Triennale Decameron – Adrian Paci

Milano - 31/03/2020 : 31/03/2020

Proseguono gli appuntamenti di Triennale Decameron – nuovo format di Triennale Milano che invita artisti, designer, architetti, intellettuali, musicisti, cantanti, scrittori, registi, giornalisti a sviluppare una personale narrazione – con l’artista Adrian Paci.

Informazioni

  • Luogo: TRIENNALE - PALAZZO DELL'ARTE
  • Indirizzo: Viale Emilio Alemagna 6 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 31/03/2020 - al 31/03/2020
  • Vernissage: 31/03/2020 NO, SOLO EVENTO ONLINE DALLE ORE 17
  • Generi: serata – evento

Comunicato stampa

Martedì 31 marzo, ore 17.00

Adrian Paci, artista

Proseguono gli appuntamenti di Triennale Decameron – nuovo format di Triennale Milano che invita artisti, designer, architetti, intellettuali, musicisti, cantanti, scrittori, registi, giornalisti a sviluppare una personale narrazione – con l’artista Adrian Paci, martedì 31 marzo.

Nell’ambito di Triennale Decameron, Adrian Paci dialoga con Paola Nicolin, storica dell’arte e dell’architettura e tra i curatori del Public Program di Triennale Milano, affrontando i temi dell’isolamento e del limite tra libertà individuale e creazione artistica

L’artista, nato a Scutari in Albania nel 1969, ricorderà l’esperienza dell’isolamento politico e geografico del popolo albanese durante il periodo della dittatura e proporrà un ragionamento sull’isolamento dell’artista, condizione necessaria per la creazione dell’opera. L’isolamento e il limite sono allora due poli attorno ai quali provare a ragionare sul tema della privazione delle libertà.

Triennale Decameron è un progetto di Triennale Milano sviluppato a partire dallo spunto del Decamerone di Giovanni Boccaccio, che narra di un gruppo di giovani che nel 1348 per dieci giorni si trattengono fuori da Firenze per sfuggire alla peste nera e a turno si raccontano delle novelle per trascorrere il tempo.

Tutte le “novelle” di Triennale Decameron saranno trasmesse in diretta sul canale Instagram di Triennale. Tutti i giorni alle 17.00.



Adrian Paci

Adrian Paci (Scutari, 1969) ha studiato pittura all’Accademia di Belle Arti di Tirana. Nel 1997 si è spostato a Milano, dove vive e lavora. Durante la sua carriera artistica ha avuto mostre personali in varie istituzioni internazionali come Kunsthalle Krems (2019); Galleria Nazionale dell’Arte, Tirana (2019); Museo Novecento, Firenze (2017); MAC, Musée d’Art Contemporain de Montréal (2014); Padiglione d’Arte Contemporanea – PAC, Milano (2014); Jeu de Paume, Parigi (2013); National Gallery of Kosovo, Prishtina (2012); Kunsthaus Zurich, Zurigo (2010); Bloomberg Space, Londra (2010); The Center for Contemporary Art – CCA, Tel Aviv (2009); Museum am Ostwall, Dortmund (2007); MoMA PS1, New York (2006) e Contemporary Arts Museum, Houston (2005). Tra le varie mostre collettive, i lavori di Adrian Paci sono stati esposti nella 14esima Biennale di Architettura – La Biennale di Venezia (2014); nella 48esima e nella 51esima edizione della Mostra Internazionale – La Biennale di Venezia (rispettivamente nel 1999 e 2005); nella 15esima Biennale di Sydney (2006); nella 15esima Quadriennale di Roma, dove ha vinto il primo premio (2008); nella Biennale de Lyon (2009) e nella quarta Biennale di Salonicco (2013). I suoi lavori si trovano in numerose collezioni pubbliche e private come Metropolitan Museum, New York; Museum of Modern Art, New York; Musée d’Art Contemporain de Montréal; Centre Pompidou, Parigi; Israel Museum, Gerusalemme; MAXXI, Roma; Fundacio Caixa, Barcellona; Moderna Museet, Stoccolma; Kunsthaus Zürich, Zurigo; UBS Art Collection, Londra; Museum of Contemporary Art, Miami; New York Public Library, New York; Solomon Guggenheim Foundation, New York; Seattle Art Museum, Seattle. Adrian Paci insegna pittura e arti visive presso la Nuova Accademia di Belle Arti, NABA, Milano. Adrian Paci ha insegnato materie artistiche all’Accademia Carrara di Belle Arti, Bergamo, 2002-2006; IUAV, Venezia 2003-2015 e ha tenuto lezioni e laboratori d’arte in varie università, accademie e istituzioni artistiche in vari paesi del mondo.