Valente Cancogni – In-contaminazione

Carrara - 29/07/2016 : 29/08/2016

Mostra personale a Carrara nel contesto dell'evento Marble Weeb /Parhour, promosso dal Comune di Carrara in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Carrara, Carrara Fiere, Camera di Commercio, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, AMIA ed ERP, uniti nell’impegno di far scoprire e comunicare la cultura del marmo valorizzando il grande patrimonio della città.

Informazioni

Comunicato stampa



"Produciamo contaminanti, da cui cerchiamo poi di proteggerci con materiali che, a loro volta, ci contaminano.
Ho usato il piombo proprio per rendere l'immediata percezione della duplice e contrapporta azione: protezione-contaminazione.
Il nostro tentativo di protezione, in effetti, si trasforma a sua volta in causa di contaminazione.
Siamo esposti a contaminazioni continue, il piu delle volte a noi stessi sconosciute.
Siamo contaminati, ma anche in contaminazione per gli altri.
Nulla quindi è incontaminato.
La nostra esistenza è contaminazione.
L'arte è contaminazione.
La cultura stessa implica contaminazione


I 4 lavori, oggi per la prima volta presentati in una mostra, hanno subito una lunga esposizione agli agenti atmosferici per risultare cosi contaminati e trasformati a seguito del processo chimico-fisico che la natura stessa della materia implica. Siamo in-divenire.
Due torsi femminili e due maschili, e per entrambi i generi, uno con testa e l'altro senza:
ragione e istinto, protezione e distruzione.
È mia intenzione anche qui stimolare domande, partendo dal mezzo artistico, per arrivare a riflettere sul ruolo che ci vede come attori e consumatori delle risorse del nostro pianeta.
L'altro lavoro presentato, si colloca sempre nel tema della contaminazione, attraverso l'uso del marmo.
Ogni esemplare è un pezzo unico e irripetibile, segnato dalla contaminazione .
Unico come ogni uomo e donna.
Ne scaturisce una fusione dove il marmo ne è la matrice dell'unico parto” .