno Moorat – Raphael, Palazzo Zenobio, Dorsoduro, 2597 (Fondamenta del Soccorso)
Promotore: Scottish Government
http://www.gov.scot | www.ads.org.uk/scotlandvenice2018

9. UNINTENDED ARCHITECTURE

Zaha Hadid – L’hotel della City of Dreams di Cotai, Macao

Il Macao Museum of Art presenta, anche quest’anno, un progetto dinamico che indaga il tema principale della Biennale, FREESPACE, applicandolo al territorio cinese. Macao, regione cinese a statuto speciale, è sempre più internazionale ed ha vissuto un forte boom edilizio negli ultimi anni. La mostra indaga il rapporto che si instaura tra le persone e lo spazio pubblico che è definito Unintended Architecture. Per rappresentare questa relazione vengono utilizzate le carte da gioco, che simboleggiano il continuo mutare di equilibri. Manipolando le carte da gioco secondo svariate forme e combinazioni, l’Unintended Architecture assume tipologie architettoniche diverse sia astratte che concrete.  

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Arsenale, Castello, 2126/A (Campo della Tana)
Promotore: Cultural Affairs Bureau of the Macao S.A.R. Government; Macao Museum of Art
www.icm.gov.mo | www.mam.gov.mo

10. VERTICAL FABRIC: DENSITY IN LANDSCAPE

Hong Kong

Vertical Fabric: density in landscape parte dai grattacieli di Hong Kong per indagare la particolare architettura ed urbanistica della città cinese. Il progetto coinvolge oltre cento architetti internazionali che hanno lavorato ad Hong Kong invitati a costruire altrettante torri di 2 m di colore bianco per evocare la densità della forma urbana di Hong Kong. La personale visione di ognuno permetterà di rielaborare il modello generale sviluppando gradualmente nuove visioni per stimolare sfide globali in ambito tecnologico, ambientale e sociale.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Arsenale, Castello, 2126 (Campo della Tana)
Promotore: Hong Kong Arts Development Council
www.hkia.net | www.hkadc.org.hk | http://2018.venicebiennale.hk/

11. WHAT MAKES A HOME?

Primo Premio Sport – Sport in primo piano Reportage – Jan Grarup, Danimarca, Laif – 21 febbraio 2012, Mogadiscio Somalia

Il progetto presso i Cantieri Navali a Castello indaga il concetto di casa nella società contemporanea. La mostra prova a rispondere alla domanda What makes a Home? In un’epoca di grandi cambiamenti in cui l’uomo è spesso costretto ad abbandonare le proprie case per terremoti o altre catastrofi naturali, le città sono in continua espansione e la tecnologia ha radicalmente cambiato le nostre abitudini ed interazioni sociali, l’uomo continua a creare un luogo confortevole che può chiamare casa. Al centro del percorso espositivo il documentario di Boris Benjamin Bertram Human Shelter, la serie fotografica di Jan Grarup ed una installazione interattiva.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Cantieri Navali, Castello, 40 (Calle Quintavalle)
Promotore: D.A.C. – Danish Architecture Center
www.DAC.dk

12. YOUNG ARCHITECTS IN LATIN AMERICA

Biennale Architettura di Venezia – photo Giorgio Zucchiatti

In Campiello Santa Maria Novella, CA’ASI Association, che promuove il dialogo tra architettura, arte contemporanea e visitatori della Biennale, presenta i lavori di alcuni architetti emergenti provenienti dal continente latino-americano. Lo scopo dell’esposizione è quello di raccontare la loro creatività, originalità e impegno sociale in ambito architettonico e aiutarli così ad acquisire un riconoscimento a livello internazionale.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: CA’ASI, Cannaregio, 6024 (Campiello Santa Maria Nova)
Promotore: CA’ASI Association 1901
www.ca-asi.com

13. YOUNG TALENT ARCHITECTURE AWARD 2018

Young Talent Architecture Award (YTAA) 2016, Cerimonia di premiazione, Venezia_Vincitore_Policarpo del Canto Baquera

Nel sestiere di Canareggio, a Palazzo Mora, saranno presentati i progetti degli otto finalisti e dei quattro vincitori del premio Young Talent Architecture Award (YTAA) promosso dalla Fundació Mies van der Rohe con il supporto del programma europeo Creative Europe. Alla mostra seguirà una cerimonia di premiazione e un dibattito previsto per il 20 settembre che ruoterà intorno al Freespace, tema principale della Biennale Architettura 2018.

Venezia // dal 26 maggio al 25 novembre 2018
Sede: Palazzo Mora, Cannaregio, 3659 (Strada Nova, San Felice)
Promotore: Fundació Mies van der Rohe
www.miesbcn.com

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.